Pieralfonso Fratta Pasini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pieralfonso Fratta Pasini (Verona, 2 febbraio 1959) è un imprenditore e politico italiano.

Pieralfonso Fratta Pasini
PieralfonsoFrattaPasini.JPG

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XIII, XIV, XV
Gruppo
parlamentare
Forza Italia
Circoscrizione Veneto 1
Collegio Verona
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia
Professione imprenditore

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È imprenditore nel settore assicurativo e agente procuratore di una primaria compagnia dal 1986. È stato anche socio fondatore del club di servizio "Round Table" del Benaco.

È padre di due figli.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Incarichi di partito e attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua attività politica aderendo al Partito Liberale di cui è vicesegretario cittadino e tesoriere a Verona.

Nel 1994 aderisce a Forza Italia, assumendo i ruoli di delegato del collegio 2 di Verona, coordinatore cittadino, e vice coordinatore regionale del Veneto.

Il 14 marzo 2012 si dimette dal Popolo della Libertà, partito nato nel 2009 dalla fusione di Forza Italia e Alleanza Nazionale.

Il 7 giugno 2012 fonda Passione e Libertà, movimento civico basato su ideali liberali.

Incarichi istituzionali e attività parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Viene eletto per la prima volta deputato di Forza Italia nel 1996 (XIII legislatura), entrando a far parte della XI commissione permanente - Lavoro pubblico e privato, del comitato permanente per la formazione e della XIII commissione permanente - Agricoltura.

Rieletto nel 2001 (XIV Legislatura), fa parte della XI commissione permanente - Lavoro pubblico e privato, della XIV commissione - Politiche Unione europea e della XIII Commissione - Agricoltura. È anche componente del direttivo del gruppo parlamentare di Forza Italia con delega alla segreteria generale e ai rapporti con le categorie.

Nelle elezioni politiche del 2006 (XV legislatura) viene rieletto per la terza volta alla Camera dei deputati col ruolo di vicepresidente del gruppo parlamentare di Forza Italia con delega alla segreteria generale, e fa parte della X commissione - Attività Produttive.

Incarichi e attività negli enti locali[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1994 al 1998 copre la carica di consigliere comunale a Verona e, primo degli eletti nella lista Forza Italia - CCD alle elezioni amministrative, di presidente del consiglio comunale dal giugno 1994 al maggio 1996.

Nuovamente primo degli eletti nella lista di Forza Italia, torna a ricoprire la carica di presidente del consiglio comunale di Verona da giugno 2007 a maggio 2012.

Nell'ottobre 2009 è stato anche eletto vice presidente vicario del coordinamento dei consigli comunali italiani nel corso della XXVI assemblea annuale dell'ANCI svoltasi a Torino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]