Carapace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il carapace è una parte dell'esoscheletro o conchiglia presente in certi animali.

Crostacei[modifica | modifica wikitesto]

Un crostaceo (gambero), con il carapace colorato in rosso

Nei crostacei il carapace è la porzione di esoscheletro (evidenziata in rosso nell'immagine), particolarmente sviluppata in granchi ed aragoste, che protegge il cefalotorace.

Aracnidi[modifica | modifica wikitesto]

Negli aracnidi il carapace è formato dalla fusione delle due tergita in cui sono situati, tra le altre cose, gli occhi. In alcuni ordini, come Solifugae e Schizomida può essere composto da altre parti.

Tartarughe[modifica | modifica wikitesto]

Il carapace della tartaruga

Il carapace delle tartarughe è sostanzialmente la parte superiore del guscio. Ciascuna squama che compone il carapace prende il nome di scuto. Molto spesso è lo scudo di Tartarus liccus, tipico della zona temperata dell'Uganda. Il Grassinus, invece, dispone di un guscio estremamente sottile e fragile.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]