Parco naturale del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco naturale
del Bosco delle Sorti
della Partecipanza di Trino
Tipo di areaParco naturale
Codice WDPA63029
Codice EUAPEUAP0207
StatiItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
ProvinceVercelli Vercelli
ComuniTrino
Superficie a terra584,58 ha
Provvedimenti istitutiviL.R. 38, 19.08.91
GestoreCumulativa Amministrazione della Partecipanza di Trino
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 45°13′41.33″N 8°15′42.19″E / 45.228148°N 8.26172°E45.228148; 8.26172

Il parco naturale del Bosco delle Sorti della Partecipanza di Trino è un'area naturale protetta del Piemonte istituita nel 1991. Occupa una superficie di 584,58 ettari nella provincia di Vercelli.[1]

Il parco è gemellato con la Riserve des Cascades de Banfora.

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Il parco è rilevante da un punto di vista conservazionistico perché rappresenta una sorta di isola dove varie specie animali, che non riescono a sopravvivere nell'ambiente circostante pesantemente influenzato dalla monocoltura risicola, possono trovare rifugio.

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Il Bosco della Partecipanza è rilevante soprattutto per la sua collocazione, isolata in mezzo a una vastissima area di risaie. Rappresenta infatti una delle poche porzioni di bosco planiziale tuttora presenti nella pianura padana. La sua conservazione è dovuta alla particolare forma di gestione dell'area boscata, con norme severe sul prelievo legnoso e sui tagli effettuabili al suo interno che risalgono al Medioevo. Querce e pioppi sono i tipi arborei prevalenti; la biodiversità vegetale è rimasta notevole, e si possono contare più di 400 diverse specie vegetali. [2]

Punti di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) Archiviato il 4 giugno 2015 in Wikiwix. 5º Aggiornamento approvato con delibera della Conferenza Stato Regioni del 24 luglio 2003 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 144 alla Gazzetta Ufficiale n. 205 del 4 settembre 2003.
  2. ^ 1000 oasi e parchi naturali da vedere in Italia, Gianni Farneti, Rizzoli, anno 2011, pag. 35; vedi Google Books

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]