Quentin Massys

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johannes Wierix: Ritratto di Quentin Massys

Quentin Massys, attestato anche come Quinten o Kwinten e con cognome Matsys o Metsys o Matsijs, (Lovanio, 1466Anversa, 1530), è stato un pittore fiammingo, fondatore della Scuola di Anversa. Famosissimo artista nella sua epoca e sperimentatore di nuovi tipi di tecniche artistiche, tra le sue opere più celebri si ricordano La Duchessa brutta, Gli esattori e Il banchiere e sua moglie.

La Duchessa brutta (1525-30),
Olio su legno, 64 x 45,5 cm, National Gallery, Londra

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Quentin nacque a Lovanio da Joost Massys (o Matsys), che svolgeva il lavoro di fabbro, e da Catherine van Kinckenumile. Venne avviato in giovane età al mestiere del padre[1]. Si tramanda, senza prove documentali, che avesse iniziato a studiare pittura dopo essersi innamorato della figlia di un pittore. Dedicatosi all'arte, riuscì a padroneggiare benissimo il pennello e in breve acquisì una certa fama. Nel 1491 è attestata la sua presenza ad Anversa, dove fu ammesso, all'età di 25 anni, nella locale gilda[2].

Nel 1492 sposò Aleytvan Tuyl, che gli dette tre figli. Nel 1508, rimasto vedovo, sposò Catharina Heyns, con la quale ebbe altri dieci figli, tra cui Jan (1509-1575) e Cornelis (1513-1579) che divennero entrambi pittori, ma senza mai superare in bravura il padre.

Al 1507 risale la prima commissione importante, da parte della Confraternita di Sant'Anna di Lovanio, per la locale Collegiata di San Pietro: la pala d'altare detta Trittico di Sant'Anna, ora al Musées Royaux des Beaux-Arts di Bruxelles.

Nel 1521, raggiunta l'agiatezza economica, si trasferì con la famiglia in una grande casa nella Schuttershofstraat di Anversa, i cui interni furono decorati dallo stesso Massys alla maniera italiana, con grottesche (capricciosi intrecci di festoni di foglie, fiori e frutta).

Nel 1530, ammalatosi dell'epidemica febbre inglese, morì nel convento dei certosini di Anversa, dove venne anche sepolto. Le sue spoglie furono traslate, cento anni dopo, nel 1630, nella Cattedrale di Anversa, su richiesta del grande collezionista d'arte Cornelis van der Geest[3].

Il Primato di Quentin[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni studiosi d'arte parlano di Primato di Quentin per indicare il grado di perfezione, ineguagliabile e inarrivabile, raggiunto da Massys. Considerato da molti critici d'arte come padre della pittura fiamminga e iniziatore della pittura di genere, la sua opera risultò fondamentale per la prima generazione manieristica fiamminga, soprattutto nell'ambito del ritratto, e le sue pale d'altare influenzarono nettamente la pittura spagnola e quella portoghese[4] Nelle sue opere, Massys presenta riferimenti alla filosofia aristotelica ed epicurea: ad esempio, nel quadro Gli esattori l'artista raffigura le forbici che pendono sopra il capo dei due banchieri (chiamati da molti critici Il bello e Il brutto) per indicare la precarietà della vita; la porta aperta, invece, a detta degli esperti dell'Accademia artistica di Fontanelle-Ginevra, raffigura la possibilità di salvezza.

