Rally di Spagna 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spagna Rally Spagna 2011
N. 12 su 13 del Campionato del mondo rally 2011
Il box del Citroën World Rally Team in Spagna
Il box del Citroën World Rally Team in Spagna
Data dal 21 al 23 ottobre 2011
Nome ufficiale XLVII Rally di Catalogna
Percorso 406.52 km
Superficie Asfalto e sterrato
Prove speciali 18
Equipaggi Partiti: 58
Arrivati: 44
Risultati
WRC
Podio
1. Francia Sébastien Loeb
Citroën
2. Finlandia Mikko Hirvonen
Ford
3. Finlandia Jari Latvala
Ford

Il Rally di Catalogna 2011, formalmente 47° Rally RACC Catalunya - Costa Daurada e denotato come RACC Rally de España, è stato il dodicesimo rally del campionato del mondo rally 2011. Le prove si sono svolte dal 21 al 23 ottobre, e la città di partenza è stata Salou, in Catalogna[1]. Il rally è stato inoltre l'ottava ed ultima tappa del campionato mondiale rally Super 2000 e la sesta del campionato mondiale rally produzione.

Il rally è stato vinto dal leader della classifica mondiale Sébastien Loeb, che ha raggiunto la sua quinta vittoria stagionale e la sessantasettesima della sua carriera, dopo aver preso il comando della gara al termine della prima giornata della competizione e mantenendola al fine di estendere il suo vantaggio in classifica sugli immediati inseguitori, alle porte dell'ultima prova stagionale che si disputa in Galles. Così facendo, il francese ha inoltre assicurato il settimo titolo costruttori per il team Citroën[2]. Il rivale di Loeb per il titolo mondiale, Mikko Hirvonen, ha terminato il rally in seconda posizione in seguito al gioco di squadra adottato del team Ford che ha fatto acquisire volontariamente una penalità di due minuti a Jari-Matti Latvala con lo scopo di far guadagnare il massimo dei punti possibili ad Hirvonen. Latvala dopo aver condotto la classifica generale provvisoria del rally, è incappato in una foratura durante la sesta speciale che gli ha fatto perdere quasi cinquanta secondi, ritardo che non è stato in grado di sanare nelle restanti frazioni di gara; dato che non era in grado di scavalcare Loeb, il team ha aptato per scambiare le posizioni dei suoi due piloti.

Nel SWRC Juho Hänninen si è imposto con il miglior tempo complessivo della categoria ed il decimo in classifica generale, così è riuscito a conquistare il titolo di campione del mondo Super 2000, con venti punti di vantaggio sull'estone Ott Tänak; quest'ultimo ha accumulato nella prima giornata del rally un ritardo di circa mezz'ora sul leader della categoria a causa di un incidente durante la prima speciale[3].

Nel campionato mondiale produzione Patrik Flodin ha ingaggiato un lungo duello con Michał Kościuszko nelle prove finali del rally, ma lo svedese per appena due secondi è riuscito ad imporsi, guadagnando venticinque punti mondiali. Hayden Paddon, già sicuro della vittoria del mondiale, alla pari di Tänak si è dovuto fermare durante la speciale d'apertura, a causa di un problema elettrico riguardo l'acceleratore[4]. L'italiano Gianluca Linari che ha partecipato in questa categoria, ha occupato per gran parte della durata della competizione la settima posizione, fino a quando, nella quindicesima speciale, un incidente non gli ha più permesso di continuare il rally. Anche Lorenzo Bertelli con il suo co-pilota Lorenzo Granai ha disputato il rally di Spagna e, dopo aver iniziato in sordina occupando le posizioni oltre la quarantesima, ha recuperato progressivamente in classifica fino alla sorprendente ventiseiesima posizione generale[5].

Resoconto WRC[modifica | modifica wikitesto]

Il leader della classifica mondiale Sébastien Loeb non aspetta ad infliggere pesanti ritardi agli avversari e subito dopo la prima speciale si issa al comando con quindici secondi di vantaggio su Hirvonen e diciotto su Ogier; durante questa prova si registrano diversi incidenti, tra i quali la perdita di una ruota dalla vettura di Petter Solberg avvenuta dopo un impatto violento causato da un'errata traiettoria[6]. Anche lo statunitense Ken Block non è fortunato durante la prova d'apertura infatti registra la rottura della colonna dello sterzo causata anch'essa da un precedente impatto[7]. Nelle due successive prove i distacchi sono piuttosto contenuti e Sébastien Ogier in entrambe fa segnare il miglior tempo, avvicinandosi alla leadership del suo compagno di squadra; nella seconda di queste, il finlandese Kimi Raikkonen è costretto al ritiro per una perdita di carburante[8]. La quarta prova speciale è la prima vinta da Jari-Matti Latvala il quale infliggendo più di tredici secondi a Loeb, si installa in cima alla classifica provvisoria; anche nella quinta speciale è Latvala ad essere il più rapido mentre il francese Ogier è rallentato notevolmente da una foratura che gli causa un ritardo di quasi due minuti[9]. Durante la prova serale, la speciale numero sei, Latvala colpisce delle rocce e accusa una foratura allo pneumatico anteriore destro, questo incidente gli costa la prima posizione in classifica, che viene occupata nuovamente da Loeb. Terminato il primo giorno del rally, il campione mondiale in carica dispone di un vantaggio pari a trenta secondi su Latvala, di cinquantaquattro su Hirvonen e di un minuto e quarantacinque secondi su Ogier[10].

