Marano Veneziano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marano Veneziano
frazione
Marano Veneziano – Veduta
Il centro di Marano
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
Città metropolitanaProvincia di Venezia-Stemma.png Venezia
ComuneMira-Stemma.png Mira
Territorio
Coordinate45°27′50″N 12°07′12″E / 45.463889°N 12.12°E45.463889; 12.12 (Marano Veneziano)Coordinate: 45°27′50″N 12°07′12″E / 45.463889°N 12.12°E45.463889; 12.12 (Marano Veneziano)
Abitanti2 341[1] (31-12-2012)
Altre informazioni
Cod. postale30034
Prefisso041
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantimaranesi
Patronosant'Agostino, san Teonisto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Marano Veneziano
Marano Veneziano

Marano Veneziano (Maràn in veneto) è una frazione del comune italiano di Mira, nella città metropolitana di Venezia.

È la frazione più occidentale del comune, nonché la meno popolosa. Il paese si trova lungo la strada provinciale che collega Mira a Mirano (sp 37) e dista circa 3 km da entrambi i capoluoghi.

La chiesa parrocchiale

È sede parrocchiale e appartiene al Vicariato di Gambarare e, di conseguenza, al Patriarcato di Venezia. Il patrono è sant'Agostino. Il paese appartenne alla Diocesi di Treviso sino alla fine degli anni venti, come la maggior parte del territorio comunale di Mira.

È inoltre dotata di una importante stazione ferroviaria, Mira-Mirano, lungo la linea Venezia-Padova-Milano.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

L'abitato sorge presso le rive del Taglio Nuovo, detto anche Canale di Mirano, il canale artificiale che, costeggiando la strada provinciale 37, conduce le acque del Muson Vecchio da Mirano a Mira Taglio. Rispettivamente a nord e a sud del centro scorrono lo scolo Lusore e lo scolo Zezenigo, che passano sotto l'alveo del taglio attraverso dei sifoni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio ingresso della Marchi

Marano si è sviluppata soprattutto con la costruzione della ferrovia Venezia-Milano del 1846 e della fabbrica chimica Marchi a fine Ottocento. L'8 luglio 2015 il paese è stato sfiorato dal tornado che ha colpito con maggior violenza la zona della Riviera del Brenta. La sagra del paese si svolge nel periodo di fine agosto e viene aperta dalla tradizionale maratona non agonistica per le vie del centro e della campagna.

Edifici di interesse storico[modifica | modifica wikitesto]

Villa Silva Corò, complesso del XVII secolo costituito dalla villa padronale, da un vasto annesso rustico ad essa perpendicolare e adiacente al lato est e dall'oratorio situato in posizione isolata. La villa è formata da un corpo centrale ai cui lati si estendono due ali di altezza minore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati Statistici, Comune di Mira. URL consultato il 21 marzo 2014.
Veneto Portale Veneto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Veneto