Rumex alpinus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rabarbaro alpino
Rumex alpinus a1.jpg
Rumex alpinus
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Spermatophyta
Classe Magnoliophyta
Ordine Polygonales
Famiglia Polygonaceae
Genere Rumex
Specie R. alpinus
Classificazione APG
Ordine Caryophyllales
Famiglia Polygonaceae
Nomenclatura binomiale
Rumex alpinus
L.

Il rabarbaro alpino (Rumex alpinus L.) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Polygonaceae.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Pianta comune alta 6-15 dm con rizoma strisciante, grosso, dal quale si dipartono numerose radichette; fusto eretto, striato, ramoso; foglie a lamina molto grande, ovata/rotonda, a base con rientranza cuoriforme (cordata) e margine irregolare, la foglie basali sono con piccioli scanalati, superficie glabra con un fitto intreccio di nervature, le superiori piccole e con forma più allungata con piccioli e nervature centrali arrossati; i fiori sono riuniti in pannocchie terminali dense, allungate; il frutto è un achemio a tre facce.[senza fonte]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È una pianta nitrofila. Fiorisce da giugno a luglio in ambienti d'alta quota ricchi di nitrati, da 2000 a 2400 m.[senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rumex alpinus, in The Plant List. URL consultato il 3 giugno 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giovanni Galetti, Abruzzo in fiore, Edizioni Menabò - Cooperativa Majambiente, 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica