Stretto di Kerč'

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stretto di Kerč'
Kerch Strait Landsat.jpg
Immagine LANDSAT dello stretto
Parte di Mar d'Azov
Stato Russia Russia
Circondario federale Meridionale
Coordinate 45°15′N 36°30′E / 45.25°N 36.5°E45.25; 36.5Coordinate: 45°15′N 36°30′E / 45.25°N 36.5°E45.25; 36.5
Dimensioni
Lunghezza 35 km
Larghezza 4,5-15 km
Profondità massima 18 m
Idrografia
Isole Isola di Tuzla
Insenature Baia di Taman'
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Stretto di Kerč'
Stretto di Kerč'
Locatie Straat van Kertsj.PNG
Posizione geografica dello stretto

Lo stretto di Kerč' (in russo: Керченский пролив, Kerčenskij proliv; in ucraino: Керченська протока Kerčens'ka protoka; in tataro di Crimea: Keriç boğazı) connette il mar Nero col mar d'Azov, separando la penisola di Kerč' ad ovest dalla penisola di Taman' ad est.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Lo stretto varia da 4,5 a 15 km in ampiezza, con una profondità fino a 18 m. Il porto più importante si trova nella città di Kerč'.

Immagine satellitare

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Bosforo Cimmerio rappresentato su una antica stampa prodotta a Londra, ca 1770

Era chiamato dagli antichi greci Bosforo Cimmèrio e vi fu costituito anche un regno ellenistico (detto appunto Regno del Bosforo Cimmerio) che fu cliente di Roma.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la guerra, i trasporti attraverso lo stretto venivono garantiti, dal 1952, da un traghetto che collega la Crimea e il Kraj di Krasnodar (Porto Krym - Porto Kavkaz). In origine vi erano quattro navi traghetto del treno; successivamente sono stati aggiunti tre navi auto-traghetto.

Ponte sullo stretto[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ponte di Crimea.

Dal 1944, diversi progetti di ponti sono stati predisposti per attraversare lo stretto, sempre ostacolati dalla difficoltà di configurazione geologica e geografica della zona. I lavori preliminari per la costruzione del ponte sono stati avviati nel 2003 con la realizzazione di 3,8 chilometri lungo la diga, provocando il conflitto del 2003 per l'isola di Tuzla.[1]

La progettazione del ponte è iniziata nel 2014, subito dopo l'occupazione della Crimea da parte della Russia. Nel gennaio 2015 il contratto multimiliardario per la costruzione del ponte è stato appaltato al Gruppo SGM di Arkady Rotenberg, e i lavori sono iniziati nel maggio successivo. Il ponte stradale è stato inaugurato il 16 maggio 2018, mentre il completamento del collegamento ferroviario è previsto per l'inizio del 2019.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Columbia Encyclopedia, Sixth Edition

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN246276153 · GND (DE4497588-0