Marcella Crudeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marcella Crudeli (Gondar, 16 aprile 1940) è una pianista italiana. È considerata dalla critica internazionale uno dei più eminenti rappresentanti del concertismo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Gondar, Etiopia, due mesi prima dell'entrata dell'Italia nel secondo conflitto bellico mondiale. Figlia di Carlo Crudeli, Magistrato della Corte dei Conti, ed Ezzelina Franceschi. Dopo un periodo di tre anni all'interno di un campo di concentramento e un travagliato viaggio come profuga per rientrare in Italia, torna con la famiglia a Roma ed inizia a studiare pianoforte all'età di 5 anni[1][2][3]. Nel 1951, all'età di 11 anni, appare nel cinegiornale LUCE eseguendo in duo con il pianista Bruno Aprea la "Danza del fuoco" di Manuel De Falla.[4] Formatasi alle grandi scuole di Heinz Scholz, Bruno Seidlhofer, Giuseppe Piccioli, Alfred Cortot[5], e Carlo Zecchi, si è diplomata con il massimo dei voti, lode e menzione speciale al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e alle Accademie "Mozarteum" di Salisburgo e l'"Akademie für Musik" di Vienna. Nel 1970 si diploma in Canto Lirico presso il Conservatorio Paisiello di Taranto.

Da anni svolge con grande successo un’intensa carriera con oltre duemila concerti in circa ottanta paesi dei cinque continenti, sia come solista che in formazioni cameristiche, per conto dei maggiori enti concertistici (“Piccola Scala” di Milano, “Wigmore Hall” di Londra, “Salle Gaveau” di Parigi, Teatro Real di Madrid, Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro Petruzzelli di Bari e Teatro Colòn di Buenos Aires, “Chapelle du Bon Pasteur” di Montréal, Filarmoniche di S. Pietroburgo e Filarmonica Enescu di Bucarest) e radiotelevisivi mondiali.

Si è inoltre esibita insieme a famosi direttori con le orchestre più prestigiose (Accademia Santa Cecilia di Roma, Maggio Musicale Fiorentino, RAI di Torino, “Scarlatti” di Napoli, Radio-Television Française, Kammerorchester di Amburgo, “RIAS” di Berlino, Teatro Verdi di Trieste, Sinfonica di Tel Aviv, Teatro Comunale di Genova, “S. Carlo” di Napoli, Taipei Metropolitan Symphony Orchestra, Filarmonica di Bacau, Sinfonica di Istanbul, Sinfonica di Brisbane, Sinfonica Siciliana di Palermo, "Pomeriggi Musicali" di Milano, "Kol Israel").

Già docente di pianoforte principale al Conservatorio Statale di Musica "Alfredo Casella" dell'Aquila dal 1968 al 1973 e al Conservatorio Statale di Musica “Santa Cecilia” di Roma, dal 1988 al 2004. È stata direttore del Conservatorio Statale di Musica “Luisa D’Annunzio” di Pescara. Ha inoltre tenuto seminari e corsi di interpretazione pianistica in Italia e all'estero. Per vent’anni ha tenuto corsi di alto perfezionamento a Parigi, all’École Normale de Musique “Cortot” prima e presso la “Schola Cantorum” poi.

È stata direttore artistico di numerosi Festival musicali (Udine, Formia, Velletri, Morcone, Vasto) ed è membro di giuria e presidente di concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Dal 2018, insieme al Rotary Club Roma Ovest, organizza annualmente un "Magisterium di approfondimento musicale pianistico" totalmente gratuito per 6 giovani pianisti selezionati da una giuria di esperti, su tutto il territorio nazionale.

Per la sua attività di concertista e per la direzione del Conservatorio di Pescara, le sono stati inoltre assegnati diversi premi per i suoi “altissimi meriti artistici ed umanitari”. È fondatrice e presidente dell’EPTA-Italy (Associazione Italiana Insegnanti di Pianoforte) parte della European Piano Teachers Association, di cui è anche stata presidente europeo per gli anni 1995-96 e 2003-04. È fondatrice e presidente dell’Associazione Culturale “Fryderyk Chopin” che organizza concerti, corsi di alto perfezionamento musicale e, dal 1990, il Concorso Pianistico Internazionale “Roma”[6][7]. Nel 1993, è stata nominata “Professore Emerito” al Sakuyo College a Tsuyama (JP) e nello stesso anno le è stato attribuito dalla DISMA il Premio “Una vita per lo strumento musicale” all’Università “Bocconi” di Milano. Ha infine ricevuto il Premio “Minerva” e il Premio “Simpatia-Oscar Capitolino”.

