Mykola Čarneckyj

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mykola Čarneckyj
vescovo della Chiesa greco-cattolica ucraina
Template-Bishop.svg
Incarichi ricoperti Vescovo titolare di Lebedo
Nato 14 dicembre 1884 a Semakivci
Ordinato presbitero 2 ottobre 1909 dall'eparca Grigorij Chomyszyn (Khomyshyn) (poi beato)
Nominato vescovo 16 gennaio 1931
Consacrato vescovo 2 febbraio 1931 dall'eparca Grigorij Chomyszyn (Khomyshyn) (poi beato)
Deceduto 2 aprile 1959 (74 anni) a Leopoli
Beato Nicola Čarneckyj
Василій Величковський Микола Чарнецькийі. Церква Петра і Павла. Новояворівськ.jpg
I beati Vasilіy Velichkovsky e Mikola Charnetskiyі, affresco nella chiesa di chiesa di San Pietro e Paolo a Novoyavorіvsk

vescovo e martire

Nascita 14 dicembre 1884
Morte 2 aprile 1959
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 27 giugno 2001
Ricorrenza 2 aprile

Mykola Čarneckyj (Semakivci, 14 dicembre 1884Leopoli, 2 aprile 1959) è stato un religioso redentorista ucraino, vescovo titolare di Lebedo ed esarca apostolico dei fedeli greco-cattolici ucraini di Volinia e Podlachia. Fu a lungo prigioniero in un gulag sovietico; è stato dichiarato martire e proclamato beato da papa Giovanni Paolo II nel 2001.

Il suo elogio si legge nel Martirologio romano al 2 aprile.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Beato Nicola Čarneckyj, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it. URL consultato il 23 marzo 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN8440802 · ISNI (EN0000 0000 2606 0408 · LCCN (ENn88079225 · GND (DE128509805