Microcycas calocoma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Microcycas calocoma
Microcycas calocoma01.jpg
Microcycas calocoma
Stato di conservazione
Status iucn3.1 CR it.svg
Critico[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Cycadophyta
Classe Cycadopsida
Ordine Cycadales
Famiglia Zamiaceae
Genere Microcycas
Specie M. calocoma
Nomenclatura binomiale
Microcycas calocoma
(Miq.) A.DC., 1868
Sinonimi

Zamia calocoma

Microcycas calocoma è una cicade della famiglia delle Zamiaceae, nativa di Cuba. È l'unica specie del genere Microcycas.[2]

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Foglie

Ha un tronco eretto, non ramificato, alto sino a 10 m, di 50–60 cm di diametro.

Le foglie, disposte a corona all'apice del fusto, sono pennate, lunghe 0.6-1.2 m, e appaiono troncate all'apice; hanno un breve picciolo, privo di spine. Le foglioline, lanceolate, lunghe 15–25 cm, hanno margine intero e si ripiegano ad angolo acuto al di sotto del piano del rachide.

Cono maschile

I coni maschili sono cilindrici, peduncolati, lunghi 25–30 cm, di colore giallo-bruno, densamente pubescenti. I coni femminili, anch'essi di forma cilindrica e di colore giallastro, sono lunghi 50–90 cm e larghi 15 cm. Gli sporofilli hanno una caratteristica protuberanza apicale arrotondata.

I semi sono ovoidali, lunghi 3.5–4 cm e 2-2.5 cm di diametro, sono di colore rosa o rosso

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Fu originariamente descritta come Zamia calocoma dal botanico olandese Friedrich Anton Wilhelm Miquel nel 1851. Fu in seguito Alphonse De Candolle, nel 1868, a stabilire che si trattava dell'unica specie di un genere a sé stante, il genere Microcycas.

L'analisi cladistica dei dati morfologici e cariologici, nonché le analisi dei sequenziamento del DNA, rivelano che il genere Microcycas (sottotribù Microcycadinae) è strettamente imparentato con il genere Zamia.

Distribuzione e conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Areale di Microcycas calocoma
1- Confini dell'areale. 2- La Habana. 3- Pinar del Río. 4- Confini della provincia di Pinar del Río. 5- Alturas Pizarrosas del Norte. 6- Sierra de Los Órganos. 7- Alturas Pizarrosas del Sur. 8- Sierra del Rosario.

È una specie evolutasi nell'habitat antillano in condizioni di estremo isolamento; è endemica della provincia di Pinar del Río, nella parte occidentale di Cuba.

In natura ne esistono meno di un migliaio di esemplari, concentrati nei pressi del villaggio di San Andrés de Caiguanabo, nella cordigliera di Guaniguanico, tra i 50 e i 250 m di altezza s.l.m.

È considerata una specie in pericolo critico di estinzione, sia per la fragilità dell'ecosistema in cui risiede, sia per problemi di riproduzione, dovuti verosimilmente alla rarefazione, causata dall'uso di insetticidi, del coleottero impollinatore Pharaxonotha esperanzae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Donaldson, J.S. 2003, Microcycas calocoma su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015.
  2. ^ Haynes, J.L. 2012. World List of Cycads: A Historical Review. IUCN/SSC Cycad Specialist Group.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stevenson, D. W., A formal classification of the extant cycads in Brittonia 1992; 44: 220-223.
  • Whitelock, Loran M. The Cycads. Timber press (2002) ISBN 0-88192-522-5
  • Vovides, A.P.; Ogata, N.; Sosa, V.; Peña-Garcia, E., Pollination of endangered Cuban cycad "Microcycas calocoma" (Miq.) A. DC. in Botanical Journal of the Linnean Society 1997; 125: 201-210.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica