MP 89

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MP 89
Elettrotreno
Il convoglio MP 89 CC n° 01 sulla linea 4
Il convoglio MP 89 CC n° 01 sulla linea 4
Anni di progettazione 1989-1994
Anni di costruzione 1994-2000
Anni di esercizio 1997-oggi
Quantità prodotta 73
Costruttore GEC-Alstom
Elettrotreno
Dimensioni Lunghezza: 90,28 m - Larghezza: 2,448 m
Capacità Tipo CC: 720 - Tipo CA: 722
Scartamento standard
Massa in servizio Tipo CC: 144,2 t - Tipo CA: 135,0 t
Rodiggio B'B'
Potenza oraria 2.800 kW
Velocità massima omologata 80 km/h
Alimentazione 750 V CC (terza rotaia)

L'elettrotreno MP 89 (da Metro Pneu 1989) è un convoglio ferroviario metropolitano su pneumatici in uso sulla metropolitana di Parigi. Ha operato dal 1997 al 2012 sulla linea 1 a guida manuale, e dal 1998 sulla linea 14 in versione totalmente automatizzata. Presenta molte novità tecniche, come l'intercircolazione tra le carrozze sperimentata sul prototipo Boa e sul MF 88, e l'apertura porte automatica centralizzata.

Dal 23 maggio 2011, equipaggia anche la linea 4, con i treni rimossi dalla linea 1 per far spazio ai MP 05[1], versione derivata dal MP 89, esteticamente identica, ma tecnologicamente più avanzata.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1988, a seguito di ingenti investimenti, il parco mezzi della RATP viene finalmente modernizzato. Gli ultimi Sprague-Thomson erano stati ritirati nel 1983 e l'età media dei treni si attestava a 14 anni. La RATP, cambiando strategia rispetto al passato, decise di rinnovare gradatamente i treni più vecchi, per evitare di ritrovarsi di nuovo a dover sostituire tutto il parco mezzi in una volta solo.

Priorità assoluta era la sostituzione dei MP 55 della linea 11 e di consentire il prolungamento della linea 1 fino a La Défense. La simultanea costruzione della linea 14 spinse la RATP ad emettere una specifica per la costruzione di nuovi treni su gomma, i MP 89 appunto, da ripartire fra due versioni[2]:

  • una versione a guida automatica, senza macchinista, per la linea 14;
  • una versione con posto guida, a conduzione manuale, per la linea 1.

Il consiglio di amministrazione della RATP approvò il 28 settembre 1990 la concessione dell'appalto a GEC-Alsthom per complessive 665 di tipo MP 89. La commessa fu poi ridotta a 52 treni per la linea 1 e 21 treni per la linea 14 (totale 438 vetture)[2]. Il primo convoglio sperimentale MP 89 CA fu consegnato nel 1994 per dei test sulla linea di petite ceinture[3].

Dopo che i test ebbero dato buon esito, il MP 89 entrò in servizio passeggeri il 27 marzo 1997 sulla linea 1, e il 15 ottobre 1998 sulla linea 14.

In seguito all'arrivo dei treni MP 05 sulla linea 1 nel 2011, i treni MP 89 in servizio lì sono stati trasferiti alla linea 4 per sostituire i vetusti MP 59, una parte dei quali è andata ad equipaggiare la linea 11, mentre i restanti sono stati rottamati.

Cabina di guida[modifica | modifica sorgente]

La cabina di guida, presente solo sul modello CC, oltre alla strumentazione standard offre numerose altre funzionalità, come il pannello di controllo degli annunci sonori ai passeggeri. In genere il loro funzionamento è automatico: all'arrivo in una stazione (ad es. Concorde), la voce annuncia «Concorde» allorché il treno inizia a frenare; a treno quasi fermo, la voce annuncia, con un tono diverso «Concorde. Attention à la marche en descendant du train» ("attenzione a dove si cammina nel discendere dal treno"). Inoltre delle luci blu poste alla base delle porte si illuminano per rendere evidente lo spazio tra treno e banchina. In altri casi, tramite un sistema touch screen il macchinista può intervenire sul sistema e scegliere un annuncio sonoro diverso per ogni evenienza dall'archivio (ad esempio «Pas d'arrêt à la prochaine station pour travaux», "il treno non ferma alla prossima stazione per lavori").

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il MP 89 presenta due diverse versioni:

  • MP 89 CC, che sta per Conduite Conducteur (con macchinista), in uso sulla linea 4;
  • MP 89 CA, che sta per Conduite Automatique (senza macchinista), in uso sulla linea 14 (Météor). Questa versione è priva di cabina di guida, ma presenta comunque un piccolo pannello di controllo d'emergenza.

Sugli MP 89 CC si adottano due sistemi diversi per l'apertura e la chiusura delle porte:

  • il sistema Fersystem a cinghia dentata, riconoscibile per il rumore secco all'apertura delle porte. In uso su trenta MP 89 CC: i treni 02, 04, 05, 06, 10, 11, 15, 16, 17, 19, 21, 22, 23, 26, 27, 32, 33, 35, 36, 39, 41, 42, 43, 45, 46, 47, 48, 49, 50 e 52;
  • il sistema Faiveley a viti senza fine, in uso per tutti i MP 89 CA della linea 14. Ne sono dotati anche ventidue MP 89 CC: i treni 01, 03, 07, 08, 09, 12, 13, 14, 18, 20, 24, 25, 28, 29, 30, 31, 34, 37, 38, 40, 44 e 51. Questi convogli sono stati i primi ad essere spostati sulla linea 4.

Aspetto esterno[modifica | modifica sorgente]

L'innovativo design della carrozzeria del MP 89 (caratterizzata dalle pareti laterali leggermente curve e dall'ampio parabrezza spiovente delle motrici) è opera dello stilista Roger Tallon[2] e non ha precedenti nella storia del materiale rotabile della metropolitana di Parigi.

Interno[modifica | modifica sorgente]

Interno di un MP 89 CC
Interno di un MP 89 CA

L'intercircolazione tra le carrozze, che consente una maggiore capienza, è totale. Tuttavia tale tecnologia si è rivelata problematica per quel che riguarda i treni della linea 1, il cui tracciato presenta curve molto frequenti e strette (in particolare a Bastille ve n'è una di soli 37 m di raggio), che costringono spesso a parcheggiare i treni proprio in corrispondenza delle svolte, lasciando i giunti tra i vagoni piegati, con conseguente rischio di usura precoce. Pertanto i modelli CC presentano dei passaggi rinforzati con pannelli solidi alternati a sezioni in gomma, a parte alcuni che hanno ricevuto la medesima intercircolazione del CA per comparare il consumo. Cinque treni sono invece stati allestiti con i passaggi sviluppati per il MF 01.

L'apertura e la chiusura delle porte è interamente automatica e a comando esclusivo del macchinista, a differenza dei precedenti modelli, nei quali occorre premere un bottone o tirare una maniglia per aprire gli sportelli.

La chiusura delle porte è annunciata dall'accensione di alcune spie rosse sopra le porte e da un segnale sonoro. Un sistema a messaggi audio preregistrati annuncia ai passeggeri il nome della stazione. Su un convoglio della linea 1, tra il 2006 e il 2007, furono altresì sperimentati degli schermi LCD in aggiunta agli altoparlanti.

Scheda tecnica[modifica | modifica sorgente]

Treno sulla linea 1.
  • Linee equipaggiate: 1, 4 e 14
  • Convogli costruiti: 52 (CC) + 21 (CA)
  • Composizione: 6 carrozze (S-N-N-N-N-S)
  • Lunghezza: 90,28 m
  • Larghezza: 2,448 m
  • Peso in servizio: 144,2 t (CC) - 135 t (CA)
  • Carrozzeria: lega di alluminio
  • Potenza massima: 2800 kW
  • Modulatori di trazione: a tiristori, uscita trifase
  • Accelerazione da fermo: 1,25 m/s² (a pieno carico)
  • Carrelli: con pneumatici, a 4 ruote principali e 4 ruotini di guida
  • Velocità massima: 80 km/h
  • Velocità in servizio: 70 km/h (CC) - 80 km/h (CA)
  • Porte: 6 porte per carrozza, automatiche, scorrevoli, larghezza 1,65 m
  • Posti a sedere: 132 (CC) - 144 (CA)
  • Capienza massima: 720 (CC) - 722 (CA)

Treni speciali[modifica | modifica sorgente]

Alcuni convogli (elencati qui sotto) presentano differenze sostanziali rispetto allo standard del modello.

