Pelochelys cantorii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tartaruga guscio molle gigante di Cantor
Pelochelys cantorii.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Testudines
Famiglia Trionychidae
Genere Pelochelys
Specie P. cantorii
Nomenclatura binomiale
Pelochelys cantorii
Gray, 1831
Sinonimi

Pelochelys cumingii
Gray, 1864
Pelochelys poljakowii
Strauch, 1890

La tartaruga guscio molle gigante di Cantor (Pelochelys cantorii Gray, 1864) è una rara specie di tartaruga della famiglia dei Trionichidi[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il carapace, negli adulti, è rotondeggiante e fortemente appiattito, liscio sulla superficie e di grandi dimensioni (da 600 a 1000 mm di lunghezza), con una colorazione uniformemente marrone o verde olivastra, con i margini più chiari in alcuni casi. Il piastrone presenta quattro grandi callosità. Negli individui immaturi il carapace presenta ridotte escrescenze solo nella zona nucale e il colore è bruno quasi uniforme, privo di variegature o con disegni pallidi non contrastati. Il muso è corto e schiacciato, con la proboscide molto corta[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La tartaruga dal guscio molle gigante asiatica ha un areale piuttosto esteso che comprende le aree planiziali indiane (Kerala, Orissa, Tamil Nadu, Bengala Occidentale), il Bangladesh, il Myanmar (= Birmania), la Thailandia, la Malesia, la Cambogia, il Vietnam, il Laos, la Cina sud-orientale (province di Fujian, Guangdong, Guangxi, Hainan, Jiangsu, Jiangxi, Yunnan, Zhejiang), le isole indonesiane di Kalimantan e Sumatra e le Filippine (Luzon, Mindanao). È una specie stenoalina che popola il basso corso di ecosistemi fluviali, laghi, acque di transizione e acque costiere. Proprio la capacità di nuotare in mare ha permesso a Pelochelys cantorii di colonizzare tutto il Sud-est asiatico[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le uova, da 24 a 70, sono deposte tra giugno e settembre in un nido scavato nella sabbia, a non grande distanza dalla riva. La dieta, prevalentemente carnivora, include pesci e invertebrati acquatici[3].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Le popolazioni appaiono in declino in alcune regioni, in particolar modo nella penisola indocinese. Questa specie è minacciata dalla cattura spropositata che coinvolge gli individui più grandi e quindi più importanti per la riproduzione, ma anche giovani e subadulti, che finiscono annegati nelle reti abbandonate disposte un po' dappertutto. Decisivo fattore di minaccia l'alterazione e la perdita dei suoi habitat principali[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Buhlmann, K., Rhodin, A. & van Dijk, P.P. (Tortoise & Freshwater Turtle Red List Authority) 2016, Pelochelys cantorii, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017.
  2. ^ Pelochelys cantorii, su The Reptile Database. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  3. ^ a b c d Frog-faced softshell turtle (Pelochelys cantorii) videos, photos and facts on ARKive.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili