La zona (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La zona
Logo La zona.jpg
Logo della serie televisiva
PaeseSpagna
Anno2017
Formatoserie TV
Generedrammatico, thriller
Stagioni1
Episodi8
Durata50 min (episodio)
Lingua originalespagnolo
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreJorge Sánchez-Cabezudo, Alberto Sánchez-Cabezudo
RegiaJorge Sánchez-Cabezudo
Interpreti e personaggi
MusicheOliver Arson
ProduttoreJuan Moreno, Alberto Sánchez-Cabezudo, Jorge Sánchez-Cabezudo
Produttore esecutivoFran Araújo, Ismael Calleja, Domingo Corral, Juan Moreno, Felipe Pontón, Alberto Sánchez-Cabezudo, Jorge Sánchez-Cabezudo, Koldo Zuazua
Casa di produzioneMoviestar+, Kowalski Films
Prima visione
Prima TV originale
Dal27 ottobre 2017
Al14 dicembre 2017
Rete televisivaMovistar+
Distribuzione in italiano
Data21 settembre 2018
DistributorePrime Video

La zona è una serie televisiva spagnola creata da Jorge Sánchez-Cabezudo e Alberto Sánchez-Cabezudo. È stata trasmessa dal 27 ottobre 2017 al 14 dicembre 2018 sul canale #0 e pubblicata allo stesso giorno sul servizio on demand della piattaforma Moviestar+.

La serie è stata rinnovata per una seconda stagione,[1][2] ma successivamente cancellata.[3]

In Italia la serie è stata interamente pubblicata su Amazon Prime Video il 21 settembre 2018.[4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un incidente nucleare a sud-est della città settentrionale spagnola di Gijón, un certo numero di persone è stato ucciso o ferito e la regione circostante è stata contaminata radioattivamente. L'ispettore Héctor Uría (unico sopravvissuto della prima squadra di soccorso che raggiunse il reattore) torna in servizio tre anni dopo il grave incidente. La centrale nucleare interessata era in fase di smantellamento, e c'è una Zona di Esclusione in cui i civili non possono soggiornare. Sono escluse da questo divieto le regioni di reinsediamento in cui possono rientrare i loro ex residenti, nonché gli uomini chiamati liquidatori, che lavorano alla bonifica della Zona di Esclusione e vi risiedono. Numerose persone stanno ancora subendo le conseguenze dell'incidente, sia fisicamente, mentalmente o materialmente. Alcune persone diventano criminali contrabbandando oggetti fuori dall'area riservata. Uría deve condurre le indagini sul brutale omicidio di un uomo nella Zona di Esclusione.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV Spagna Pubblicazione Italia
Prima stagione 8 2017 2018

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

Titolo originale Titolo italiano Diretto da Scritto da Prima TV Spagna Pubblicazione Italia Ascolti Spagna
1 En tierra de nadie La terra di nessuno Jorge Sánchez-Cabezudo Alberto Sánchez-Cabezudo
Jorge Sánchez-Cabezudo
27 ottobre 2017 21 settembre 2018 telespettatori 39 000
2 Control animal Controllo della fauna 2 novembre 2017 telespettatori 71 000 – share 0,4%
3 El Balneario Le vecchie terme Gonzalo López-Gallego
Jorge Sánchez-Cabezudo
9 novembre 2017 telespettatori 59 000 – share 0,3%
4 Insomnio Insonnia Jorge Sánchez-Cabezudo 16 novembre 2017 telespettatori 74 000 – share 0,4%
5 La lluvia Pioggia tossica 23 novembre 2017 telespettatori 50 000 – share 0,3%
6 El mal necesario Il male necessario Laura Sarmiento Pallarés
Alberto Sánchez-Cabezudo
Jorge Sánchez-Cabezudo
30 novembre 2017 N.D.
7 Pérdida accidental de refrigerante Blackout Laura Sarmiento Pallarés (dialogo aggiuntivo)
Alberto Sánchez-Cabezudo
Jorge Sánchez-Cabezudo
7 dicembre 2017 N.D.
8 El último lobo L'ultimo lupo Alberto Sánchez-Cabezudo
Jorge Sánchez-Cabezudo
14 dicembre 2017 telespettatori 58 000 – share 0,3%

Trama episodi da 1 a 4[modifica | modifica wikitesto]

Eduard Fernández nella serie interpreta l'ispettore Héctor Uría.