Il giorno seguente si apre con il miglior tempo di Loeb, seguito a pochi secondi da Latvala mentre Ogier è invece costretto ad un'altra foratura ma in questa occasione decide di cambiare la ruota, accumulando un ritardo di oltre un minuto e mezzo; l'ottava speciale viene vinta dal leader della classifica mentre nelle due prove successive è Latvala ad imporsi sui suoi avversari. La decima prova speciale costa ben quattro minuti di ritardo all'olandese Peter Van Merksteijn che subisce un'improvvisa perdita di pressione da una gomma; inoltre la lunghezza di 46 km di questa speciale non può far altro che amplificare il suo distacco dalla zona punti. La speciale numero dodici è vinta da Dani Sordo su Mini, mentre in quella successiva i piloti del Ford World Rally Team si classificano nelle prime due posizioni. Sébastien Loeb al termine della seconda di tre frazioni, avendo perso solo tre secondi su Latvala in questo secondo gruppo di speciali, mantiene la prima posizione con ventisette secondi di vantaggio; in terza posizione si trova Mikko Hirvonen, ancora privo di vittorie in queste dodici speciali, con un minuto e cinquantadue secondi di ritardo. Dani Sordo grazie alla doppia foratura di Ogier, si trova in quarta posizione proprio davanti al francese del team Citroën che precede Kris Meeke di venti secondi[11].

