Porto Seguro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porto Seguro
comune
Porto Seguro – Veduta
Localizzazione
StatoBrasile Brasile
Stato federatoBandeira da Bahia.svg Bahia
MesoregioneSul Baiano
MicroregionePorto Seguro
Amministrazione
PrefettoClaudia Silva Santos Oliveira (PSD)
Territorio
Coordinate16°26′44″S 39°03′53″W / 16.445556°S 39.064722°W-16.445556; -39.064722 (Porto Seguro)Coordinate: 16°26′44″S 39°03′53″W / 16.445556°S 39.064722°W-16.445556; -39.064722 (Porto Seguro)
Altitudinem s.l.m.
Superficie2 408,327 km²
Abitanti126 929[1] (2010)
Densità52,7 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale45810-000
Fuso orarioUTC-3
Codice IBGE2925303
Nome abitantiporto-segurense
Cartografia
Mappa di localizzazione: Brasile
Porto Seguro
Porto Seguro
Porto Seguro – Mappa
Sito istituzionale

Porto Seguro è una città del Brasile nello Stato di Bahia, parte della mesoregione del Sul Baiano e della microregione di Porto Seguro, a circa 700 km dalla capitale dello Stato, Salvador.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Porto Seguro è la città del Brasile nella quale approdarono nell'aprile del 1500 alcuni marinai portoghesi (dieci navi e tre caravelle) sotto il comando del navigatore Pedro Álvares Cabral, dando inizio alla colonizzazione da parte del Portogallo. I navigatori portoghesi approdarono sulla costa occidentale dell'attuale Brasile in una zona che chiamarono "Vera Cruz", per poi scorrere la costa fino appunto all'attuale Porto Seguro, nella zona a circa 15 km dal centro, denominata Coroa Vermelha.

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Nella città, di circa 125.000 abitanti, viene posto un estremo occhio di riguardo per la propria storia, ad esempio non viene consentita la costruzione di palazzi che siano più alti di due piani (piano terreno e primo piano);[2]. nel 1976 tutto il distretto di Porto Seguro è divenuto Patrimonio Storico Nazionale.

La città ha un aeroporto internazionale che dista dal centro circa 3 km, e con il quale si collega a tutte le grandi città del Brasile; vi sono collegamenti con autobus di linea e privati anche multipiano.

Il clima è caratterizzato da estati molto calde, con picchi di circa 42 gradi, mentre in inverno le temperature oscillano tra i 25 e i 15 gradi.

La città è attraversata dal Rio Buranhém, a sud, 60 km circa, si trova il Monte Pascoal.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale Porto Seguro è una delle mete turistiche più ambite del Brasile. Porto Seguro è infatti una meta turistica di molti europei e americani, ed offre svariati divertimenti sul lungomare, tra cui la Passarella do Alcool, ossia il Passaggio dell'Alcool, cioè una camminata tra vari chioschi che offrono misture di cocktail alcolici soprattutto alla frutta. La Passarella do Alcool è una via pedonale, dove si concentra movimento serale della città in quanto vi sono locali, ristoranti, bar, pizzerie, negozi e dove si trovano anche piccoli ritrovi dell'artigianato locale.

Cosa che fa divenire molto ambita questa città sono i prezzi alquanto contenuti per il pernottamento sia nelle pousadas (piccoli bed and breakfast) che negli alberghi, la possibilità di raggiungerla attraverso un aeroporto.Si possono vedere anche spettacoli di Capoeira. La mescolanza di storia e tempi moderni è palese tanto è vero che nella vicina Arraial d'Ajuda pochi anni fa, nasceva la lambada, ballo che l'ha resa famosa nel mondo intero.

Nelle vicinanze di Porto Seguro esistono spiagge bianche dai fondali marini con colori magnifici, mete sia turistiche che meno, tra le quali:

Da Porto Seguro, ma anche da Coroa Vermelha, inoltre è possibile fare escursioni in barca fino all'isola dei coralli, per poi raggiungere le oasi naturali (piscine calde all'interno dell'Oceano) di Coroa Alta e di Recife de Fora.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Scheda del comune dall'IBGE - Censimento 2010, su cidades.ibge.gov.br. URL consultato il 13 novembre 2013.
  2. ^ Plano Diretor Urbano de Porto Seguro (PDF), su villasdoarraial.com.br. URL consultato il 28 di gennaio del 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN126477033
Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile