Lorenzo De Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Salotto delle Virtù Patrie, Palazzo Rosso, Genova

Lorenzo De Ferrari (Genova, 1680 circa – Genova, 1744) è stato un pittore italiano del periodo Barocco, attivo soprattutto nella sua città natale, dove produsse numerose opere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lorenzo De Ferrari era figlio del pittore Gregorio De Ferrari e di Margherita Piola, figlia di un altro famoso pittore genovese, Domenico Piola. Fin da bambino mostrò una notevole predisposizione per il disegno e la pittura, incoraggiato anche dal padre. La sua prima opera di un certo rilievo fu Sant'Ampeglio in gloria con gli angeli, nella volta della cappella di Sant'Ampeglio, all'interno della chiesa di Santo Stefano a Genova.

Nel 1734 visitò Roma e Firenze, dove entrò in contatto con alcuni noti pittori dell'epoca, tra i quali Sebastiano Conca, Marco Benefial, Ignazio Hugford e Francesco Maria Niccolò Gaburri.

Non si sposò mai; per la sua religiosità fu soprannominato l'Abate De Ferrari.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Tra le sue principali opere, tutte conservate in chiese e palazzi di Genova, oltre al già ricordato dipinto raffigurante Sant'Ampeglio, si possono citare:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito web - Italia per Turisti - Pagina della "Galleria nazionale di Palazzo Spinola", italiaperturisti.it. URL consultato l'11 giugno 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN72320565 · ISNI: (EN0000 0000 6684 1911 · LCCN: (ENnr93051189 · GND: (DE124196969 · ULAN: (EN500027120