Lys (torrente)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lys
Lys
Stato Italia Italia
Regioni Valle d'Aosta Valle d'Aosta
Lunghezza 38 2 km[1]
Portata media 25 m³/s
Bacino idrografico 280 km²[1]
Altitudine sorgente 2500 m s.l.m.
Nasce Monte Rosa
Sfocia Dora Baltea
45°35′29.26″N 7°47′32.23″E / 45.59146°N 7.792285°E45.59146; 7.792285Coordinate: 45°35′29.26″N 7°47′32.23″E / 45.59146°N 7.792285°E45.59146; 7.792285

Il Lys (Liisu in Greschòneytitsch; Lyesu in Éischemtöitschu; Lys in tedesco) è un torrente della Valle d'Aosta, affluente in sinistra idrografica della Dora Baltea.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Sbarramento sul torrente che separa l'alta valla dalla bassa valle del Lys

Nasce dal Monte Rosa e più precisamente dal ghiacciaio del Lys, alle falde della Piramide Vincent (4215 m); percorre la Valle del Lys e va a confluire in sinistra idrografica nella Dora Baltea a Pont-Saint-Martin.
È costeggiato dalla strada della valle omonima.

Poco prima della confluenza è attraversato dal Pont Saint-Martin, di epoca romana, la cui costruzione, a seconda delle fonti, viene fatta risalire al 120 a.C. oppure al 25 a.C. Il ponte, che poggia sulla viva roccia da entrambi i lati, ha una sola arcata di 20 metri di altezza ed è lungo 35 metri. [2]

Lungo il suo corso il Lys è sfruttato per produrre di energia idroelettrica. In località Grand Praz si trova la Centrale idroelettrica di Issime[3], mentre la Centrale idroelettrica di Zuino si trova nel comune di Gaby ma lo sbarramento sul Lys che l'alimenta è in località Bieltchucken, nel comune di Gressoney-Saint-Jean.[4] Nel comune di Gressoney-Saint-Jean alimenta anche la centrale di Sendren.[5]

Principali affluenti[modifica | modifica wikitesto]

In sinistra idrografica:

  • torrente Avan-cir,
  • torrente Giassit,
  • torrente Loo,
  • torrente di Mos,
  • torrente Niel,
  • torrente Pacoulla,
  • torrente Tourrison.

In destra idrografica:

  • rû de Nantay,
  • torrente Stolen,
  • torrente Valbona.

Galleria[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Piano delle acque, Regione Valle d'Aosta, estratto on-line in .pdf su www.regione.vda.it (consultato nel marzo 2010)
  2. ^ Sito istituzionale della Regione Valle d'Aosta. URL consultato il novembre 2009.
  3. ^ CVA, Centrale di Issime. URL consultato il 1º novembre 2013.
  4. ^ CVA, Centrale di Zuino. URL consultato il 1º novembre 2013.
  5. ^ CVA, Centrale di Sendren. URL consultato il 1º novembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Valle d'Aosta Portale Valle d'Aosta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Valle d'Aosta