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Img Titolo Data Tecnica h[5] l[5] Collocazione Note
01 Madonna with Child by Quinten Massijs I, c. 1485-1495 - Museum M - Leuven, Belgium - DSC05108.JPG Madonna col Bambino 1490 ca. olio su tavola M – Museum Leuven, Lovanio
02 Massijs Madonna and Child 01.jpg Madonna col Bambino 1490 ca. olio su tavola di quercia 55,5 34 Museo nazionale di Varsavia, Varsavia Pannello centrale, unico rimasto, di un trittico
03 Quinten Massys - The Virgin and Child Enthroned, with Four Angels - Google Art Project.jpg Madonna e Bambino in trono, con quattro angeli 1497 ca. olio su tavola di quercia 62,2 43,2 National Gallery, Londra
04 Quinten Metsys - Triptyque de la confrérie de Sainte-Anne à Louvain.jpg Trittico di Sant'Anna 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles Firmato
04 a Quinten Metsys-Triptique de la confrerie Saint-Anne a Louvain mg 2987.jpg Trittico di Sant'Anna - Scomparto di sinistra (Annuncio a san Gioacchino) 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles
04 b Quinten Metsys-Triptique de la confrerie Saint-Anne a Louvain mg 2985.jpg Trittico di Sant'Anna - Scomparto centrale (La santa parentela) 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles
04 c Quinten Metsys-Triptique de la confrerie Saint-Anne a Louvain mg 2986.jpg Trittico di Sant'Anna - Scomparto di destra (Morte di Sant'Anna) 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles
05 Quinten Massijs (I) - St John Altarpiece - WGA14270.jpg Trittico di San Giovanni 1507-1509 olio su tavola 260 504 Museo reale di belle arti di Anversa, Anversa
06 Tríptico da Paixão de Cristo (Metsys).jpg Trittico della Passione 1514-1517 olio su tavola Museu Nacional Machado de Castro, Coimbra Del pannello centrale (Il Calvario) sono rimasti solamente alcuni frammenti
06 a Quentin Metsys Tríptico da Paixão de Cristo c 1517 3.jpg Trittico della Passione - Scomparto di sinistra (La flagellazione) 1507-1509 olio su tavola Museu Nacional Machado de Castro, Coimbra
06 c Quentin Metsys Tríptico da Paixão de Cristo c 1517 4.jpg Trittico della Passione - Scomparto di destra (Ecce Homo) 1507-1509 olio su tavola Museu Nacional Machado de Castro, Coimbra
07 Virgin with child-Quentin Metsys-MBA Lyon A2908-IMG 0271.jpg La Vergine e il Bambino attorniati dagli angeli 1509 olio su tavola 54,5 37,5 Musée des Beaux-Arts, Lione
08 Políptico das Sete Dores de Maria.jpg Polittico dei sette dolori di Maria olio su tavola 1509-1511 Simulazione della disposizione dei pannelli sulla base dell'omonimo polittico (1500) di Albrecht Dürer
08 a Quentin Metsys - Virgem das Dores.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (Maria addolorata) 1509-1511 olio su tavola 171,5 151 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
08 b Quentin Metsys - Apresentação do Menino no Templo.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (Presentazione di Gesù al tempio) 1509-1511 olio su tavola 83,7 80,7 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
08 c The Rest on the Flight into Egypt (Worcester Art Museum).jpg Polittico dei sette dolori di Maria (Riposo durante la fuga in Egitto) 1509-1511 olio su tavola Worcester Art Museum, Worcester
08 d Quentin Metsys - Menino Jesus entre os Doutores.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (Gesù tra i dottori) 1509-1511 olio su tavola 62,5 80,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
08 e Quentin Metsys - Cristo a Caminho do Calvário.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (La salita di Gesù al Calvario) 1509-1511 olio su tavola 82,5 82,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
08 f Quentin Metsys - Lamento ao pé da cruz - século XVI.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (Lamentazione ai piedi della Croce) 1509-1511 olio su tavola 82,2 79 Museu Dom Joao VI, Rio de Janeiro
08 g Quentin Metsys - S. João Evangelista e as Santas Mulheres depois do enterro de Cristo.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (San Giovanni Evangelista e le Marie davanti al Sepolcro) 1509-1511 olio su tavola 83 79,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
08 h Quentin Metsys - Calvário.jpg Polittico dei sette dolori di Maria (Calvario) 1509-1511 olio su tavola 92 90,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
09 Quentin Massys 030.jpg Allegoria della follia 1510 olio su tavola 60,3 47,6 J. Held Collection, New York
10 Quinten Metsys - De Kruisdraging.jpg Cristo che porta la croce 1510-1515 olio su tavola 83 59 Rijksmuseum, Amsterdam
11 QUINTEN METSYS VIRGIN IN PRAYER.jpg Vergine in preghiera olio su tavola 43 31 Kiel di Anversa
