Riccardo Parigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Riccardo Parigi (Sesto Fiorentino, 1958) è uno scrittore italiano, autore di libri gialli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scrive insieme a Massimo Sozzi con il quale ha vinto alcuni premi: la VI e la VII edizione del premio Ghostbusters/Bertoldo, indetto dall'Associazione italiana delle biblioteche dell'Emilia-Romagna, la XXIII edizione del Premio Gran Giallo Città di Cattolica e la IV edizione di Orme gialle a Pontedera. Hanno esordito nel 1999 nel giallo con il romanzo Il caso Appiani, in cui compare Cassandra Cecchi, personaggio che tornerà in altri loro libri[1][2]. Si sono occupati anche di letteratura gialla per ragazzi e hanno curato alcune antologie. Loro racconti compaiono nella rivista Delitti di carta e in diverse antologie, fra le quali: Cronache di delitti lontani (Hobby & Work, 2002), Giallo a Cattolica (Guaraldi, 2003), Le ombre della città (Arnoldo Mondadori Editore, 2005), V. I migliori giallisti toscani raccontano amore e morte in Versilia (Del Bucchia, 2005), Le ombre della città (Casa Editrice Perdisa, 2007), Delitti di vino (Todaro Editore, 2008), Riso nero (Delos Books, 2010), Ribelli (Robin Edizioni, 2011), Toscana in giallo (Fratelli Frilli Editori, 2012), NeroNovecento (Cordero Editore, 2013)[3], Firenze capitale noir (Carmignani Editrice, 2015) e Grazie Graziano (Carmignani Editrice, 2016). .

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1995 un loro racconto vince la VI edizione del premio Ghostbusters
  • Nel 1996 un loro racconto vince la VII edizione del premio Ghostbusters
  • Nel 1996 un loro racconto vince la XXIII edizione del Premio Gran Giallo Città di Cattolica
  • Nel 1998 un loro racconto vince la IV edizione del premio Orme Gialle
  • Nel 2012 Premio Furio Innocenti Serravalle Noir

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sergio Pent, Italia in giallo, Tuttolibri de La Stampa, 21 febbraio 2004, p. 5.
  2. ^ DIZIONOIR. Noir, thriller, spy story e zone limitrofe. La più completa guida agli autori e alle storie dell'inquietudine, a cura di Mauro Smocovich, con prefazione di Carlo Lucarelli, coll. "I libri di Thriller Magazine", Delos Books, 2006, p. 117.
  3. ^ Dario Pappalardo, Il Novecento noir dell'Italia violenta, "La Domenica di Repubblica" del 01 settembre 2013, p. 47.
  4. ^ Claudio Cucciatti, Il ricettario antico e una misteriosa catena di omicidi, Firenze|Attualità, La Repubblica del 6 settembre 2015, p. XIII.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]