Nella prima delle ultime sei speciali del rally la coppia del team Citroën si posiziona davanti alla coppia rivale del team Ford ma i ritardi che si registrano non sono assolutamente di rilievo; Mikko Hirvonen si dimostra invece il più veloce nella prova numero quattordici, della lunghezza di 20 km, precedendo gli altri tre piloti di punta. Loeb torna a far segnare il tempo più rapido nella speciale successiva, che è quella programmata per la power stage conclusiva, e mantiene un margine di sicurezza di oltre mezzo minuto su Latvala. Vincendo la speciale Santa Marina 2, Sébastien Ogier insida in modo deciso la posizione di Dani Sordo che in queste ultime prove perde gradualmente nei confronti del francese, ora a quattordici secondi di distacco. La diciassettesima e penultima speciale di questo rally, viene vinta dal finlandese Latvala che, non essendo riuscito a recuperare il margine creatosi tra sé e Loeb, accetta di lasciare la sua seconda posizione al compagno di squadra facendosi comminare una penalità di due minuti, al fine di far guadagnare il maggior numero di punti a Hirvonen[12]. Sébastien Ogier è invece vittima di un problema al motore che non gli permette di concludere i 20 km della prova ed è costretto ad abbandonare la vettura lungo il percorso; anche Matthew Wilson non è in grado di portare a termine il rally a causa della perdita di una ruota[13]. La power stage che conclude il rally viene vinta a sorpresa dal pilota della Mini Kris Meeke che precede si soli due decimi il compagno di squadra Dani Sordo[14]; l'ultimo punto iridato che viene assegnato al terzo classificato se lo aggiudica Sébastien Loeb, dato che Hirvonen ha fatto registrare solo il sesto tempo e Latvala, forse per un errore di valutazione, ha rallentato davanti al traguardo per segnare un tempo superiore a quello del suo compagno[15]. Ad una sola prova mondiale al termine della stagione, Loeb ha accumulato un vantaggio di otto punti su Hirvonen e di ventinove punti sul suo compagno di squadra, ormai impossibilitato a vincere il titolo.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Co-pilota Auto Tempo Distacco Punti
Generale
1. Francia Sébastien Loeb Monaco Daniel Elena Citroën DS3 WRC 4:05:39.3 0.0 26[16]
2. Finlandia Mikko Hirvonen Finlandia Jarmo Lehtinen Ford Fiesta RS WRC 4:07:46.2 2:06.9 18
3. Finlandia Jari-Matti Latvala Finlandia Miikka Anttila Ford Fiesta RS WRC 4:08:11.7 2:32.4 15
4. Spagna Dani Sordo Spagna Carlos Del Barrio Mini John Cooper Works WRC 4:09:03.4 3:24.1 14[17]
5. Regno Unito Kris Meeke Irlanda Paul Nagle Mini John Cooper Works WRC 4:10:54.3 5:15.0 13[18]
6. Norvegia Mads Østberg Svezia Jonas Andersson Ford Fiesta RS WRC 4:11:33.5 5:54.2 8
7. Russia Evgeny Novikov Francia Denis Giraudet Citroën DS3 WRC 4:15:11.1 9:31.8 6
8. Norvegia Henning Solberg Austria Ilka Minor Ford Fiesta RS WRC 4:15:19.4 9:40.1 4
9. Paesi Bassi Dennis Kuipers Belgio Frédéric Miclotte Ford Fiesta RS WRC 4:16:53.1 11:13.8 2
10. Finlandia Juho Hänninen Finlandia Mikko Markkula Škoda Fabia S2000 4:19:28.5 13:49.2 1
SWRC
1. (10.) Finlandia Juho Hänninen Finlandia Mikko Markkula Škoda Fabia S2000 4:19:28.5 0.0 25
2. (11.) Qatar Nasser Al-Attiyah Italia Giovanni Bernacchini Ford Fiesta S2000 4:19:43.4 14.9 18
3. (13.) Rep. Ceca Martin Prokop Rep. Ceca Jan Tománek Ford Fiesta S2000 4:20:26.2 57.7 15
4. (15.) Irlanda Craig Breen Regno Unito Gareth Roberts Ford Fiesta S2000 4:21:48.7 2:20.2 12
5. (18.) Germania Hermann Gassner Jr. Germania Timo Gottschalk Škoda Fabia S2000 4:24:30.6 5:02.1 10
6. (27.) Estonia Ott Tänak Estonia Kuldar Sikk Ford Fiesta S2000 4:49:41.2 30:12.7 8
7. (28.) Estonia Karl Kruuda Estonia Martin Järveoja Škoda Fabia S2000 4:50:29.9 31:01.4 6
8. (40.) Andorra Albert Llovera Spagna Diego Vallejo Abarth Grande Punto S2000 5:12:07.6 52:39.1 4
PWRC
1. (21.) Svezia Patrik Flodin Svezia Göran Bergsten Subaru Impreza WRX STI 4:29:40.7 0.0 25
2. (22.) Polonia Michał Kościuszko Polonia Maciej Szczepaniak Mitsubishi Lancer Evolution X 4:29:42.7 2.0 18
3. (24.) Messico Benito Guerra Spagna Borja Rozada Mitsubishi Lancer Evolution X 4:39:26.2 9:45.5 15
4. (29.) Emirati Arabi Uniti Bader Al Jabri Regno Unito Stephen McAuley Subaru Impreza WRX STI 4:50:47.3 21:06.6 12
5. (30.) Ucraina Oleksandr Saliuk Jr. Ucraina Pavlo Cherepin Mitsubishi Lancer Evolution IX 4:52:48.0 23:07.3 10
6. (31.) Perù Nicolás Fuchs Spagna Cándido Carerra Mitsubishi Lancer Evolution X 4:53:58.4 24:17.7 8
7. (32.) Ucraina Valeriy Gorban Ucraina Andrey Nikolayev Mitsubishi Lancer Evolution IX 4:55:48.4 26:07.7 6
8. (34.) Nuova Zelanda Hayden Paddon Nuova Zelanda John Kennard Subaru Impreza WRX STI 5:01:04.1 31:23.4 4
9. (35.) Ucraina Oleksiy Kikireshko Estonia Sergey Larens Mitsubishi Lancer Evolution IX 5:06:47.2 37:06.5 2
10. (36.) Rep. Ceca Martin Semerád Rep. Ceca Michal Ernst Mitsubishi Lancer Evolution IX 5:07:04.3 37:23.6 1

Prove speciali[modifica | modifica wikitesto]

