Luigi De Marchi (geofisico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luigi De Marchi
Luigi De Marchi.jpg

Senatore del Regno d'Italia

Dati generali
Titolo di studio laurea in fisica e matematica
Professione docente universitario

Luigi De Marchi (Milano, 16 maggio 1857Padova, 15 febbraio 1936) è stato un geografo e geologo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Geografo e geofisico, si laureò in fisica e matematica presso l'Università di Pavia. Dal 1886 al 1902 diresse la Biblioteca Universitaria di Pavia. In seguito, diresse anche la Biblioteca Alessandrina a Roma e la Biblioteca nazionale di Brera a Milano.

Nel 1902 fu nominato professore di geografia fisica all'Università di Padova (cattedra che occupò fino al 1932), dove si dedicò in particolare a problemi di oceanografia, idrografia, glaciologia e meteorologia.

Studiò le cause delle ere glaciali e gli effetti dell'accumulo dei ghiacci sui continenti in relazione alle variazioni del livello marino. Fu tra i primi ad effettuare ricerche di geofisica marina nell'Adriatico e contribuì a chiarire i meccanismi della propagazione delle onde sismiche.

Scrisse un Trattato di geografia fisica e pubblicò vari lavori scientifici, tra i quali una monografia dedicata alla climatologia e un manuale di geografia politica ed economica. Fu socio di numerose società scientifiche tra cui l'Accademia Nazionale dei Lincei e l'Accademia Nazionale delle Scienze e Senatore del Regno dal 1934.

Gli è intitolata una borsa di studio bandita dall'Università di Padova.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN13067098 · SBN: IT\ICCU\RAVV\047936 · ISNI: (EN0000 0000 7777 8102 · GND: (DE116760591 · BNF: (FRcb13010072n (data) · BAV: ADV11987536