MP 89 CC[modifica | modifica sorgente]

Spaccato di un convoglio MP 89 CA della linea 14: notare l'assenza di cabina di guida e la zona passeggeri che arriva fino al parabrezza.
Treno N° Particolarità
01 Logo RATP stampigliato ad entrambe le estremità. Questo convoglio è stato il primo a trasferirsi sulla linea 4 (tra l'11 e il 12 aprile 2011)[4]. In origine non disponeva di passaggi d'intercircolazione.
02 Intercircolazione di tipo MP 89 CA, logo RATP stampigliato solo ad un'estremità.
08 Intercircolazione di tipo MP 89 CA
09 Intercircolazione di tipo MP 89 CA
13 Intercircolazione di tipo MP 89 CA
18 Intercircolazione di tipo MP 89 CA
36 Dotato di schermi LCD per informazioni ai passeggeri (rimossi nel 2007)
43 Intercircolazione di tipo MF 01
45 Intercircolazione di tipo MF 01
46 Intercircolazione di tipo MF 01
47 Intercircolazione di tipo MF 01
48 Intercircolazione di tipo MF 01
49 Intercircolazione di tipo MF 01
50 Intercircolazione di tipo MF 01
Spesso la livrea è costituita da pannelli pubblicitari
51 Intercircolazione di tipo MP 89 CA (poi rimossa)
52 Intercircolazione di tipo MP 89 CA (poi rimossa)

Parco mezzi MP 89 CC[modifica | modifica sorgente]

Stato del materiale al 13 gennaio 2013.

Numero del treno Composizione Stato Linea di competenza
01 89 S 001-89 N1 001-89 N2 001-89 N2 002-89 N1 002-89 S 002 Operativo 4
02 89 S 003-89 N1 003-89 N2 003-89 N2 004-89 N1 004-89 S 004 Operativo 4
03 89 S 005-89 N1 005-89 N2 005-89 N2 006-89 N1 006-89 S 006 Operativo 4
04 89 S 007-89 N1 007-89 N2 007-89 N2 008-89 N1 008-89 S 008 Operativo 4
05 89 S 009-89 N1 009-89 N2 009-89 N2 010-89 N1 010-89 S 010 Operativo 4
06 89 S 011-89 N1 011-89 N2 011-89 N2 012-89 N1 012-89 S 012 Operativo 4
07 89 S 013-89 N1 013-89 N2 013-89 N2 014-89 N1 014-89 S 014 Operativo 4
08 89 S 015-89 N1 015-89 N2 015-89 N2 016-89 N1 016-89 S 016 Operativo 4
09 89 S 017-89 N1 017-89 N2 017-89 N2 018-89 N1 018-89 S 018 Operativo 4
10 89 S 019-89 N1 019-89 N2 019-89 N2 020-89 N1 020-89 S 020 Operativo 4
11 89 S 021-89 N1 021-89 N2 021-89 N2 022-89 N1 022-89 S 022 Operativo 4
12 89 S 023-89 N1 023-89 N2 023-89 N2 024-89 N1 024-89 S 024 Operativo 4
13 89 S 025-89 N1 025-89 N2 025-89 N2 026-89 N1 026-89 S 026 Operativo 4
14 89 S 027-89 N1 027-89 N2 027-89 N2 028-89 N1 028-89 S 028 Operativo 4
15 89 S 029-89 N1 029-89 N2 029-89 N2 030-89 N1 030-89 S 030 Operativo 4
16 89 S 031-89 N1 031-89 N2 031-89 N2 032-89 N1 032-89 S 032 Operativo 4
17 89 S 033-89 N1 033-89 N2 033-89 N2 034-89 N1 034-89 S 034 Operativo 4
18 89 S 035-89 N1 035-89 N2 035-89 N2 036-89 N1 036-89 S 036 Operativo 4
19 89 S 037-89 N1 037-89 N2 037-89 N2 038-89 N1 038-89 S 038 Operativo 4
20 89 S 039-89 N1 039-89 N2 039-89 N2 040-89 N1 040-89 S 040 Operativo 4
21 89 S 041-89 N1 041-89 N2 041-89 N2 042-89 N1 042-89 S 042 Operativo 4
22 89 S 043-89 N1 043-89 N2 043-89 N2 044-89 N1 044-89 S 044 Operativo 4
23 89 S 045-89 N1 045-89 N2 045-89 N2 046-89 N1 046-89 S 046 Operativo 4
24 89 S 047-89 N1 047-89 N2 047-89 N2 048-89 N1 048-89 S 048 Operativo 4
25 89 S 049-89 N1 049-89 N2 049-89 N2 050-89 N1 050-89 S 050 Operativo 4
26 89 S 051-89 N1 051-89 N2 051-89 N2 052-89 N1 052-89 S 052 Operativo 4
27 89 S 053-89 N1 053-89 N2 053-89 N2 054-89 N1 054-89 S 054 Operativo 4
28 89 S 055-89 N1 055-89 N2 055-89 N2 056-89 N1 056-89 S 056 Operativo 4
29 89 S 057-89 N1 057-89 N2 057-89 N2 058-89 N1 058-89 S 058 Operativo 4
30 89 S 059-89 N1 059-89 N2 059-89 N2 060-89 N1 060-89 S 060 Operativo 4
31 89 S 061-89 N1 061-89 N2 061-89 N2 062-89 N1 062-89 S 062 Operativo 4
32 89 S 063-89 N1 063-89 N2 063-89 N2 064-89 N1 064-89 S 064 Operativo 4
33 89 S 065-89 N1 065-89 N2 065-89 N2 066-89 N1 066-89 S 066 Operativo 4
34 89 S 067-89 N1 067-89 N2 067-89 N2 068-89 N1 068-89 S 068 Operativo 4
35 89 S 069-89 N1 069-89 N2 069-89 N2 070-89 N1 070-89 S 070 Operativo 4
36 89 S 071-89 N1 071-89 N2 071-89 N2 072-89 N1 072-89 S 072 Operativo 4
37 89 S 073-89 N1 073-89 N2 073-89 N2 074-89 N1 074-89 S 074 Operativo 4
38 89 S 075-89 N1 075-89 N2 075-89 N2 076-89 N1 076-89 S 076 Operativo 4
39 89 S 077-89 N1 077-89 N2 077-89 N2 078-89 N1 078-89 S 078 Operativo 4
40 89 S 079-89 N1 079-89 N2 079-89 N2 080-89 N1 080-89 S 080 Operativo 4
41 89 S 081-89 N1 081-89 N2 081-89 N2 082-89 N1 082-89 S 082 Operativo 4
42 89 S 083-89 N1 083-89 N2 083-89 N2 084-89 N1 084-89 S 084 Operativo 4
43 89 S 085-89 N1 085-89 N2 085-89 N2 086-89 N1 086-89 S 086 Operativo 4
44 89 S 087-89 N1 087-89 N2 087-89 N2 088-89 N1 088-89 S 088 Operativo 4
45 89 S 089-89 N1 089-89 N2 089-89 N2 090-89 N1 090-89 S 090 Operativo 4
46 89 S 091-89 N1 091-89 N2 091-89 N2 092-89 N1 092-89 S 092 Operativo 4
47 89 S 093-89 N1 093-89 N2 093-89 N2 094-89 N1 094-89 S 094 Operativo 4
48 89 S 095-89 N1 095-89 N2 095-89 N2 096-89 N1 096-89 S 096 Operativo 4
49 89 S 097-89 N1 097-89 N2 097-89 N2 098-89 N1 098-89 S 098 Operativo 4
50 89 S 099-89 N1 099-89 N2 099-89 N2 100-89 N1 100-89 S 100 Operativo 4
51 89 S 101-89 N1 101-89 N2 101-89 N2 102-89 N1 102-89 S 102 Operativo 4
52 89 S 103-89 N1 103-89 N2 103-89 N2 104-89 N1 104-89 S 104 Operativo 4

Parco mezzi MP 89 CA[modifica | modifica sorgente]

Stato del materiale al 1º maggio 2012.

