Ras al-Ayn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ras al-Ayn
città
(KU) Serê Kaniyê
(AR) رأس العين
Ras al-Ayn – Veduta
Localizzazione
StatoSiria Siria
Governatoratoal-Hasaka
Distretto
Sottodistretto
Territorio
Coordinate36°51′01″N 40°04′14″E / 36.850278°N 40.070556°E36.850278; 40.070556 (Ras al-Ayn)Coordinate: 36°51′01″N 40°04′14″E / 36.850278°N 40.070556°E36.850278; 40.070556 (Ras al-Ayn)
Altitudine360 m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Siria
Ras al-Ayn
Ras al-Ayn

Ras al-Ayn, talvolta Ras al-Ain (in curdo: Serê Kaniyê; in arabo: رأس العين‎), è una città della Siria, facente parte del Governatorato di Al-Hasaka al confine con la Turchia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La città dopo gli attacchi turchi dell'11 ottobre 2019
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Sistema Federale Democratico della Siria del Nord.

Considerata una delle città più antiche dell'Alta Mesopotamia, l'area di Ras al-Ayn è abitata almeno dal Neolitico (circa 8.000 a.C.). Più tardi conosciuta come l'antica città aramea del Sikkan, la città romana di Rhesaina e la città bizantina di Teodosiopoli, la città fu distrutta e ricostruita più volte, e in epoca medievale fu soggetta a feroci battaglie tra diverse dinastie musulmane. Con il trattato di Ankara del 1921 Ras al-Ayn fu, divisa con la sua parte settentrionale, l'attuale Ceylanpınar, ceduta alla Turchia.

Con una popolazione di 29 347 (dato del 2005)[1] è la terza città più grande del Governatorato di al-Hasakah. La città è abitata prevalentemente da arabi e curdi, con un numero significativo di siriaci/assiri e un numero minore di armeni e ceceni.

Durante la guerra civile siriana degli anni 2010, la città fu danneggiata dal conflitto e fu contesa dall'esercito siriano libero e successivamente dalle unità alleate di Assad. In seguito fu conquistata dalle forze armate turche e dai siriani filo-arabi.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cbssyr.sy, https://web.archive.org/web/20160304131832/http://www.cbssyr.sy/new%20web%20site/General_census/census_2004/NH/TAB08-15-2004.htm. URL consultato il 22 ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ (EN) Turkey claims capture of key Syria border town as offensive continues, su NBC News. URL consultato il 22 ottobre 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Asia Portale Asia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Asia