Muson Vecchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muson Vecchio
Muson bacino di sopra 1604.jpg
Il Muson Vecchio presso lo sbarramento del Bacino di sopra (Mirano)
Stato Italia Italia
Regioni Veneto Veneto
Lunghezza 19,20 km[1]
Nasce San Martino di Lupari
Sfocia Taglio Nuovo

Il Muson Vecchio è un fiume di risorgiva del veneto centrale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in comune di San Martino di Lupari, attraversa il territorio di Loreggia e, a Camposampiero, incrocia il Muson dei Sassi tramite un ponte-canale. Prosegue dunque verso est sino a Mirano, dove le sue acque sono incanalate (dopo un salto di circa 3 metri tra i bacini di sopra e di sotto) verso il Naviglio del Brenta per mezzo del Taglio Nuovo o Canale di Mirano (7 km).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'appellativo Vecchio risale all'inizio del Seicento: è infatti ciò che resta del corso originale del Muson, radicalmente modificato in seguito alle opere idrauliche intraprese dalla Serenissima. Sino a suddetto secolo il letto del fiume raccoglieva alcune acque da svariate sorgenti che nascevano nelle colline a nord di Asolo. Nel 1612 le acque del Muson Vecchio furono deviate dalle acque di Asolo sino a immettersi nel fiume Brenta tramite un fosso corrispondente all'attuale Muson dei Sassi. I lavoro operati dalla Serenissima portarono il Muson Vecchio a sfociare nel Brenta presso Mira. L'originaria foce del fiume era situata presso la laguna. Oggi il corso del fiume è in gran parte canalizzato e scorre in un paesaggio diverso da quello originario, ricco di foreste e paludi.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco corsi d'acqua della rete idrografica regionale (PDF), su Piano straordinario triennale interventi di difesa idrogeologica, Regione Veneto. URL consultato il 15 dicembre 2014.
  2. ^ fiume Muson Vecchio

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Comune di Mirano – Storia di un fiume - 1988

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]