Mandragora autumnalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mandragola autunnale
Mandragora autumnalis 056.jpg
Mandragora autumnalis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Solanales
Famiglia Solanaceae
Genere Mandragora
Specie M. autumnalis
Nomenclatura binomiale
Mandragora autumnalis
Bertol., 1820
Specie

La mandragola autunnale (Mandragora autumnalis Bertol., 1820) è una pianta appartenente alla famiglia delle Solanaceae.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Mandragora autumnalis1436.JPG

È una pianta erbacea perenne, emicriptofita, acaule.
È dotata di una grossa radice a fittone, di aspetto grossolanamente antropomorfo
Le foglie, di forma ovato-oblunga, corrugate, sono disposte a formare una rosetta basale al centro della quale, in autunno, è presente un ciuffo di fiori peduncolati, con corolla violacea, imbutiforme, lunga 3–4 cm, suddivisa in 5 lobi.
Il frutto è una bacca ovoidale, di colore giallo-arancio, lunga fino a 3 cm.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

È diffusa nella area mediterranea meridionale, dal Portogallo alla Grecia, in Nord Africa e in Medio Oriente.

Predilige i terreni calcarei soleggiati.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

La conformazione antropomorfa delle sue radici ha probabilmente contribuito a far attribuire alla mandragola poteri sovrannaturali in molte tradizioni popolari.

La mandragora contiene alcuni alcaloidi la cui azione è simile a quella dell'atropina.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica