Rae Sremmurd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rae Sremmurd
Rae Sremmurd.jpg
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereTrap
Pop rap
Periodo di attività musicale2008 – in attività
EtichettaMade-It-Mafia, EarDrummers Entertainment, Interscope
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

Rae Sremmurd ([ˈɹeɪ ˈʃɹɪmɝd])[1] è un duo musicale maschile statunitense composto da due fratelli, Khalif "Swae Lee" Brown (7 giugno 1995) e Aaquil "Slim Jxmmi" Brown (29 dicembre 1993), provenienti da Tupelo, in Mississippi. Sono molto conosciuti per i loro singoli No Flex Zone e No Type, che hanno raggiunto il 36º e il 16º posto nella classifica della Billboard Hot 100, rispettivamente,[2] e per "Black Beatles" in featuring con Gucci Mane diventata colonna sonora della "Mannequin Challenge" che ha spopolato sul web. Il nome Rae Sremmurd deriva dal nome della loro etichetta, Ear Drummers, ma pronunciato al contrario.[3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Aaquil Iben Shamon Brown (noto anche come Slim Jxmmi) e suo fratello minore Khalif Malik Ibn Shaman Brown (noto anche come Swae Lee) nacquero a Inglewood, in California, rispettivamente il 29 dicembre 1993 e il 7 giugno 1995. Sono cresciuti con la loro madre, Bernadette Walker, e il loro fratello, Michael, il padre ha abbandonato la sua famiglia pochi anni dopo la nascita dei suoi figli.

La loro madre lavorava per l'esercito e veniva regolarmente trasferita in diversi stati. La famiglia si trasferì più volte, lasciando la California per il Mississippi e il Maryland e infine stabilendosi nella postazione militare di Fort Hood in Texas. I due fratelli iniziarono a cantare, ballare e scrivere musica insieme in tenera età. In Texas, intorno al suo decimo compleanno, Khalif (Swae Lee) ha imparato a produrre musica usando Fruity Loops.

Mentre i due ragazzi erano alle medie, la famiglia lasciò il Texas e tornò in Mississippi per unirsi al nuovo compagno di Bernadette, Floyd Sullivan, dopo aver lasciato l'esercito. Si stabilirono nella città di Tupelo, nel Mississippi. Per sostenere la famiglia e lasciare i ragazzi in una scuola, il loro patrigno vendeva droga.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Il duo ha lavorato per molti anni sotto il nome d'arte di Dem Outta St8 Boyz, producendo musica a casa e anche nei locali pubblici. Avevano usato i soldi dal loro lavoro part-time per poter viaggiare e per andare in diverse audizioni.[4] Il gruppo si è esibito come trio, aggiungendo un altro membro Andre Harris, partecipando in televisione durante il "Wild Out Wednesday", un segmento del BET Hip Hop e dello show 106 and Park. Il trio partecipò ai segmenti per due volte,[5] dove sono finiti in secondo posto nella competizione, e sono riusciti anche ad avere incontri con i rappresentanti delle case discografiche Def Jam Recordings e Sony Music, anche se non erano in grado di firmare un contratto discografico. Il gruppo ha poi fatto un tour in un altro stato, esibendosi in diversi spettacoli, per quanto nel Nord Carolina.[6]

Il logo degli Rae Sremmurd

2014-presente: SremmLife e SR3MM[modifica | modifica wikitesto]

Rae Sremmurd firmò un contratto discografico con Ear Drummers Entertainment, il 1º gennaio 2014.[7] Il duo pubblicò il loro primo album in studio, SremmLife, il 6 gennaio 2015. SremmLife debutta nella quinta posizione nella classifica Billboard 200, con cinque singoli. Il primo, No Flex Zone, uscito il 15 maggio 2014. La canzone ha guadagnato una notevole attenzione dei media dopo che un remix ufficiale è stato rilasciato da rapper come Nicki Minaj e Pusha T. Il singolo raggiunse il 36º posto nella classifica Billboard Hot 100.[8] Il 17 settembre 2014, Sremmurd pubblica un secondo singolo, No Type che è salito a sedicesimo posto della Billboard Hot 100, diventando il loro singolo di maggior successo fino ad oggi. Entrambi i singolo sono stati certificati dischi di platino dalla RIAA.[9] Il terzo singolo, Throw Sum Mo vede la partecipazione di Nicki Minaj e del rapper Young Thug, che raggiunse la trentesima posizione in classifica. Altri due singoli, come Up Like Trump e This Could Be Us usciti come quarto e quinto singolo dall'album, mentre il quinto singolo è stato trasmesso nelle radio Urban contemporary, il 21 aprile 2015.[10]

