Rabona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nel calcio, la rabona (in lingua italiana incrociata)[1] è un movimento in cui si colpisce la palla spostando il piede calciante dietro quello di appoggio, incrociandolo, in un movimento che genera un tiro, un cross, o un piccolo tocco, usato perlopiù per il dribbling.

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il ricorso alla rabona può essere dettato da esigenze pratiche (ad esempio, un calciatore mancino che crossa mentre si trova sul lato destro del campo) o tecniche (per esempio, quando risulta difficile superare i difensori avversari in dribbling o si subisce il pressing). Essendo una giocata che richiede grande equilibrio e forza, quindi facile da sbagliare anche per i fuoriclasse, non è usata con frequenza.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

La rabona è stata resa famosa in tutto il mondo dagli Argentini ai Mondiali di calcio del 1930 in Uruguay. In Italia il maestro della rabona è considerato Giovanni Roccotelli (che vestì, tra le altre, le maglie di Cagliari, Ascoli e Torino): già nella prima giornata del campionato cadetto 1976-77, domenica 26 settembre 1976, giorno della prima delle sue 165 partite complessive della sua carriera in Serie B, nell'incontro Cagliari-Spal, proprio in rabona, effettuò un traversone per Virdis in area di rigore, traversone che l'attaccante non riuscì comunque a tramutare in rete. Roccotelli ricorreva a tale gesto tecnico anche per battere rigori e punizioni dal limite dell'area di rigore.[2]

Il 19 settembre 1948 durante una partita in Argentina tra Estudiantes e Rosario Central, Ricardo Infante (che militava nell'Estudiantes) realizzò una rete in rabona, calciando da una distanza di trentacinque metri.[3] Era uno dei numeri che era in grado di fare Diego Armando Maradona.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

È possibile utilizzare la rabona come tiro su punizione con il videogame FIFA 15 e con il più recente FIFA 16. Tale opzione è limitata a due soli tiratori: Cristiano Ronaldo e Ronaldinho.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rabona deriva dal termine spagnolo rabo (coda) in riferimento alla coda dei bovini.
  2. ^ Cocò Roccotelli, il mago della rabona, gazzetta.it, 2 febbraio 2007. URL consultato il 23 marzo 2014.
  3. ^ (ES) Walter Raiñ, Rabona y gol, Clarín, 15 ottobre 1998. URL consultato il 23 marzo 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio