Fratelli Frilli Editori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fratelli Frilli Editori
Logo
StatoItalia Italia
Fondazione2000 a Genova
Fondata daCarlo e Giacomo Frilli
Sede principaleGenova
SettoreEditoria
Sito web

La Fratelli Frilli Editori è una casa editrice con sede a Genova fondata dai promotori editoriali Giacomo e Carlo Frilli nel 2000[1].

Pubblica circa 50 titoli all’anno[2] collocandosi, sulla base della categorizzazione ISTAT, fra le case editrici medio-alte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attività della casa editrice ha avuto inizio con la pubblicazione di due "libri-denuncia": il romanzo Il Sindaco. L'avventura politica di un medico del noto pediatra Paolo Cornaglia Ferraris, già autore di saggi ed articoli di denuncia sul mondo della sanità, e La Mala-Ricetta scritto da un anonimo informatore farmaceutico che aveva deciso di denunciare il sistema utilizzato dalle industrie farmaceutiche per la diffusione dei loro prodotti.

Subito dopo i fatti del G8 di Genova del 2001 l'editrice ha pubblicato Le quattro giornate di Genova[3], a cura di Raffaello Bisso e Claudio Marradi, che, con il suo successo in termine di vendite, ha fatto conoscere la casa editrice al grande pubblico, finendo anche in prima pagina di quotidiani nazionali.[4][5][6]

La tipologia di opere si è poi differenziata negli anni successivi andando a comprendere collane storiche, fotografiche e di romanzi gialli e noir, spesso caratterizzati da una forte connotazione geografica[7]. Tra questi oltre ai lavori del gialllista milanese Dario Crapanzano, che in seguito è stato pubblicato da Mondadori, i romanzi che hanno come protagonista l'investigatore Bacci Pagano, scritti da Bruno Morchio, e quelli che ruotano attorno al commissario Antonio Mariani di Maria Masella, nonché le opere di Ugo Moriano. Anche la giallista Annamaria Fassio (premio Tedeschi 1999) ha pubblicato alcuni inediti con Fratelli Frilli.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Noir Italiano incontra Fratelli Frilli Editore, su noiritaliano.wordpress.com, 11 luglio 2012. URL consultato il 5 marzo 2018.
  2. ^ A marzo 2018 risultano 907 titoli censiti dall'OPAC (cfr. Ricerca: Editore = Frilli (parole in AND) » Luogo di pubblicazione = genova, Catalogo del Servizio Bibliotecario Nazionale.
  3. ^ Luigi Berzano, Renzo Gallini e Carlo Genova, Liberi tutti: centri sociali e case occupate a Torino, Ananke, 2002, pp. 226.
  4. ^ La città in gabbia indagine criminale al tempo del G8 - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 10 marzo 2018.
  5. ^ L'instant book non ha fatto apologia di reato - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 10 marzo 2018.
  6. ^ Edito da Frilli il volume raccoglie immagini e testi sugli scontri di piazza - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 10 marzo 2018.
  7. ^ Giacomo Papi, Atlante degli investigatori italiani, in Ilpost Libri, 2 maggio 2016. URL consultato il 5 marzo 2018.
  8. ^ Passato e presente, Edizioni 67-69, aa.vv., La Nuova Italia, anno 2006, pagina 209

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]