In un magazzino nella Zona di Esclusione, mentre insegue la giovane trafficante di droga Zoe, il poliziotto Martín Garrido scopre il cadavere appeso a testa in giù dello zio di Zoe, Estéban. Il cadavere ha segni di morsi di lupo e umani. Martín e il suo collega, l'ispettore di polizia Hector Uría, iniziano a indagare sulla morte e sul traffico di migranti. Hector non sa che Martín sta servendo come informatore per il capo della banda di contrabbando, Aurelio Barrero. Hector viene a conoscenza di Barrero con l'aiuto di Zoe, che viene rilasciata in cambio. Poco dopo, Barrero costringe Zoe a cremare due corpi, uno dei quali, secondo Barrero, è l'assassino di Estéban.

Una notte il corpo del pensionato Tomas è stato ritrovato in un edificio residenziale in una regione di reinsediamento, anch'esso appeso a testa in giù e con segni di morsi; sua moglie Luisa è gravemente ferita. Un collegamento con la morte di Estéban è evidente per gli agenti di polizia inquirenti, che ora include anche l'agente di polizia federale Alfredo Asunción. Questo riconosce la scia di sangue di un secondo sconosciuto sulla scena del crimine. Gli inquirenti sono presto certi che l'assassino di Estéban e Tomas debba essere un liquidatore del piccolo comune di San Adriano. Hector segue le tracce del presunto assassino in un club di San Adriano visitato da liquidatori, dove sorprende anche Zoe a spacciare eroina, ma non riesce ad arrivare a Barrero.

Quando la stampa ha riportato la notizia di possibili errori nell'identificazione dei morti a seguito dell'incidente nucleare, la figlia di Hector, Esther Uría, consulente del Commissario Ferreras, ha fatto una campagna per attirare l'attenzione pubblica sulla morte di Esteban al fine di distogliere l'attenzione dalle false autopsie e scongiurare danni politici. La notizia di autopsie errate dopo la catastrofe del reattore alimenta l'ex moglie di Hector, Marta Carcedo, teme che il loro figlio Fede, all'epoca dichiarato morto, possa non essere adeguatamente sepolto, ed è la ragione per cui si rivolge a Hector.

Quando Zoe vuole lasciare Barrero, chiama Hector, in cerca di aiuto, al campeggio, dove Barrero e il suo aiutante Dani hanno teso un'imboscata e hanno sparato al padre di Zoe, Manuel, che la stava proteggendo. Hector si presenta lì con Martín, che uccide Barrero in una rissa e per questo deve ammettere a Hector di essere stato ricattato come informatore di Barrero. Hector frequenta un bar dove Barrero e il cacciatore Lucio sono stati invitati da un uomo che Lucio chiama solo "Don Fausto". Lucio è uno dei due uomini che, in nome di Lucio, danno la caccia ad alcune persone nella foresta, nella Zona di Esclusione.

Julia Martos, l'amica di Hector, ha notato durante il suo lavoro di medico sulla base di frequenti rapporti di malattia che un livello insolitamente alto di radioattività era recentemente fuoriuscito dalle rovine della centrale nucleare danneggiata e doveva esserci stata una perdita.

Trama episodi da 5 a 8[modifica | modifica wikitesto]

Con l'aiuto di Zoe, Hector e Martín stanno nascondendo ad Alfredo e al loro capo, Luis Carreño, la loro presenza al campeggio e quindi la responsabilità della morte di Barrero. Gli inquirenti stanno indagando sui dipendenti dell'impresa di pulizie ARV, dove lavorava Barrero. Ha oltre 1000 dipendenti, circa un terzo dei quali con precedenti penali, che lavorano come liquidatori per la bonifica, e appartiene a Fausto Armendáriz, precedentemente noto come “Don Fausto”. Gli inquirenti ritengono altamente sospettoso che alcuni dipendenti siano stati mandati a lavorare presso l'azienda dal giudice Juez Miralles, sebbene questa sia una condanna troppo bassa rispetto al loro reato. Di conseguenza, Hector incontra amici di lunga data tra cui Armendáriz, Lucio, Ferreras e Miralles.

