Lingua falisca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Falisco
Parlato inTuscia
PeriodoV-II secolo a.C.
Locutori
Classificaestinta
Altre informazioni
Scritturaalfabeto falisco
Tassonomia
FilogenesiLingue indoeuropee
 Lingue italiche
  Lingue latino-falische
   Falisco
Codici di classificazione
ISO 639-3xfa (EN)
Glottologfali1291 (EN)

La lingua falisca è la lingua indoeuropea parlata dai Falisci, una popolazione italica stanziata nell'Etruria meridionale.

Ci è giunta in un centinaio di iscrizioni, che datano dal VII al II secolo a.C. e che sono scritte in un alfabeto molto simile all'alfabeto latino. Il segno più caratteristico è la 'F' che ha una forma tipica, come una freccia in alto.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Come esempio della lingua possono essere citate le parole scritte sul bordo di un'immagine su una patera, la cui genuinità è stabilita dal fatto che sono state scritte prima che fosse applicato lo smalto: «foied vino pipafo, cra carefo», cioè in latino «hodie vinum bibam, cras carebo» ("Oggi berrò vino, domani ne sarò privo").[1]

Ciò mostra alcune delle caratteristiche fonetiche del falisco, come quanto segue:

  1. mantenimento della 'f' intervocalica che in latino si è mutata in 'b';
  2. la palatalizzazione della 'd+' 'jod' ('i' consonantica) in un suono denotato soltanto dalla 'i-' (il suono centrale di foied, da fo-died;
  3. la caduta della 's' finale, in tutte le occasioni prima di alcuni suoni (cra di fronte al latino cras);

Altre caratteristiche, che appaiono altrove,[senza fonte] sono il mantenimento della labiovelare (falisco cuando = latino quando; rispetto all'umbro pan(n~u);[2]

Sembra probabile che il dialetto sia durato, benché gradualmente pervaso dal latino, fino ad almeno il 150 a.C.[senza fonte].

Oltre ai rinvenimenti provenienti dalle tombe, che appartengono principalmente al periodo della dominazione etrusca e che dànno ampia dimostrazione di prosperità materiale e di raffinatezza, i primi strati (???) mostrano residui più primitivi. Tantissime iscrizioni che sono costituite principalmente da nomi propri, possono essere considerate come etrusche piuttosto che falische e non sono state considerate nell'analisi del dialetto appena data.[senza fonte]

Dovrebbe forse essere accennato che esisteva una città Feronia in Sardegna, chiamata così da coloni falischi dal nome della loro dea, di cui si è conservata un'iscrizione votiva trovata a Santa Maria in Falleri, una chiesa situata all'interno del sito archeologico Falerii Novi.

Scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Il falisco ha un alfabeto proprio di derivazione etrusca.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Come il latino, e altre lingue indo-europee, il falisco è una lingua flessiva. I sostantivi sono declinati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vittore Pisani: Le lingue ... 150, p. 346
  2. ^ Per ulteriori particolari vedere Conway, e V. Pisani: il primo specialmente alle pagg 384-385, dove è discusso il rapporto dei nomi Falisci, e Falerii con l'eroe locale Halaesus (per esempio Ovidio, Fasti, IV 73) e dove è dato motivo per pensare che il cambiamento dell'iniziale 'f' (da un originale del 'bh' o 'dh') in un iniziale 'h' sia stato un contrassegno genuino del dialetto dei Falisci.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gabriella Giacomelli, La lingua falisca, Olschki, Firenze, 1963
  • Vittore Pisani, Le lingue dell'Italia antica oltre il Latino, Rosenberg & Sellier, Torino, 1964 ISBN 8870110249
  • RS Conway, Italic Dialects, p. 312, b
  • Alberto Calderini, Urbanitas e autoromanizzazione: il caso dell'ager faliscus. L'apporto dei dati linguistici in un nuovo inquadramento del fenomeno dell'alternanza f-/h-, in La città italica - Atti del II convegno internazionale sugli Antichi umbri, Gubbio 25-27 settembre 2003, Perugia, 2009
  • G. C. L. M. Bakkum, The Latin Dialect of Ager Faliscus. 150 years of scholarship, Amsterdam, 2009
  • Luca Rigobianco, Faliscan. Language, Writing, Epigraphy. Aelaw Booklet 7. Zaragoza, 2019
  • Luca Rigobianco, «Falisco», Palaeohispanica 20: 299-333, 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 61 · LCCN (ENsh85046963 · GND (DE4521148-6 · BNF (FRcb156961354 (data) · J9U (ENHE987007565457705171
  Portale Linguistica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di linguistica