Pipistrellus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pipistrellus
Pipistrellus pipistrellus lateral.jpg
Pipistrellus pipistrellus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Vespertilionidae
Sottofamiglia Vespertilioninae
Genere Pipistrellus
Kaup, 1829
Sinonimi

Alobus, Attalepharca, Eptesicops, Euvesperugo, Nannugo, Romicia, Romicius, Vansonia

Specie

Vedi testo

Pipistrellus (Kaup, 1829) è un genere di pipistrelli della famiglia dei Vespertilionidi.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Al genere Pipistrellus appartengono pipistrelli di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 35 e 62 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 27 e 50 mm, la lunghezza della coda tra 25 e 50 mm e un peso fino a 20 g.[1]

Caratteristiche craniche e dentarie[modifica | modifica wikitesto]

Il cranio presenta una scatola cranica non appiattita e priva di cresta sagittale. Il primo premolare superiore solitamente è ben sviluppato, più o meno situato lungo la linea alveolare, mentre il secondo premolare superiore è talvolta assente. Gli incisivi superiori esterni non sono eccessivamente ridotti e talvolta più piccoli di quelli più interni, i quali possono avere una o due cuspidi. I molari inferiori presentano una struttura occlusale di tipo nyctalodonte, ovvero l'ultima cuspide posteriore linguale è connessa tramite una cresta con una piccola protuberanza terminale, lasciando l'ultima cuspide posteriore labiale isolata (Fig.1).

Sono caratterizzati dalla seguente formula dentaria:

3 2 1 2 2 1 2 3
3 2 1 3 3 1 2 3
Totale: 34
1.Incisivi; 2.Canini; 3.Premolari; 4.Molari;
Fig.1

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo è delicato. Le parti superiori variano dal marrone chiaro al nerastro, mentre quelle inferiori sono generalmente più chiare, talvolta anche biancastre. Il muso è corto, largo, con due masse ghiandolari sui lati e con dei cuscinetti all'angolo posteriore della bocca, che cambiano dimensione in relazione alle condizioni riproduttive dell'individuo. Le orecchie sono corte, ben separate tra loro, triangolari con l'estremità spesso arrotondata, talvolta appuntita e con un antitrago più o meno sviluppato. Il trago è solitamente di lunghezza moderata, con i bordi paralleli e l'estremità smussata. Le ali sono lunghe e strette, possono essere chiare, scure o bianche e in alcune specie avere il bordo posteriore marcato distintamente di bianco. Il quinto dito è più lungo del metacarpo del terzo e quarto dito. Il calcar presenta un lobo di rinforzo ben sviluppato. L'osso penico è lungo e sottile, curvato in avanti, leggermente più largo alla base e con l'estremità biforcuta.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il genere è diffusa in Africa, Madagascar, Europa, Asia ed Oceania fino alle Isole Salomone.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La classificazione di questo genere risulta alquanto complessa e soggetta a continue variazioni alla luce delle nuove ricerche. Inizialmente la distinzione tra Eptesicus e Pipistrellus si basava sulla presenza di un secondo premolare superiore in quest'ultimo genere, ma successivamente si è dimostrato che tale caratteristica non è discriminante ma può presentarsi indistintamente in diverse forme anche in gruppi molto omogenei all'interno della famiglia dei Vespertilionidi. Soltanto nel 1987, Hill e Harrison hanno proposto una nuova classificazione basandosi sulla morfologia dell'osso penico, carattere ritenuto conservativo, spostando alcune specie da un genere all'altro e creando diversi sottogeneri, che successivamente negli anni, con la conferma di ricerche filogenetiche e molecolari, sono stati elevati al rango di generi a sé stanti.

Il genere comprende attualmente le seguenti specie [2]:

Incertae Sedis

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Novak, 1999
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Pipistrellus, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Bates PJJ, Ratrimomanarivo FH, Harrison DL and Goodman SM, A description of a new species of Pipistrellus (Chiroptera: Vespertilionidae) from Madagascar with a review of related Vespertilioninae from the island, in Acta Chiropterologica, vol. 8, nº 2, 2006, pp. 299–324.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi