Lara Favaretto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Lara Favaretto (Treviso, 1973) è un'artista italiana, attiva prevalentemente nella scultura e nell'installazione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Formatasi all'Accademia di Brera e alla Kingston University di Londra, viene selezionata nel 1998 dalla Fondazione Antonio Ratti[senza fonte][1] per il Corso Superiore di Arti Visive tenuto dall'artista inglese Hamish Fulton.

Nel 2001 vince la seconda edizione nel Premio Querini - Furla[2] grazie al quale vince una borsa di studio per un periodo di residenza artistica al MoMA PS1 di New York City.

La sua prima mostra personale, intitolata Treat or Trick[3] è organizzata dalla Galleria d'arte moderna e contemporanea di Bergamo[4] nel 2002.

Nel 2005 vince il «Premio per la giovane arte italiana» alla Biennale di Venezia del 2004, consistente nell'acquisto di un'opera da parte del MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo[5][6], e partecipa alla Quadriennale di Roma[7] e alla collettiva Ecstasy: recent experiments in altered perception presso il Museum of contemporary art di Los Angeles[4].

Nel 2008 è presente alla Quadriennale[7] e alla Biennale di Sidney[8].

Ancora presente alla Biennale veneziana nel 2009[9], espone anche a New York nel 2010[4] e nel 2012[10] ritorna ad esporre al MoMA PS1 con la mostra Just Knocked Out[11].

Nel 2014 partecipa alla controversa[12][13] decima edizione[14] di Manifesta, che si tiene a San Pietroburgo in Russia.

Nel 2015 il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo dedica all'artista una mostra personale dal titolo Good Luck[15], dopo 10 anni dall'acquisizione della sua prima opera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ CSAV, su www.fondazioneratti.org. URL consultato il 6 marzo 2016.
  2. ^ (EN) Furla Art Award | Fondazione Furla, su Fondazione Furla. URL consultato il 6 marzo 2016.
  3. ^ Treat or Trick | GAMeC, su www.gamec.it. URL consultato il 6 marzo 2016.
  4. ^ a b c Favaretto, Lara, su http://www.treccani.it/, 2012. URL consultato il 20 agosto 2014.
  5. ^ PARC Premio Giovane Arte 2004/2005, su http://maxxisearch.fondazionemaxxi.it/. URL consultato il 20 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2014).
  6. ^ Premi assegnati all'Esposizione Internazionale d'Arte dal 1986 al 2013, su http://www.labiennale.org/. URL consultato il 20 agosto 2014.
  7. ^ a b Lara Favaretto, su http://www.quadriennalediroma.org/. URL consultato il 20 agosto 2014.
  8. ^ (EN) Lara Favaretto [collegamento interrotto], su http://biennale.sitesuite.cn/. URL consultato il 20 agosto 2014.
  9. ^ Arsenale, su http://www.labiennale.org/. URL consultato il 20 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  10. ^ (EN) Ken Johnson, Mining the Old, the New and the Borrowed, in The New York Times, 12 luglio 2012. URL consultato il 20 agosto 2014.
  11. ^ MoMA PS1: Exhibitions: Lara Favaretto: Just Knocked Out, su momaps1.org. URL consultato il 6 marzo 2016.
  12. ^ Fondazione Manifesta 10 non abbandona il suo impegno, su artslife.com. URL consultato il 6 marzo 2016.
  13. ^ Manifesta goes to Russia. Apre la biennale delle polemiche | Artribune, su Artribune. URL consultato il 6 marzo 2016.
  14. ^ MANIFESTA 10 - Manifesta10, su m10.manifesta.org. URL consultato il 6 marzo 2016.
  15. ^ Good Luck. Lara Favaretto | MAXXI, su MAXXI. URL consultato il 6 marzo 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN60155511 · ISNI (EN0000 0000 7871 3431 · LCCN (ENno2006047666 · GND (DE129182222 · ULAN (EN500355863