Pergamino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il partido omonimo, vedi Partido di Pergamino.
Pergamino
città
Pergamino – Veduta
Localizzazione
StatoArgentina Argentina
ProvinciaBandera de la Provincia de Buenos Aires.svg Buenos Aires
DipartimentoPergamino
Amministrazione
SindacoJavier Martínez (Cambiemos)
Territorio
Coordinate33°53′01″S 60°34′01″W / 33.883611°S 60.566944°W-33.883611; -60.566944 (Pergamino)Coordinate: 33°53′01″S 60°34′01″W / 33.883611°S 60.566944°W-33.883611; -60.566944 (Pergamino)
Altitudine56 m s.l.m.
Abitanti104,985 (2010)
Altre informazioni
Cod. postaleB2700
Prefisso02477
Fuso orarioUTC-3
Nome abitantipergaminense
Cartografia
Mappa di localizzazione: Argentina
Pergamino
Pergamino

Pergamino è una città argentina della provincia di Buenos Aires, capoluogo dell'omonimo partido.

È un importante centro agricolo e manifatturiero, nonché un importante snodo stradale del nord della provincia bonaerense.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Pergamino sorge sulle rive del torrente omonimo, nella parte settentrionale della provincia di Buenos Aires, nel cuore della regione della Pampa. La città è situata a 222 km a nord-ovest dalla capitale nazionale Buenos Aires e a 110 km a sud di Rosario.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Un documento del Cabildo della fine del XVI secolo attesta nell'area dell'odierna città l'esistenza di una stazione di posta chiamata La Dormida del Pergamino[1]. Questo edificio sorgeva nel punto esatto dove l'antico cammino che univa il porto di Buenos Aires con l'interno si biforcava: una via raggiungeva Córdoba e l'Alto Perù l'altra Mendoza ed il Cile[2].

Un documento del 1749 attesta l'esistenza sull'area dell'odierna città del Forte del Pergamino. Questo caposaldo, eretto per limitare le incursioni dei nativi ai danni dei coloni, fu ricostruito in mattoni nel 1776[3]. Attorno alla fortificazione sorse un piccolo insediamento civile che nel 1779 divenne sede di una parrocchia sei anni più tardi fu dotato di un alcalde da parte delle autorità coloniali spagnole.

Con la stabilizzazione dello stato argentino e la pacificazione interna, la cittadina divenne uno dei principali centri agricoli della provincia bonaerense, in particolare grazie alla coltivazione intensiva del mais. Un ulteriore sviluppo all'economia locale fu garantito dall'arrivo della ferrovia nel 1882 e dal conseguente afflusso di migliaia di immigrati italiani, spagnoli, francesi e britannici. La città si affermò rapidamente come centro agricolo e commerciale grazie anche alla sua posizione strategica all'interno della rete ferroviaria nazionale.

Pergamino ottenne lo status di città dal Senato e dalla Camera dei Deputati della Repubblica il 23 ottobre 1895.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Nostra Signora della Mercede
  • Palazzo Municipale
  • Casa natale di Arturo Illia
  • Ex Hotel Roma

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Museo Municipale di Pergamino
  • Museo Ferroviario
  • Museo Municipale di Belle Arti

Università[modifica | modifica wikitesto]

  • La città è sede di alcune facoltà dell'Università Nazionale del Nordovest della Provincia di Buenos Aires, fondata nel 2002.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Pergamino è uno dei principali snodi stradali del nord della provincia di Buenos Aires. La città è infatti situata all'intersezione tra strada nazionale 8, che unisce Buenos Aires alle provincie di Córdoba e San Luis, e la strada nazionale 188 che, dopo aver attraversato la parte settentrionale provincia bonaerense e le provincie di La Pampa e di San Luis termina a General Alvear, in provincia di Mendoza.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La principale squadra calcistica di Pergamino è il Club Atlético Douglas Haig, fondato nel 1918.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN136015613 · LCCN (ENn50079858 · GND (DE252816-2 · WorldCat Identities (ENlccn-n50079858
Argentina Portale Argentina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Argentina