Motociclo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Simbolo che identifica i motocicli (e i ciclomotori) in Germania
Due esempi di motocicli (una moto a destra e uno scooter a sinistra)

Per motociclo si intende la classificazione generica dei veicoli a motore aventi due ruote in linea, ed eventualmente dotati di carrozzino laterale, che abbiano una potenza e una cilindrata del motore tali da non essere classificati come ciclomotori (salvo negli stati che abbiano deciso di parificare i ciclomotori ai motocicli).Si noti che, anche se per motociclo si identificano per lo più veicoli dei veicoli a due ruote, in alcune legislazioni sono assimilati ai motocicli anche alcuni veicoli a tre ruote.

Classificazione normativa[modifica | modifica wikitesto]

La definizione precisa di quali veicoli possano essere considerati motocicli può variare lievemente nelle diverse legislazioni nazionale; tuttavia la Convenzione di Vienna sul traffico stradale fornisce la seguente definizione di motociclo:

« Il termine «motociclo» indica ogni veicolo a due ruote, con o senza carrozzetta, provvisto di un motore di propulsione. Le Parti contraenti possono, nella loro legislazione nazionale, assimilare ai motocicli i veicoli a tre ruote la cui massa a vuoto non superi 400 kg (900 libbre). Il termine «motociclo» non comprende i ciclomotori, tuttavia le Parti contraenti possono [...] assimilare i ciclomotori ai motocicli per l'applicazione della Convenzione »

(Cap. 1, art. 1, comma n "Convenzione internazionale sulla circolazione stradale di Vienna del 1968"[1])

Come già detto il significato esatto del termine motociclo può variare a seconda da nazione a nazione (comprese quelle firmatarie della convenzione di Vienna). Ad esempio il codice della strada italiano fornisce la seguente definizione:

« Motocicli: veicoli a due ruote destinati al trasporto di persone, in numero non superiore a due compreso il conducente »

(Art. 53 "Nuovo codice della strada"[2])

Si può notare come secondo la classificazione italiana non siano considerati motocicli i sidecar, che costituiscono la categoria delle motocarrozzette, e i veicoli a tre ruote, che appartengono alla categoria dei tricicli a motore.

Tipologie di motocicli[modifica | modifica wikitesto]

La categoria dei motocicli comprende sicuramente due tipologie di veicoli: le motociclette (che sono da considerarsi come il capostipite di tutti i veicoli a motore a due ruote) e gli scooter[3]. Oltre a tale due tipologie di veicoli, possono rientrare nel novero dei motocicli, secondo le varie legislazioni locali, anche i sidecar e a volte anche alcune tipologie di tricicli a motore (come i motocarri) o, più raramente, i ciclomotori.

Motocicletta[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Motocicletta.
Un motociclista in sella ad una moto: si noti la posizione a cavalcioni del centauro

La motocicletta, più comunemente detta moto, è un motociclo che si caratterizza per avere ruote di grandi dimensioni, per il telaio chiuso e per il serbatoio per il carburante posto tra la sella e il gruppo di sterzo, fattori che obbligano il guidatore ad assumere una posizione a cavalcioni del veicolo. Esistono numerose tipologie di motociclette che si differenziano per la cilindrata (variabile da un minimo di 50 cm³ ad oltre 1200 cm³), per la presenza o assenza della carenatura e per l'utilizzo prevalente (su strada, fuoristrada, motocross, ...).

Si noti che i termini motocicletta e moto vengono comunemente impiegati per designare tutti i motocicli a due ruote anche se indicherebbero propriamente solamente i veicoli aventi le caratteristiche sopra elencate (e non veicoli come gli scooter).

