Muson Vecchio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muson Vecchio
Muson Vecchio
Il Muson Vecchio presso lo sbarramento del Bacino di sopra (Mirano)
Stato Italia Italia
Regioni Veneto Veneto
Lunghezza 19,20 km[1]
Nasce San Martino di Lupari
Sfocia Taglio Nuovo

Il Muson Vecchio è un fiume di risorgiva del veneto centrale.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Nasce in comune di San Martino di Lupari, attraversa il territorio di Loreggia e, a Camposampiero, incrocia il Muson dei Sassi tramite un ponte-canale. Prosegue dunque verso est sino a Mirano, dove le sue acque sono incanalate (dopo un salto di circa 3 metri tra i bacini di sopra e di sotto) verso il Naviglio del Brenta per mezzo del Taglio Nuovo o Canale di Mirano (7 km).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'appellativo Vecchio risale all'inizio del Seicento: è infatti ciò che resta del corso originale del Muson, radicalmente modificato in seguito alle opere idrauliche intraprese dalla Serenissima. Sino a suddetto secolo il letto del fiume raccoglieva alcune acque da svariate sorgenti che nascevano nelle colline a nord di Asolo. Nel 1612 le acque del Muson Vecchio furono deviate dalle acque di Asolo sino a immettersi nel fiume Brenta tramite un fosso corrispondente all'attuale Muson dei Sassi. I lavoro operati dalla Serenissima portarono il Muson Vecchio a sfociare nel Brenta presso Mira. L'originaria foce del fiume era situata presso la laguna. Oggi il corso del fiume è in gran parte canalizzato e scorre in un paesaggio diverso da quello originario, ricco di foreste e paludi.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco corsi d'acqua della rete idrografica regionale (PDF), su Piano straordinario triennale interventi di difesa idrogeologica, Regione Veneto. URL consultato il 15 dicembre 2014.
  2. ^ fiume Muson Vecchio

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Comune di Mirano – Storia di un fiume - 1988

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]