Maurice Aymard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maurice Aymard (Tolosa, 20 dicembre 1936) è uno storico e accademico francese, esperto in storia economica e sociale dell'era moderna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomato all'École normale supérieure, inizia a dedicarsi allo studio della storia economica in Italia, convinto da Fernand Braudel, che ha conosciuto nel 1959. In quello stesso anno si è trasferito temporaneamente a Venezia per intraprendere la carriera di ricercatore, mestiere che ha svolto fino al 1960, per poi spostarsi a Palermo, dove ha proseguito nella sua professione dal 1964 al 1966, fino ad arrivare a Madrid nel 1968, anno in cui ottiene la cattedra di professore.

Dal 1972 al 1976 è stato direttore di ricerca della sezione di storia moderna e contemporanea della scuola francese di Roma. In particolare si è dedicato prima al commercio del grano nel Mediterraneo nel XVI secolo, poi alle differenze di sviluppo economico del bacino del Mediterraneo basato su archivi siciliani, spagnoli e napoletani.

Nel 1976 torna in Francia, dove ha continuato a esercitare la professione di docente presso l'École des hautes études en sciences sociales e la "Fondazione Maison des sciences de l'homme" insieme a Fernand Braudel, fondatore della medesima, e Clemens Heller, cui succede come amministratore nel 1992.

Nel corso della sua carriera ha pubblicato diverse opere sul mondo mediterraneo e sull'Italia in particolare, e ha co-curato una storia della Sicilia dopo l'unità d'Italia e due storie d'Europa. Ha scritto anche di storia del cibo, essendo stato membro del Consiglio Scientifico dell'Institut européen d'histoire et des cultures de l'alimentation.

Attualmente è membro dell'Accademia polacca delle scienze.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Venise, Raguse et le commerce du blé dans la seconde moitié du XVIe siècle, Parigi, SEVPEN, 1966.
  • Dutch Capitalism & World Capitalism: Capitalisme hollondais et capitalisme mondial, Cambridge/Parigi, 1979.
  • In collaborazione con Giuseppe Giarrizzo, Storia d'Italia. Le regioni dall'Unità ad oggi: la Sicilia, Torino, Einaudi, 1987.
  • In collaborazione con Harbans Mukhia, French Studies in History, vol.1: The Inheritance, vol.2: New departures, Nuova Delhi, Orient Longman, 1988/89.
  • In collaborazione con Perry Anderson, Paul Bairoch, Walter Barberis e Carlo Ginzburg, Storia d'Europa, Torino, Einaudi, 1993/96.
  • Scritto insieme a Claude Grignon e Françoise Sabban, Le Temps de manger, Parigi, MSH/Editions de l'INRA, 1994.
  • Scritto insieme a Hélène Ahrweiler, Les Européens, Parigi, Hermann, 2000.
  • Scritto insieme a Giuseppe Barone, Rappresentazioni e immagini della Sicilia tra storia e storiografia, Sciascia, 2003.
  • Scritto insieme a Giuseppe Giarrizzo, Catania. La città, la sua storia, Catania, Sanfilippo, 2008.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Laurea Honoris Causa - nastrino per uniforme ordinaria Laurea Honoris Causa
— Accademia russa delle scienze
Laurea Honoris Causa - nastrino per uniforme ordinaria Laurea Honoris Causa
— Università degli Studi di Macerata
Laurea Honoris Causa - nastrino per uniforme ordinaria Laurea Honoris Causa
— Università degli Studi di Catania

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22137892 · ISNI (EN0000 0001 2123 5317 · BAV 495/100848 · LCCN (ENn81095072 · BNF (FRcb11889707v (data) · J9U (ENHE987007278465205171 · NSK (HR000025248 · WorldCat Identities (ENlccn-n81095072