Moplefan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moplefan
Stato Italia Italia
Fondazione 1973 a Milano
Chiusura 1986, confluita in Nuova Moplefan
Sede principale Milano
Filiali Terni
Settore chimica
Prodotti pellicola polipropilenica

La Moplefan è stata una società italiana operante, nell'orbita della Montefibre (gruppo Montedison), nel settore del film plastico polipropilenico, dove intendeva occupare un ruolo da protagonista mondiale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Le scoperte del grande scienziato italiano Giulio Natta che lo avevano portato al riconoscimento del premio Nobel era stato accompagnato da tutta una serie di studi di sviluppi applicativi, curati da un agguerrito gruppo di ricercatori tra i quali spiccava Giorgio Mazzanti.

Già facente parte delle produzioni della Polymer[1], e quindi della Montefibre, il settore del film plastico polipropilenico venne (1973) scorporato e razionalizzato nella nuova società che prese il nome di Moplefan, dall'unione della prima sillaba del Moplen, marchio commerciale del polipropilene, e l'ultima del Cellophane. La produzione era indirizzata sulle fibre e sulle pellicole (film) che stavano prendendo il posto del vecchio cellophane, il film trasparente di viscosa. Il polipropilene, oltre alla trasparenza, si presentava come particolarmente adatto al confezionamento dei prodotti alimentari (ad esempio la pasta).

I polo principale di produzione di Film e Fibre polipropileniche era nel complesso chimico di Terni a Punta Sabbioni. La sede principale di Moplefan era a Milano in via Taramelli.

La nascita della Nuova Moplefan[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante l'ottima condizione di partenza, la concorrenza di imprese più piccole, ma molto più agili, fece sentire i suoi effetti[2] Tra continue ristrutturazioni nel 1986 si tentò di rilanciare tutti i settori del polipropilene riunificandoli nella Nuova Moplefan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel 1972 si fuse per incorporazione, insieme alla Rhodiatoce, nella Châtillon; questa operazione portò alla nascita della Montefibre.
  2. ^ Erano sorte molte piccole imprese nel settore, soprattutto usufruendo degli imcentivi statali previsti per il Mezzogiorno

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]