Nieuwe Kerk (Amsterdam)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nieuwe Kerk
Nkerk2.jpg
L'ingresso principale della Nieuwe Kerk.
Stato Paesi Bassi Paesi Bassi
Provincia Flag North-Holland, Netherlands.svg Olanda Settentrionale
Località Wapen Amsterdam.svg Amsterdam
Religione Chiesa riformata olandese
Stile architettonico Gotico
Inizio costruzione Inizi del XV secolo
Completamento XV secolo

Coordinate: 52°22′26.19″N 4°53′30.34″E / 52.373942°N 4.891761°E52.373942; 4.891761

La Nieuwe Kerk (Chiesa Nuova in italiano) è una chiesa situata nel quartiere di Burgwallen Nieuwe Zijde, nello stadsdeel di Amsterdam-Centrum, nella città di Amsterdam, Paesi Bassi. È situata vicino al Palazzo Reale.

Una delle ultime parti della chiesa fu completata tra il 1530 e il 1540.

Oggigiorno la chiesa non è più un edificio spirituale, ma è sede di mostre, spesso di natura antropologica e di concerti d'organo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa fu costruita agli inizi del XV secolo, ed è stata consacrata nel 1409 in un luogo dove fino ad allora era stato un frutteto, donato da un maggiorente della città Willem Eggert. La costruzione di una nuova chiesa fu decisa perché la "vecchia chiesa" non era più sufficiente per accogliere il numero crescente di fedeli della città in forte espansione[1].

L'edificio ha subito dei forti danneggiamenti durante gli incendi che hanno devastato la città nel 1421 e nel 1452. Un nuovo incendio ha distrutto nel 1645 il tetto di legno dell'edificio provocando ingenti danni. I lavori di ricostruzione sono stati occasione di un ampio intervento secondo lo stile neo-gotico. Un importante intervento di restauro è stato compiuto infine nel periodo 1959-1980.

Nel 1578 è passata al culto protestante.

La proprietà della Chiesa è passata nel 1979 a una fondazione culturale, la Nationale Stichting De Nieuwe Kerk, costituita appositamente per occuparsi della gestione delle attività che si tengono essa.

Interno[modifica | modifica wikitesto]

All'interno, lungo le pareti vi erano 10 cappelle, in origine dedicate ai santi patroni che hanno perso la loro funzione con il passaggio della chiesa ai protestanti. Esse costituiscono la parte più antica dell'edificio. La più vecchia, situata a destra del presbiterio è quella della famiglia Eggert, che ha commissionato la costruzione della chiesa.

All'interno vi è un bel pulpito del 1649-1664.

All'interno della Chiesa sono sepolti diversi eroi della storia della marina olandese, il commodoro Jan van Galen, Jan van Speyk e l'ammiraglio Michiel de Ruyter. Il monumento funebre di quest'ultimo è stato realizzato in marmo nel 1681 dallo scultore Rombout Verhulst. Sul monumento sono scolpite tre donne che rappresentano rispettivamente al centro la "fama" di cui ha goduto l'ammiraglio e ai lati le sue principali virtù, la prudenza e la forza. La fama è rappresentata con una tromba, mentre la prudenza, alla sinistra, tiene uno specchio, un serpente e un galletto. Infine alla destra la forza indossa un copricapo simile a quello della divinità egizia Iside.

Nella chiesa è sepolto anche il poeta Joost van den Vondel.

Organi[modifica | modifica wikitesto]

La Chiesa ha due organi. Il progetto della loro costruzione è stato oggetto di un aspro dibattito tra i fautori e i contrari[2].

L'organo principale è stato commissionato dalla città nel 1645 che ha chiamato i migliori artisti a realizzarlo. Nel 1655 l'organo è stato inaugurato e lo stesso ha subito un ampliamento nel 1673 ad opera di Jacobus Galtusz. I pannelli sono interamente dipinti nella parte interna e in quella esterna con decorazioni ispirate ai temi musicali.

Il secondo organo, più piccolo si trova nel transetto, ed è stato costruito nel 1645. Al lato di questo si trova una balconata lignea, la cosiddetta "galleria degli orfani" che ha preso il nome dai bambini dell'orfanotrofio municipali che cantavano in chiesa durante le funzioni.

Manifestazioni pubbliche[modifica | modifica wikitesto]

Per la vicinanza con il Palazzo Reale, l'ex Chiesa ha ospitato e continua ad ospitare numerose funzioni di investitura dei sovrana a partire dal 1814[3] e le cerimonie dei matrimoni dei membri della famiglia reale. L'ultimo evento che è stato celebrato è l'investitura del nuovo re Guglielmo Alessandro il 30 aprile 2013.

Ogni anno il 4 maggio si celebra una funzione molto sentita in occasione della ricorrenza della "giornata del ricordo" nel corso della quale si alternano diversi oratori. La giornata del ricordo commemora i civili e i soldati caduti durante la seconda guerra mondiale e nelle successive missioni di pace. La festività anticipa quella del giorno seguente che commemora la liberazione del paese dalle truppe tedesche. In occasione del cinquantesimo anniversario della liberazione, nel 1995 l'artista Toon Verhoef ha creato una nuova vetrata commemorativa di alabastro traslucido e vetro.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ nieuwekerk.nl, https://www.nieuwekerk.nl/en/de-nieuwe-kerk/history/ .
  2. ^ nieuwekerk.nl, https://www.nieuwekerk.nl/en/organs/ .
  3. ^ Elenco delle investiture che si sono svolte nella Nieuwe Kerk, nieuwekerk.nl.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Architettura