One of Us (singolo Joan Osborne)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
One Of Us
Joan Osborne - One of Us.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Joan Osborne
Tipo album Singolo
Pubblicazione 21 febbraio 1995
Durata 5:21
Album di provenienza Relish
Dischi 1
Genere Christian rock
Alternative rock[1]
Etichetta Blue Gorilla Records/Mercury Records
Produttore Rick Chertoff
Registrazione 1994-1995
Formati 7", CD
Certificazioni
Dischi d'oro Stati Uniti Stati Uniti[2]
Dischi di platino Norvegia Norvegia

One Of Us è un singolo di Joan Osborne scritto da Eric Bazilian dei The Hooters.

Il singolo[modifica | modifica wikitesto]

La canzone affronta argomenti che trattano vari aspetti del credere in Dio per mezzo di domande che invitano l'ascoltatore a considerare come egli si rapporta con Dio; frasi come "Pronunceresti [il nome di Dio] davanti a Lui?" oppure "Vorresti vedere [il volto di Dio] se vedere significasse che ci devi credere?". Il titolo della canzone (One Of Us: uno di noi) proviene dal ritornello "E se Dio fosse uno di noi?". All'inizio del brano, nella versione dell'album, Joan canta a cappella l'introduzione di The Airplane Ride di Nell Hapton.[3]

Uscita nel febbraio 1995 come singolo di punta dell'album Relish (prodotto da Rick Chertoff) e poi ripubblicato nel dicembre dello stesso anno, essa entrò nella top 40 nel novembre dello stesso anno. Con questa canzone, la Osborne ricevette una delle tante nomination ai Grammy del 1995, includendo Best Female Pop Vocal Performance ma non riuscì a vincere. Un anno dopo Prince fece una cover della canzone per il suo singolo Emancipation.

Nel gennaio 1996, One Of Us arrivò alla top 10. Finalmente, nel marzo 1996, One Of Us scalò fino ad arrivare alla No. 1 nella ARC Weekly Top 40 di Rock On The Net's e vi rimase per due settimane. La sua posizione nella Billboard Hot 100 è la No. 4.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Video[modifica | modifica wikitesto]

Il video musicale del brano, diretto da Mark Seliger e Fred Woodward, è stato girato principalmente a Coney Island, New York. In esso appare il volto di Joan in primo piano che canta, alternata ad immagini di varie attrazioni e in stile vintage color seppia.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Vinile 7" UK
  1. One of Us (Edit) – 4:16 (E. Bazilian)
  2. One of Us (Album Version) – 5:21 (E. Bazilian)
CD singolo USA
  1. One of Us (Album Version) – 5:21 (E. Bazilian)
  2. Dracula Moon – 6:21 (J.Osborne, E. Bazilian, R. Hyman, R.Chertoff)
CD Maxi EU[3]
  1. One of Us (Edit) – 4:16 (E. Bazilian)
  2. Dracula Moon – 6:21 (J.Osborne, E. Bazilian, R. Hyman, R.Chertoff)
  3. One of Us (Album version) – 5:21 (E. Bazilian)
  4. Crazy Baby (Live) – 8:06 (J.Osborne)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Musicisti
Tecnici
  • Rick Chertoff – produzione
  • Chris Mickle – produzione
  • William Wittman – ingegneria, missaggio
  • James Tuttle – ingegneria

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1996) Posizione
massima
Australia[4] 1
Austria[4] 13
Belgio (Fiandre)[4] 1
Belgio (Vallonia)[4] 4
Finlandia[4] 19
Francia[4] 10
Germania[4] 18
Irlanda[5] 8
Norvegia[4] 2
Nuova Zelanda[4] 11
Paesi Bassi[4] 14
Svezia[4] 1
Regno Unito[6] 6
Stati Uniti[7] 4
Stati Uniti (alternative)[8] 7
Stati Uniti (radio)[9] 5
Stati Uniti (pop)[10] 2
Stati Uniti (adult pop)[11] 20

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Greg Prato, Joan Osborne, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  2. ^ (EN) Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  3. ^ a b Note di copertina di One of Us, Joan Osborne, Mercury Records, 1996.
  4. ^ a b c d e f g h i j k Joan Osborne - One of Us, Lescharts.com. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  5. ^ Search the Charts, Irishcarts.ie. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  6. ^ Joan Osborne, Official Charts Company. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  7. ^ Joan Osborne - Chart history, Billboard. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  8. ^ (EN) Joan Osborne - Chart history | Alternative songs, su billboard.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  9. ^ (EN) Joan Osborne - Chart history | Radio songs, su billboard.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  10. ^ (EN) Joan Osborne - Chart history | Pop songs, su billboard.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.
  11. ^ (EN) Joan Osborne - Chart history | Adult Pop Songs, su billboard.com. URL consultato il 16 dicembre 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock