Molta brigata vita beata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Molta brigata vita beata
Themorethemerrier.jpg
Jean Arthur e Joel McCrea in una scena del film.
Titolo originale The More the Merrier
Paese di produzione USA
Anno 1943
Durata 104 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere commedia
Regia George Stevens
Soggetto Robert Russell e Frank Ross
Sceneggiatura Robert Russell, Frank Ross, Richard Flournoy e Lewis R. Foster
Fotografia Ted Tetzlaff
Montaggio Otto Meyer
Musiche Leigh Harline
Scenografia Lionel Banks, Rudolph Sternad e Fay Babcock
Interpreti e personaggi

Molta brigata vita beata è un film del 1943 diretto da George Stevens.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il miliardario Benjamin Dingle (Charles Coburn), dopo aver trovato tutte le stanze d'albergo occupate a causa del sovrappopolamento tipico del periodo culmine della guerra, a Washington, decide di dare un'occhiata agli annunci di affitto appartamenti. Con un astuto escamotage dell'anziano Dingle, una giovane impiegata statale, Connie Milligan (Jean Arthur), si vede così costretta a subaffittargli metà del suo appartamento. Dopo qualche giorno di convivenza, impietosito dalla situazione del soldato Joe Carter (Joel McCrea) che come lui non riesce a trovare un posto in cui stare, a insaputa di Connie, Dingle subaffitta a Carter metà della sua metà di appartamento. I tre cominciano una convivenza fatta di dispetti e oggettive difficoltà. Convivenza che, tuttavia, non può fare a meno di avvicinare Connie e Joe. Quest'ultimo, tra l'altro, è in procinto di partire per una missione militare in Africa. Nel frattempo, Dingle viene scoperto a leggere il diario segreto di Connie e cacciato dalla padrona di casa. Connie e Joe restano soli nell'appartamento, e per quanto la ragazza provi a tenersi sulle sue - è già promessa sposa del noioso burocrate Charles J. Pendergast (Richard Gaines) - finisce per farsi conquistare dal militare, con il quale comunica parlando attraverso un sottile muro che divide le loro camere da letto. Un petulante ragazzino che abita nel condominio, però, nota il binocolo di Joe e lo denuncia alla polizia come spia giapponese. Con l'arrivo di Pendergast e Dingle al dipartimento il malinteso viene risolto, ma lo scandalo ormai arriva alle orecchie di un giornalista: la fidanzata di Pendergast è stata scoperta a vivere insieme ad un altro uomo. Per tirarsi fuori dal pasticcio, Dingle suggerisce ai due ragazzi di uccidere lo scandalo sposandosi. E così fanno i due: tra le lacrime di lei e l'indecisione di lui, Connie e Joe si sposano in fretta in South Carolina, unico stato in cui è permesso sposarsi immediatamente e senza l'obbligatoria attesa di tre giorni. Ormai perso del tutto l'interesse nei confronti di Pendergast (al quale, nel frattempo, ha restituito l'anello dopo l'ennesimo litigio), l'unica preoccupazione di Connie è che molto probabilmente, data l'imminente partenza di Joe, prevista per il giorno dopo, non rivedrà mai più il neomarito, senza contare che il matrimonio non ha neanche speranze di essere consumato. Ma, all'improvviso, i due scoprono l'ennesima e ultima sorpresa del vecchio milionario: Benjamin Dingle ha fatto abbattere il muro che divideva le camere da letto, e ora i due possono considerarsi a tutti gli effetti marito e moglie.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema