Jonny Quest

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Le avventure di Johnny Quest)
Jonny Quest
serie TV cartone
Titolo orig. Jonny Quest
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Doug Wildey
Soggetto William D. Hamilton, Walter Black
Musiche Hoyt Curtin
Studio Hanna-Barbera
Rete ABC
1ª TV 18 settembre 1964 – 11 marzo 1965
Episodi 26 (completa)
Durata ep. 25 min
Rete it. Rai Uno

Jonny Quest è è una serie televisiva a cartoni animati prodotta dalla Hanna-Barbera e Screen Gems nel 1964, ispirata all'omonimo fumetto di Doug Wildey. Nel 1996 ne è stata prodotta una seconda, Le avventure di Jonny Quest (The Real Adventures of Jonny Quest).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jonny è un ragazzino che accompagna il padre scienziato, assieme alla guardia del corpo Race Bannon e all'amico Hadji, in una serie di avventure in giro per il mondo, sempre rivolte a sventare qualche malvagia cospirazione.

Le avventure di Jonny Quest
serie TV cartone
Titolo orig. The Real Adventures of Jonny Quest
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autore Peter Lawrence, Takashi Masunaga
Regia Mike Milo
Studio Hanna-Barbera
Rete Cartoon Network
1ª TV 26 agosto 1996 – 16 aprile 1997
Episodi 52 (completa)
Durata ep. 22 min
Rete it. Raiuno, Raidue, Cartoon Network
Episodi it. 52 (completa)
Durata ep. it. 22 min
Studio dopp. it. Johnny è doppiato da Giuliano Giacomelli

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jonny Quest
  • Benton Quest
  • Roger T. 'Race' Bannon
  • Hadji
  • Bandit

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Le avventure di Jonny Quest (The Real Adventures of Jonny Quest) è un cartone animato prodotto da Hanna-Barbera nel 1996 e trasmesso su Cartoon Network. Si tratta di un remake della serie Jonny Quest prodotta anni prima da Hanna-Barbera e Screen Gems. Venne suddiviso in due stagioni televisive per un totale di 52 episodi. Viene introdotto un nuovo personaggio, Jessie Bannon, figlia di Race Bannon e il QuestWorld, un mondo virtuale creato da Dr. Quest nel quale Jonny e Jessie si avventurano e dove si scontrano con il diabolico Dr. Jeremiah Surd.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2015 la Warner Bros. incarica il regista Robert Rodriguez di portare sullo schermo una versione live action della serie. Rodriguez riscriverà assieme a Terry Rossio la sceneggiatura, la cui prima stesura (appartenente alla Blacklist ovvero la raccolta delle migliori sceneggiature non prodotte) è opera di Dan Mazeu.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Animazione Portale Animazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di animazione