Libertas (enciclica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Libertas
Lettera enciclica
Stemma di Papa Leone XIII
Pontefice Papa Leone XIII
Data 20 giugno 1888
Anno di pontificato XI
Traduzione del titolo Libertà
Argomenti trattati La libertà
Enciclica papale nº XXVI di LXXXVI
Enciclica precedente In Plurimis
Enciclica successiva Saepe Nos

Libertas è un'enciclica di papa Leone XIII, datata 20 giugno 1888, di carattere politico.

La separazione fra Chiesa e Stato è inaccettabile perché irragionevole, in quanto l'individuo singolo è in sé religioso e non si vede perché non debba esserlo un'intera società. Troviamo una lotta ai diritti umani in nome dei diritti di Dio: l'uomo è libero di avere il diritto di non credere, ma – secondo Leone XIII – c'è anche un diritto di Dio ad essere adorato. E questo diritto è prevalente su quello di qualsiasi uomo. È questo il cuore di tutta l'impostazione di Leone XIII. Con la sensibilità odierna non si può parlare di un diritto di Dio se non in senso molto analogico: i diritti umani vengono riconosciuti e tutelati dalla legge perché possono essere violati e messi in difficoltà, ma nel caso di Dio non si può dire assolutamente questo. Leone XIII risente ancora di una vecchia impostazione in cui la società è ancora in relazione a Dio. Per quel che riguarda l'idea gelasiana di Leone XIII, essa tenta di oltrepassare – senza riuscirci – l'ormai avvenuta divisione totale fra Stato e Chiesa. Ormai bisognerà accettare quel che è accaduto, cercando di assicurare la libertà reciproca delle due parti. Queste due idee si trovano nella Immortale Dei. Nella Libertas, invece, la separazione fra Chiesa e Stato viene considerata inaccettabile perché l'intera società dev'essere considerata religiosa come il singolo uomo (estensione dei diritti di Dio alla società) e, inoltre, perché la religione dev'essere considerata come un bene comune della società. Leone XIII comincia a distinguere sulla libertà di coscienza. Il concetto positivo è fare tutto quel che piace. Quello negativo sta nel non subire impedimenti per scegliere la propria religione dentro uno Stato laico: questa libertà si può tollerare in base alla distinzione fra tesi e ipotesi. Non è conforme a verità e giustizia dare a tutti la libertà religiosa, ma viene tollerata tale situazione per via dei tempi gravi che si percorrono, ed in ragione della salvaguardia del bene comune.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]