Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Penisola di Taman'

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Penisola di Taman)
Jump to navigation Jump to search
Il Mar Nero settentrionale con la penisola di Crimea e la penisola di Taman'

La penisola di Taman' (in russo: Тама́нский полуостров?, traslitterato: Tamanskij poluostrov) è una penisola dell'attuale Territorio di Krasnodar di Russia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

È circondata a nord dal mar d'Azov, ad ovest dallo stretto di Kerč' (che la divide dalla penisola di Kerč' e dal resto della Crimea) ed a sud dal mar Nero.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'antichità vi erano situate le antiche colonie greche di Ermonassa e Fanagoria e la più recente città di Tmutarakan'. Fu una terra abitata dalle antiche popolazioni dei Maeotae e Sindi. Nel periodo classico fece parte del regno del Bosforo, fra gli abitanti vi erano sarmati, greci, anatolici provenienti dal Ponto ed ebrei.

Nel Basso Medioevo venne colonizzata dalla Repubblica di Genova, in particolare appartenne alla nobile famiglia De Ghisolfi, finché non venne conquistata dagli Ottomani. Fu occupata dai tedeschi nel 1942, e ripresa dall'Armata Rossa nel 1943. Nel 2012 venne scoperto dall'Accademia russa delle scienze un tempio dedicato a Demetra, costruito cinquant'anni prima del Partenone, che forse ospitava i Misteri eleusini[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN235190622 · GND (DE4324530-4
Russia Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Russia