Numero del treno Composizione Stato Linea di competenza
01 89 S 1001-89 N1 1001-89 N2 1001-89 N2 1002-89 N1 1002-89 S 1002 Operativo 14
02 89 S 1003-89 N1 1003-89 N2 1003-89 N2 1004-89 N1 1004-89 S 1004 Operativo 14
03 89 S 1005-89 N1 1005-89 N2 1005-89 N2 1006-89 N1 1006-89 S 1006 Operativo 14
04 89 S 1007-89 N1 1007-89 N2 1007-89 N2 1008-89 N1 1008-89 S 1008 Operativo 14
05 89 S 1009-89 N1 1009-89 N2 1009-89 N2 1010-89 N1 1010-89 S 1010 Operativo 14
06 89 S 1011-89 N1 1011-89 N2 1011-89 N2 1012-89 N1 1012-89 S 1012 Operativo 14
07 89 S 1013-89 N1 1013-89 N2 1013-89 N2 1014-89 N1 1014-89 S 1014 Operativo 14
08 89 S 1015-89 N1 1015-89 N2 1015-89 N2 1016-89 N1 1016-89 S 1016 Operativo 14
09 89 S 1017-89 N1 1017-89 N2 1017-89 N2 1018-89 N1 1018-89 S 1018 Operativo 14
10 89 S 1019-89 N1 1019-89 N2 1019-89 N2 1020-89 N1 1020-89 S 1020 Operativo 14
11 89 S 1021-89 N1 1021-89 N2 1021-89 N2 1022-89 N1 1022-89 S 1022 Operativo 14
12 89 S 1023-89 N1 1023-89 N2 1023-89 N2 1024-89 N1 1024-89 S 1024 Operativo 14
13 89 S 1025-89 N1 1025-89 N2 1025-89 N2 1026-89 N1 1026-89 S 1026 Operativo 14
14 89 S 1027-89 N1 1027-89 N2 1027-89 N2 1028-89 N1 1028-89 S 1028 Operativo 14
15 89 S 1033-89 N1 1029-89 N2 1029-89 N2 1030-89 N1 1030-89 S 1030 Operativo 14
16 89 S 1031-89 N1 1031-89 N2 1031-89 N2 1032-89 N1 1032-89 S 1032 Operativo 14
17 89 S 1029-89 N1 1033-89 N2 1033-89 N2 1034-89 N1 1034-89 S 1034 Operativo 14
18 89 S 1035-89 N1 1035-89 N2 1035-89 N2 1036-89 N1 1036-89 S 1036 Operativo 14
19 89 S 1037-89 N1 1037-89 N2 1037-89 N2 1038-89 N1 1038-89 S 1038 Operativo 14
20 89 S 1039-89 N1 1039-89 N2 1039-89 N2 1040-89 N1 1040-89 S 1040 Operativo 14
21 89 S 1041-89 N1 1041-89 N2 1041-89 N2 1042-89 N1 1042-89 S 1042 Operativo 14

Evoluzioni[modifica | modifica sorgente]

Il treno 36 nel 2006 è stato dotato di schermi LCD e display per annunci ai passeggeri, poi rimossi l'anno seguente.

Con l'automatizzazione della linea 1 della metropolitana di Parigi, i treni MP 89 CC ivi in servizio sono stati trasferiti alla linea 4 per cedere il posto ai nuovi MP 05[5] a partire da aprile 2011[6]. Tale operazione è stata terminata il 9 aprile 2013 (ultimo convoglio trasferito è il CC26). Il parco MP89CC proveniente dalla linea 1 consta di 52 convogli a 6 carrozze; l'utilizzo dell'intero parco convogli è previsto in concomitanza con l'estensione fino a Bagnuex.

Non è ancora chiara la futura utilizzazione del parco mezzi MP89CC; la completa automazione della linea 4, infatti, verrà probabilmente realizzata (a partire dal 2017) utilizzando convogli MP89CA e MP05 provenienti dalla linea 14 (è in progetto l'acquisizione per tale linea di nuovo materiale rotabile, MP NG, dotato di 8 carrozze, completamente automatico) e l'impiego degli MP89CC sulla linea 6, seppur in valutazione, presenta delle oggettive difficoltà (le banchine sono adatte ad accogliere convogli di 5 carrozze, e il percorso in alcuni tratti potrebbe essere pericoloso per 2 MP89 in transito). In assenza di alternative è possibile che i MP89CC vengano rottamati dopo solo 20 anni di servizio.

Altri impieghi[modifica | modifica sorgente]

Una versione derivata dal MP 89, sempre costruita da Alstom, presta servizio sul metrò di Santiago del Cile con il nome « NS 93 ».

Una versione derivata dal MP 89 CA con due motrici, nota come MP 89 TL, è in servizio da ottobre 2008 sulla linea M2 della metropolitana di Losanna, che presenta la più forte pendenza al mondo (rampe del 120 ‰)[7][8].

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Bernard Sirand-Pugnet, De la Grand-mère à Météor, 45 ans d'évolution de la technologie des voies au métro de Paris, 1997, 223 p.
  • Gaston Jacobs, Le Métro de Paris : un siècle de matériel roulant, éditions la Vie du Rail, 2001.
  • Jean Tricoire, Un siècle de métro en 14 lignes. De Bienvenüe à Météor, éditions la Vie du Rail

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trasporti