Palazzo Reale di El Pardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
El Pardo (Madrid): il palazzo reale
Palazzo Reale di El Pardo
El Palacio de El Pardo.JPG
Il Palazzo Reale di El Pardo e il giardino circostante
Localizzazione
StatoSpagna Spagna
Comunità autonomaMadrid Comunità autonoma di Madrid
LocalitàMadrid
IndirizzoForesta di El Pardo
Coordinate40°31′16.64″N 3°46′30.22″W / 40.521288°N 3.77506°W40.521288; -3.77506Coordinate: 40°31′16.64″N 3°46′30.22″W / 40.521288°N 3.77506°W40.521288; -3.77506
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1547-1558
StileRinascimentale - Classicista
Realizzazione
ArchitettoLuis de Vega,Juan de Vergara, René Carlier e Francesco Sabatini
ProprietarioEnrico IV di Castiglia e Patrimonio Nacional
La facciata principale del palazzo
Una fontana del palazzo
Interni del palazzo
Il presidente russo Dmitrij Medvedev ricevuto dai reali di Spagna al Palazzo di El Pardo nel 2009

Il Palazzo Reale di El Pardo (in spagnolo: Palacio (Real) de El Pardo o Palacio del Pardo) è un'antica residenza reale del quartiere di El Pardo, nella periferia nord di Madrid, eretta nel XVII secolo per volere di Filippo III sulle rovine di un edificio preesistente[1] e rimodellata nel 1772 dall'architetto Francesco Sabatini [1][2] per volere di Carlo III[1].

Il palazzo era un tempo la residenza ufficiale di reali e capi di Stato spagnoli quali re Juan Carlos I e il generale Francisco Franco.[1][2] Ora il palazzo viene adibito ad alloggio per i capi di Stato stranieri in visita ufficiale.[1][2]

L'edificio è incluso nelle proprietà del Patrimonio Nacional.[3]

Ubicazione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo si trova al centro della foresta di El Pardo.[1]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo è a forma di quadrilatero con torri angolari.[1]

Al suo interno si trovano numerosi affreschi ed arazzi, ispirati da schizzi di Francisco Goya.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le origini del palazzo risalgono al XV secolo, quando Enrico IV di Castiglia fece costruire in loco un piccolo palazzo per ospitare la famiglia reale e il personale di corte dopo le battute di caccia.[4] Tale palazzo fu però fatto fatto demolire da Carlo V, che vi fece costruire un padiglione di caccia[4], poi trasformato in un sontuoso palazzo dal figlio di quest'ultimo, Filippo II[1][4].

La costruzione del palazzo attuale fu voluta nel 1604 dal figlio di Filippo II, Filippo III di Spagna, dopo che il palazzo fatto costruire dal padre, era andato distrutto in un incendio.[1]

Il Palazzo di El Pardo nel XIX secolo
La morte di Alfonso XII al Palazzo di El Pardo nel 1885 (illustrazione di Juan Comba)

Dal 1940 al 1975, il Palazzo Reale di El Pardo fu la residenza ufficiale del generale Francisco Franco.[1]

Personaggi celebri nati nel palazzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Evangelina Sobredo Galanes, cantautrice nota con il nome di Cecilia (1948-1976)[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j A.A.V.V., Spagna Sud, Touring Club Italiano, Milano, 2003
  2. ^ a b c d A.A.V.V., Spagna, Dorling Kindersley, Milano, 1996 e segg.
  3. ^ Patrimonio Nacional: Real Sitio de El Pardo Archiviato il 14 gennaio 2013 in Internet Archive.
  4. ^ a b c Copia archiviata, su conturmadrid.es. URL consultato il 21 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2009).
  5. ^ Cecilia, un hueco imposible de llenar Archiviato il 26 gennaio 2009 in Internet Archive., in: Yo mujer

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN172374574 · LCCN (ENn81112948 · BNF (FRcb121613776 (data)