12 Quentin Massys - Portrait of a Man - National Gallery of Scotland.jpg Ritratto di un uomo 1510-1520 olio su tavola 80 64,5 National Gallery of Scotland, Edimburgo
13 Quentin Metsys - Portrait of a man, 1510-20.jpg Gentiluomo con rosario 1510-1520 olio su tavola 48,2 41,9 Collezione privata Venduto da Christie's nel 2007
14 Messys - Ritratto di una donna.jpg Gentildonna con libro delle preghiere 1510-1520 olio su tavola 48,3 43,2 Metropolitan Museum of Art, New York
15 Quinten Metsys, Portret van Erasmus.jpg Ritratto di Erasmo (da un ritratto di Hans Holbein il Giovane) olio su tavola Casa di Erasmo da Rotterdam, Anderlecht
16 Quentin Massys 002.jpg Inumazione di Cristo 1511 olio su tavola 260 273 Koninklijk Museum voor Schone Kunsten, Anversa
17 Messys - Il cambiavalute e sua moglie.jpg Il cambiavalute e sua moglie 1514 olio su tavola 70 67 Museo del Louvre, Parigi
18 Quentin Massys 005.jpg Ecce Homo 1515 olio su tavola 160 120 Museo del Prado, Madrid
19 Quentin Massys-The Crucifixion-after 1515,National Gallery,London.jpg Crocifissione 1515 olio su tavola 90,2 58,4 National Gallery, Londra
20 Messys - Erasmo (Roma).jpg Ritratto di Erasmo da Rotterdam 1517 olio su tavola trasferito su tela Palazzo Barberini, Roma
21 Quinten Massijs (I) - Portrait of Pieter Gillis - WGA14290.jpg Ritratto di Pieter Gillis 1517 olio su tavola trasferito su tela 59 47 Palazzo Barberini, Roma
22 Quentin Massys-Portrait of an Old Man,1517,Musée Jacquemart-André,Paris.jpg Uomo anziano di profilo 1517 olio su tavola 48 37 Museo Jacquemart-André, Parigi Scritta in alto a sinistra: QVINTINVS METSYS PINGEBAT ANNO 1517
23 Quentin Massys 004.jpg Vergine col Bambino 1520 olio su tavola 41 28 Museo Boijmans Van Beuningen, Rotterdam
24 Massys Virgin and Child.jpg Vergine col Bambino 1520 olio e foglia d'oro su tavola di quercia 51,1 36,2 Castello del Wawel, Cracovia Con aiuti della bottega
25 Messys - Ritratto di un uomo.jpg Ritratto d'un uomo olio su tavola 39,7 28,6 Metropolitan Museum of Art, New York Sul colletto appare la scritta LEVER
26 Messys - Cristo in croce e donatori.jpg Trittico con Cristo in croce, donatori e santi 1520 olio su tavola Museo Mayer van den Bergh, Anversa
26 Quentin Metsys - Les usuriers.jpg Gli usurai 1520 olio su tavola Galleria Doria Pamphili, Roma
28 Quenti Massys Gli esattori.jpg Gli esattori 1520 olio su tavola Liechtenstein Museum, Vienna
29 Quentin Massys - Ill-Matched Lovers, c. 1520-25.jpg L'accordo tra gli amanti 1520-1525 olio su tavola 43,2 63 National Gallery of Art, Washington
30 Quentin Matsys-bildnis eines gelehrten-Portrait of a scholar.jpg Uno scolaro 1520-1525 olio su tavola 68,8 53,3 Städelsches Kunstinstitut, Francoforte sul Meno
31 P1160311 Louvre Ste madeleine Quentin Metsys RF2006-1 rwk.jpg Maria Maddalena 1520-1525 olio su tavola 85 79 Museo del Louvre, Parigi
32 Saint Mary of Egypt Quentin Matsys.jpg Santa Maria Egiziaca 1520-1530 olio su tavola Philadelphia Museum of Art, Filadelfia
33 Quentin Metsys - O Casamento Desigual.jpg Il matrimonio per interesse 1525-1530 olio su tavola 54 89 Museo d'arte di San Paolo, San Paolo del Brasile Di dubbia attribuzione, forse copia di un allievo
34 Quentin Matsys - A Grotesque old woman.jpg La Duchessa brutta 1525-1530 olio su tavola 64,2 45,5 National Gallery, Londra
35 Quentin Massys 009.jpg San Girolamo nello studio 1525-1535 olio su tavola 57 77 Kunsthistorisches Museum, Vienna
36 Quentin Massys-The Adoration of the Magi-1526,Metropolitan Museum of Art,New York.jpg L'adorazione dei Magi 1526 olio su tavola 103 80 Metropolitan Museum of Art, New York
37 Quentin Massys-Ecce Homo-1520,Doge's Palace,Venice.jpg Ecce Homo 1526 olio su tavola Palazzo Ducale, Venezia
38 Quinten Massijs (I) - Virgin and Child - WGA14302.jpg La Vergine e il Bambino con uva 1529 olio su tavola 68 51 Museo del Louvre, Parigi
39 Quentin Massys 006.jpg Ritratto di un canonico olio su tavola 73 60 Fürstlich Lichtensteinische Gemäldegalerie, Vaduz
40 Aparição de um Anjo às Santas Clara e Inês de Assis e Coleta de Corbie Oficina de Quentin Metsys.jpg Apparizione di un angelo alle Sante Chiara, Ines e Coletta olio su tavola 152,7 97,3 Convento di Gesù, Setúbal Attribuzione non unanime

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ J. Molanus, Historiae Lovaniensium
  2. ^ [1]
  3. ^ N. Schrijvers, Quentin Massijs, in Flemish Primitives[2]
  4. ^ Le garzantine - Arte, Garzanti Libri SpA, 2002
  5. ^ a b In centimentri

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17495748 · ISNI (EN0000 0001 0875 5334 · LCCN (ENn82270627 · GND (DE118731610 · BNF (FRcb121915750 (data) · ULAN (EN500025017 · NLA (EN35915796 · BAV ADV10161939 · CERL cnp01329789 · WorldCat Identities (ENn82-270627