Scooter[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Scooter (veicolo).
Uno scooterista in sella ad uno scooter: si noti la posizione con il busto eretto del guidatore

Lo scooter (detto anche motoscooter o motoretta) è un motociclo che si caratterizza per avere il telaio aperto e per la presenza di una pedana inferiore che consente al guidatore di guidare con il busto eretto, oltre che a facilitare la salita e la discesa dei passeggeri e il trasporto dei bagagli. Altre caratteristiche che distinguono lo scooter dalla motocicletta propriamente detta sono le ruote di diametro ridotto, la presenza di uno scudo di protezione anteriore in grado di offrire buona protezione da olio, fango e polvere e, più in generale, un minore ingombro e peso rispetto alle moto. Storicamente gli scooter si differenziavano dalle moto anche per la minor cilindrata, le minor prestazioni e, di conseguenza, il minor costo a parità di cilindrata (fattore che ha influito positivamente sulla popolarità del mezzo) anche se attualmente esistono modelli di scooter di grosse cilindrate e in grado di raggiungere velocità notevoli.

Sidecar[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Motocarrozzetta.

Il sidecar (detta anche motocarrozzetta o motocarrozzino) è un veicoli costituito dall'accoppiamento di un motociclo a due ruote (generalmente una motocicletta ma, seppur più raramente, anche un motoscooter) a cui viene agganciato lateralmente un carrozzino dove possono prendere posto uno o due passeggeri.

Motocarri, motofurgoni e altri tricicli a motore[modifica | modifica wikitesto]

Un triciclo a motore: si noti come l'estetica del mezzo sia estremamente simile a quella delle motociclette

Anche alcune tipologie di veicoli a tre ruote simmetriche (e quindi diversi dalle motocarrozzette, in cui le ruote sono disposte in maniera asimmetrica) che presentano caratteristiche di stabilità più simili a quelle dell'automobile ma mantengono alcune peculiarità della tecnica motociclistica (posizione del guidatore, sterzo, ...) possono rientrare nella categoria dei motocicli. Esempi di tali veicoli sono i motocarri e i motofurgoni (utilizzati per il trasporto di merci) ma anche alcuni veicoli dotati di tre ruote, ma esteriormente simili alle motociclette, utilizzati per il trasporto di due o tre persone.

Si noti che la definizione di tali veicoli a tre ruote come motocicli può variare sensibilmente nelle varie legislazioni nazionali: ad esempio in Italia i veicoli a motore con tre ruote ricadono nella categoria dei tricicli mentre negli Stati Uniti d'America i vecoli aventi fino a tre ruote rientrano nella categoria dei motocicli[4].

Ciclomotori[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ciclomotori.

I ciclomotori sono dei veicoli aventi aspetto simile a quelli delle motociclette o degli scooter ma che si differenziano da questi per la bassa potenza e cilindrata del motore e quindi per le basse prestazioni raggiungibili. A causa delle loro prestazioni, nonostante abbiano due ruote e aspetto simile agli altri motocicli, vengono solitamente classificati in una categoria a parte (che talvolta comprende anche veicoli come i quadricicli, che sicuramente non sono da considerarsi motocicli) o sono assimilati alle biciclette; tuttavia alcuni stati[5], nella loro giurisdizione nazionale, parificano i ciclomotori ai motocicli (motivo per cui sono citati in questa pagina).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Convenzione sulla circolazione stradale, su admin.ch. URL consultato il 16 maggio 2018.
  2. ^ Art. 53 del Nuovo codice della strada, su aci.it. URL consultato il 16 maggio 2018.
  3. ^ Definizione di motociclo sull'Enciclopedia Treccani, su treccani.it. URL consultato il 17 maggio 2018.
  4. ^ Si veda ad esempio il (EN) sito web del dipartimento dei trasporti della California, su dmv.ca.gov. URL consultato il 17 aprile 2018. (ma si tenga presente che la classificazione dei veicoli varia da uno stato federato all'altro).
  5. ^ Ad esempio nelle dichiarazioni finali della Convenzione di Vienna sul traffico stradale alcuni stati precisano di parificare i ciclomotori ai motocicli.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Grande Dizionario Enciclopedico, volume 8 (Lam-Nau), 2ª ed., Torino, Unione tipografico-editrice, 1958, voce motociclo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]