Il 16 giugno 2016, gli Rae Sremmurd ha annunciato che il loro prossimo album, SremmLife 2 , uscirà il 12 agosto 2016.[11] L'album include la loro prima canzone di Billboard Hot 100 numero uno " Black Beatles ", in cima alla classifica nel numero del 26 novembre 2016. Inoltre ha dato a Gucci Mane il suo primo numero uno.[12]

Oggi i due fratelli sembrano lavorare sui loro album da solisti. Il 12 agosto 2016, Swae Lee ha annunciato il suo album solista di debutto, Swaecation.[13] Slim Jxmmi ha annunciato che sta effettivamente lavorando al suo progetto "Uncle Jxm".[14] Swae Lee ha anche annunciato che i due fratelli stavano lavorando a un nuovo album, chiamato SremmLife 3 . Il 4 agosto 2017, il duo ha pubblicato un nuovo singolo intitolato "Perplexing Pegasus".

All'inizio del 2018, Mike WiLL ha annunciato che Swae Lee e Slim Jxmmi avrebbero pubblicato i loro album solisti, "Swaecation" e "Jxmtroduction" , infine hanno scelto di fare un unico album "SR3MM".[15] Il duo ha pubblicato " T'd Up " come secondo singolo di SremmLife 3 il 5 febbraio 2018 e ha pubblicato tre singoli da SR3MM il 1º marzo 2018, "Hurt to Look" di Swae Lee, "Brxnks Truck" di Slim Jxmmi ", e un duo intitolato "Powerglide", in collaborazione con Juicy J.[16] Nel complesso, SR3MM ha ricevuto recensioni principalmente positive da parte della critica.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Matthew Trammell, Scott Perry e Shomi Patwary, How To Pronounce Rae Sremmurd, Once And For All, su The Fader, The Fader. URL consultato il 22 aprile 2015.
  2. ^ David Turner, Young Trendsetters: An Interview With "No Flex Zone", su thefader.com, Fader, 25 luglio 2014. URL consultato il 5 novembre 2014.
  3. ^ Patrick Lyons, Rae Sremmurd Discuss The Success Of "No Flex Zone", su hotnewhiphop.com, Hot New Hip Hop, 5 luglio 2014. URL consultato il 16 novembre 2014.
  4. ^ Kyle Kramer, Becoming Rae Sremmurd, su noisey.vice.com, Vice (magazine), 14 ottobre 2014. URL consultato il 2 maggio 2015.
  5. ^ Wild Out Wednesday - Teen Male R&B and Hip-Hop Competition, BET, agosto 2011. URL consultato il 2 maggio 2015.
  6. ^ Scott Morris, Hip Hop Group Appears on BET, su djournal.com, Northeast Mississippi Daily Journal, 24 agosto 2011. URL consultato il 2 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2015).
  7. ^ James Rettig, Watch Rae Sremmurd Acting Like Goofballs On ESPN, su Stereogum.
  8. ^ Rae Sremmurd, su billboard.com. URL consultato il 28 dicembre 2014.
  9. ^ Rae Sremmurd Facebook Page, su facebook.com. URL consultato il 24 gennaio 2015.
  10. ^ Urban/UAC Future Releases, All Access Music Group. URL consultato il 17 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2015).
  11. ^ (EN) Justin Ivey, Rae Sremmurd’s 'SremmLife 2' Gets New Release Date - XXL, su XXL Mag. URL consultato il 30 aprile 2019.
  12. ^ Rae Sremmurd's 'Black Beatles' Blasts to No. 1 on Hot 100, su Billboard. URL consultato il 30 aprile 2019.
  13. ^ (EN) Rae Sremmurd's Swae Lee and Slim Jxmmi Announce Solo Projects, Katy Perry Collab, su Complex. URL consultato il 30 aprile 2019.
  14. ^ (EN) Jxm, #UncleJxm project coming soon, su @Jxmmi, 17 marzo 2017. URL consultato il 30 aprile 2019.
  15. ^ (EN) Brittany Spanos, Brittany Spanos, Hear Rae Sremmurd Preview New Album 'Sr3mm' With Hazy 'T'd Up', su Rolling Stone, 5 febbraio 2018. URL consultato il 30 aprile 2019.
  16. ^ (EN) Listen to three new songs from Rae Sremmurd, su The FADER. URL consultato il 30 aprile 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: SremmLife.
Controllo di autoritàLCCN (ENno2015005178 · BNF (FRcb16982291c (data) · WorldCat Identities (ENno2015-005178