Giorno Prova Ora Nome Lunghezza Vincitore Tempo V. media Leader del rally
Frazione 1
(21 ottobre)
PS1 8:43 Pesells 1 25.74 km Francia Sébastien Loeb 15:18.7 100.86 km/h Francia Sébastien Loeb
PS2 9:51 Terra Alta 1 35.94 km Francia Sébastien Ogier 23:49.4 90.52 km/h
PS3 11:29 Les Garrigues 1 18.50 km Francia Sébastien Ogier 13:14.7 83.81 km/h
PS4 16:42 Pesells 2 25.74 km Finlandia Jari-Matti Latvala 14:42.2 105.04 km/h Finlandia Jari-Matti Latvala
PS5 17:50 Terra Alta 2 35.94 km Finlandia Jari-Matti Latvala 23:19.4 92.46 km/h
PS6 19:28 Les Garrigues 2 18.50 km Francia Sébastien Loeb 13:14.5 83.83 km/h Francia Sébastien Loeb
Frazione 2
(22 ottobre)
PS7 9:40 El Priorat 1 45.97 km Francia Sébastien Loeb 25:35.9 107.75 km/h
PS8 11:08 Riba-roja d'Ebre 1 12.27 km Francia Sébastien Loeb 8:06.9 90.72 km/h
PS9 11:33 Punta de les Torres 1 13.53 km Finlandia Jari-Matti Latvala 7:05.7 114.42 km/h
PS10 14:48 El Priorat 2 45.97 km Finlandia Jari-Matti Latvala 25:39.1 107.53 km/h
PS11 16:16 Riba-roja d'Ebre 2 12.27 km Spagna Dani Sordo 8:12.3 89.73 km/h
PS12 16:41 Punta de les Torres 2 13.53 km Finlandia Jari-Matti Latvala 7:04.2 114.82 km/h
Frazione 3
(23 ottobre)
PS13 7:02 Santa Marina 1 26.51 km Francia Sébastien Ogier 15:55.3 99.90 km/h
PS14 8:22 La Mussara 1 20.48 km Finlandia Mikko Hirvonen 11:13.6 109.45 km/h
PS15 9:12 Coll de la Teixeta 1 4.32 km Francia Sébastien Loeb 2:37.0 99.06 km/h
PS16 11:39 Santa Marina 2 26.51 km Francia Sébastien Ogier 15:37.9 101.75 km/h
PS17 12:59 La Mussara 2 20.48 km Finlandia Jari-Matti Latvala 11:09.6 110.11 km/h
PS18 14:11 Coll de la Teixeta 2 (Power stage) 4.32 km Regno Unito Kris Meeke 2:45.7 93.86 km/h

Power Stage[modifica | modifica wikitesto]

La "Power stage" è stata una prova in diretta televisiva della lunghezza di 4.20 km, che si è disputata alla fine del rally vicino a Pradell de la Teixeta.

Pos Pilota Tempo Distacco V. media Punti
1 Regno Unito Kris Meeke 2:45.7 0.0 93.86 km/h 3
2 Spagna Dani Sordo 2:45.9 0.2 93.74 km/h 2
3 Francia Sébastien Loeb 2:50.6 4.9 91.16 km/h 1

Classifiche Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Itinerary (PDF), su Rally Catalunya – Rally de España, World Rally Championship; International Sportsworld Communicators, 13 ottobre 2011. URL consultato il 20 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2011).
  2. ^ Loeb reigns in Spain, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 23 ottobre 2011. URL consultato il 23 ottobre 2011.
  3. ^ Hanninen takes win and title, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 23 ottobre 2011. URL consultato il 23 ottobre 2011.
  4. ^ Flodin clinches first 2011 win, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 23 ottobre 2011. URL consultato il 23 ottobre 2011.
  5. ^ Prada son impresses in WRC, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 30 ottobre 2011. URL consultato il 30 ottobre 2011.
  6. ^ Ritiro di Petter Solberg
  7. ^ Incidente di Ken Block
  8. ^ Kimi's exit caused by fuel leak, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 22 ottobre 2011. URL consultato il 5 novembre 2011.
  9. ^ Prima foratura di Ogier
  10. ^ Risultati prima giornata
  11. ^ Risultati seconda giornata
  12. ^ Latvala will accept position switch, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 23 ottobre 2011. URL consultato il 5 novembre 2011.
  13. ^ Trouble for Ogier, Wilson, in World Rally Championship, International Sportsworld Communicators, 23 ottobre 2011. URL consultato il 5 novembre 2011.
  14. ^ Power Stage di Kris Meeke
  15. ^ Risultati finali
  16. ^ 25 punti per il primo posto, più uno per la Power Stage.
  17. ^ 12 punti per il quarto posto, più due per la Power Stage.
  18. ^ 10 punti per il quinto posto, più tre per la Power Stage.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Campionato del mondo rally - Stagione 2011
Flag of Sweden.svg Flag of Mexico.svg Flag of Portugal.svg Flag of Jordan.svg Flag of Italy.svg Flag of Argentina.svg Flag of Greece.svg Flag of Finland.svg Flag of Germany.svg Flag of Australia.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Flag of the United Kingdom.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2010
Rally di Catalogna
Altre edizioni
Edizione successiva:
2012
Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo