Palazzo Borghini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Borghini
Palazzo Borghini, ext. 02.JPG
Palazzo Borghini su piazza Santa Croce
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàFirenze
Indirizzopiazza Santa Croce 16-17-18
Coordinate43°46′06.06″N 11°15′41.74″E / 43.768351°N 11.261595°E43.768351; 11.261595Coordinate: 43°46′06.06″N 11°15′41.74″E / 43.768351°N 11.261595°E43.768351; 11.261595
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Usosede scolastica
Realizzazione
ProprietarioComune di Firenze
La facciata con graffiti in borgo Santa Croce

Palazzo Borghini, o Gherardi-Morelli, è un edificio di Firenze, situato in piazza Santa Croce 16-17-18, angolo Borgo Santa Croce 19.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua storia si contano proprietà dei Morelli, dei Borghini e dei Gherardi e tuttavia la letteratura lo ricorda essenzialmente in relazione all'acquisto fattone dal letterato Raffaello di Domenico Borghini nel 1552, per 950 fiorini, e per essere stato da questi abitato fino al 1558.

La facciata sulla piazza è stata restaurata nel 1904. Dal 1960 è stato acquisito come sede scolastica dal Comune di Firenze.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio, che presenta un prospetto di tutt'altro carattere su borgo Santa Croce, mostra sulla piazza una facciata su sporti, caratterizzata da un grazioso balcone e da un ampio portone a tutto sesto in pietra. Sul balcone, al centro, l'arme dei Morelli (di rosso, a due branche di leone decussate d'oro).

Sul Borgo Santa Coce il palazzo mostra una facciata con una decorazione graffita a finto mattonato di fattura novecentesca ma realizzata sulla base di un decoro più antico, che gli studiosi tendono a ricondurre al primo Quattrocento (tracce dell'originario graffito furono in effetti scoperte nel corso di un intervento di restauro documentato al 1938 e ampiamente integrate). Il prospetto, pur nella sua semplicità, bene si inserisce nello scorcio della via.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Federico Fantozzi, Nuova guida ovvero descrizione storico artistico critica della città e contorni di Firenze, Firenze, Giuseppe e fratelli Ducci, 1842, pp. 226-227, n. 35;
  • Federico Fantozzi, Pianta geometrica della città di Firenze alla proporzione di 1 a 4500 levata dal vero e corredata di storiche annotazioni, Firenze, Galileiana, 1843, p. 163, n. 384;
  • Nuova guida della città di Firenze ossia descrizione di tutte le cose che vi si trovano degne d'osservazione, con piante e vedute, ultima edizione compilata da Giuseppe François, Firenze, Vincenzo Bulli, 1850, p. 468;
  • Illustratore fiorentino. Calendario storico per l'anno bisestile 1880, compilato da Guido Carocci, Firenze, Giovanni Cirri Editore, 1880, pp. 21-22;
  • Emilio Bacciotti, Firenze illustrata nella sua storia, famiglie, monumenti, arti e scienze dalla sua origine fino ai nostri tempi, 3 voll., Firenze, Stabilimento Tipografico Mariani e Tipografia Cooperativa, 1879-1886, III, 1886, p. 95;
  • (DE) Walther Limburger, Die Gebäude von Florenz: Architekten, Strassen und Plätze in alphabetischen Verzeichnissen, Lipsia, F.A. Brockhaus, 1910, n. 284;
  • Importanti restauri ad alcuni palazzi fiorentini, in "La Nazione", 9 marzo 1938.
  • Cesare Casamorata, I “canti” di Firenze. Contributo alla topografia storico-artistica fiorentina, estratto da “L'Universo”, rivista mensile dell'Istituto Geografico Militare, XXV, 1944, 3, p. 11;
  • (DE) Gunter Thiem, Christel Thiem, Toskanische Fassaden-Dekoration in Sgraffito und Fresko: 14. bis 17. Jahrhundert, München, Bruckmann, 1964, p. 58, n. 10, tavv. 16-18;
  • Walther Limburger, Le costruzioni di Firenze, traduzione, aggiornamenti bibliografici e storici a cura di Mazzino Fossi, Firenze, Soprintendenza ai Monumenti di Firenze, 1968 (dattiloscritto presso la Biblioteca della Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio per le province di Firenze Pistoia e Prato, 4/166), n. 284;
  • Giovanni Fanelli, Firenze architettura e città, 2 voll. (I, Testo; II, Atlante), Firenze, Vallecchi, 1973, I, p. 149;
  • Piero Bargellini, Ennio Guarnieri, Le strade di Firenze, 4 voll., Firenze, Bonechi, 1977-1978, III, 1978, p. 319, 329;
  • Touring Club Italiano, Firenze e provincia, Milano, Touring Editore, 2005, p. 409;
  • Claudio Paolini, Case e palazzi nel quartiere di Santa Croce a Firenze, Firenze, Paideia, 2008, p. 199, n. 300;
  • Claudio Paolini, Architetture fiorentine. Case e palazzi nel quartiere di Santa Croce, Firenze, Paideia, 2009, pp. 275-276, n. 390.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]