Il Presidente delle Repubblica le ha conferito l’onorificenza di Cavaliere al Merito (1999), di Commendatore della Repubblica (2007) e la medaglia d’oro e il diploma di prima classe, riservati ai benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte (2003). Le sono stati inoltre attribuiti, dal Sovrano Ordine di Malta, la Croce con Corona al Merito Melitense (2014) e, dal Rotary International, il “Paul Harris Tre Rubini” per i suoi meriti artistici ed umanitari.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • D. Scarlatti 6 Sonate, B. Galuppi, D. Zipoli, G. Croce, A. Pampani, B. Legati (Fonit-Cetra, 1971)
  • F. Chopin, Composizioni per pianoforte (Fonit-Cetra, 1975)
  • M. Glinka, Variazioni sul tema de “La Sonnambula” di Rossini, con l’Orchestra della RIAS di Berlino (Koch International, 1978)
  • N.A. Manfroce, Brani da “Alzira” ed “Ecuba” (Tank, 1979)
  • S. Calligaris, Contemporanea, Vol. VI (Ricordi, 1980)
  • L.v. Beethoven, G. Rossini, F. Danzi, R. Schumann, Per corno e pianoforte con L. Giuliani (corno) (EDI-PAN, 1984)
  • W.A. Mozart: Sonata K 576, L.v. Beethoven: Sonata Op. 81a, F. Schubert: Impromptus Op. 90 (EMS, 1987)
  • A. Samorì, Invenzione per Marcella, da “Il Pianoforte” (RCA,1987)
  • L. Sampaoli, Exemplum, Il martirio di San Guniforto (Edipan, 1989)
  • S. Calligaris, Quaderni Pianistici (Carisch, 1990)
  • G.F. Ghedini, Divertimento contrappuntistico, ne I musicisti italiani del ‘900, Il Pianoforte solo (Discoteca di Stato-I.R.TE.M.)
  • D. Cimarosa, Integrale delle Sonate (EMS-Arcobaleno, 1994)
  • J. Brahms, Le 21 Danze Ungheresi a quattro mani, con i pianisti dell’Ecole Normale de Musique de Paris “A. Cortot“ (AFC, 1997)
  • A. Dvorák, Le 16 Danze Slave a quattro mani, con i pianisti dell’Ecole Normale de Musique de Paris “A. Cortot“ (AFC, 1998)
  • R. Schumann, Concerto in la minore Op. 54, con la Taipei Metropolitan Symphony Orchestra (1998)
  • F. Chopin, Le Generali e la Musica (1999)
  • E. Grieg, Concerto in la minore Op. 16, con la Taipei Metropolitan Symphony Orchestra (2001)
  • B. Galuppi, 12 Sonate per pianoforte (AFC, 2002)
  • D. Scarlatti, Sonate per pianoforte (AFC, 2003)
  • J. Strauss, Marcella Crudeli e la sua Scuola Pianistica eseguono i Walzer di Johann Strauss Junior (OMT, 2006)
  • Brahms-Dvorak in concerto, Marcella Crudeli e Rosalba Vestini (Studio 52, 2008)
  • G. Rossini, Il Pianoforte in scena (OMT, 2009)
  • I capolavori per pianoforte e orchestra interpretati da Marcella Crudeli (AFC, 2011)
  • F. Mendelssohn-Bartholdy, Lieder ohne worte (AFC, 2012)
  • M. Crudeli, Sonate e Improvvisi (AFC, 2012)

Revisioni[modifica | modifica wikitesto]

  • D. Cimarosa, 62 Sonate per fortepiano, Vol. I (Edizioni Carisch, 1991)[8]
  • D. Cimarosa, 62 Sonate per fortepiano, Vol. II (Edizioni Carisch, 1992)[9]
  • B. Galuppi, Le 12 Sonate (Edizioni Nuova Carisch, 2001)[10]
  • D. Scarlatti, 15 Sonate per pianoforte (Edizioni Nuova Carisch, 2007)[11]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana
— 1999
Medaglia ai benemeriti della cultura e dell'arte - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia ai benemeriti della cultura e dell'arte
— 2003
Commendatore dell'ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'ordine al merito della Repubblica Italiana
— 2007
Croce pro Merito Melitensi con Corona del Sovrano Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Croce pro Merito Melitensi con Corona del Sovrano Ordine di Malta
— 2014
  • Premio “Sagittario d’Oro” (1981)
  • Premio “Adelaide Ristori” (1982)
  • Premio “Cimento ‘Oro dell’Arte e della Cultura” (1985)
  • Premio “Città di Palestrina” (1988)
  • Premio “Europa” (1989)
  • Premio "Mimosa" (1991)
  • Premio DISMA “Una vita per lo strumento musicale”, presso l’Università “Bocconi” di Milano (1993)
  • Premio “Lions d’Oro”, “per i suoi altissimi meriti artistici ed umanitari” (1997)
  • Accademico dell’Università Angelico Costantiniana di Arti e Scienze di Roma (2004)
  • Premio “Una vita per lo strumento musicale” della DISMA all'Università “Bocconi” di Milano
  • Premio “Paul Harris Fellow-Tre Rubini” del Rotary International per i meriti artistici e umanitari (2012)
  • Premio "Cimarosa" (2012)
  • Premio "Francavilla" (2012)
  • Premio “Minerva-Anna Maria Mammoliti” (2013)
  • Premio simpatia (2014)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Carlo Crudeli, Le mie memorie... con Marcella 1940-1990
  2. ^ Ezzelina Franceschi Crudeli, La mamma ricorda 1940-1943
  3. ^ Alice Bertolini, Terzo Grado Marcella Crudeli, in Suonare News, Settembre 2005.
  4. ^ Concerto in miniatura, su youtube.com.
  5. ^ Angelo Angelastro, Rubrica Persone, in TG1, 3/11/2018.
  6. ^ Storia dell'Associazione Culturale "Fryderyk Chopin", su chopinroma.it.
  7. ^ AFC Roma, DVD La storia del Concorso Pianistico Internazionale "Roma", 2014
  8. ^ Domenico Cimarosa: 62 Sonate per Fortepiano, Libro 1, su carisch.com.
  9. ^ Domenico Cimarosa: 62 Sonate per Fortepiano, Libro 2, su carisch.com.
  10. ^ Baldassarre Galuppi: 12 Sonate per Pianoforte, su carisch.com.
  11. ^ Domenico Scarlatti: 15 Sonate per pianoforte, su carisch.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]