Contrariamente alle istruzioni di Carreño, Hector parla con Armendáriz, il quale ammette apertamente che, a causa della mancanza generale di liquidatori volontari, impiega dei criminali e uomini con problemi psichiatrici, che sono costretti a lavorare in cambio di essere risparmiati dall'essere rimandati in prigione o in psichiatria. Armendáriz dopo aver scoperto da Hector che la polizia sta cercando Lucio, li ordina di ritirarsi dalla caccia all'uomo. Mentre diventa sempre più chiaro ad Alfredo che Hector sta nascondendo qualcosa sugli eventi al campeggio e sulla morte di Barrero, Hector lo inganna e continua a indagare senza di lui. In una stazione di servizio nella Zona di esclusione, Hector scopre che uno degli uomini che Lucio sta inseguendo è ferito. el frattempo, dopo un inseguimento, Martín afferra Dani e Julia entra in contatto con l'ingegnere Fernando, che lavora nella sala di controllo della centrale elettrica ed è uno dei recenti malati.

Il liquidatore ferito scoperto da Hector, così come Dani e Fernando, raccontano gli eventi di cinque giorni fa, che vengono riprodotti in un lungo flashback: alla centrale i liquidatori hanno accidentalmente tagliato i cavi elettrici durante i lavori, il che significa che non solo la corrente normale, ma anche i generatori di emergenza non funzionano. Poiché il raffreddamento del reattore non ha più funzionato a causa di una perdita d'acqua per il raffreddamento, si è verificata un'avaria che poteva risultare maggiore rispetto a quella di tre anni prima. Per garantire il raffreddamento almeno fino all'arrivo dei generatori sostitutivi, alcune persone dovrebbero aprire una valvola per l'afflusso di acqua borica, ma si esporranno ad una radioattività ad alto rischio per la vita. Laura, come capo della centrale nucleare con Fernando nella sala di controllo, ha chiesto ad Armendáriz di utilizzare alcuni uomini dell'ARV. Quando i caposquadra di Armendáriz si rifiutarono di accettare i liquidatori, Barrero li lasciò ingerire involontariamente la droga del Captagon per indurli alla clemenza. Il piano, tuttavia, fallì, gli uomini si infuriarono e si attaccarono a vicenda, uccidendone due. Gli altri quattro fuggirono e quindi Lucio aveva dato la caccia ad Armendáriz. Dani ha sorpreso un altro uomo mentre mangiava i due corpi. A causa della mancanza di aiuto da parte della ARV, Laura, con due collaboratori, raggiunse l'area contaminata, e non fu più vista.

Nel presente, Armendáriz fa rapire Hector e, pesantemente drogato, legato nella Zona di Esclusione, mentre Hector viene screditato in televisione da un video che lo mostra mentre si inserisce una bustina di eroina in tasca e trapelato alla stampa da Ferreras. Zoe libera Hector e lo fa riflettere prima che arresti Almendáriz e, su iniziativa di Julia, racconta la sua versione della storia ad un giornalista per scoprire i colpevoli. Nel frattempo, l'ultimo liquidatore latitante, Krusty, si sta dirigendo alla centrale nucleare per far esplodere una bomba TATP. Martín e Alfredo riescono a catturarlo poco prima di entrare nella centrale elettrica, dove la bomba esplode e Alfredo muore. Ferreras nega la sua colpevolezza per qualsiasi corruzione. Per gli inquirenti, l'identità dell'uomo che ha mangiato le parti del corpo rimane aperta.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata co-prodotta dall'emittente spagnola Pay TV e dal fornitore di video on demand Movistar+, che appartiene al gruppo Telefónica, e da ZDFneo.[5]

Alberto Sánchez-Cabezudo ha detto a Variety che lui e suo fratello sono stati ispirati dalle sceneggiature di alcuni film per la loro serie, tra cui western classici, Blade Runner e Alien. I fratelli hanno stimato che la sceneggiatura è stata scritta in 16 mesi.[6]

I fratelli Sánchez-Cabezudo hanno anche citato il disastro di Černobyl' del 1986 e quello di Fukushima del 2011 come fonti di ispirazione per la storia raccontata. Simile al modo in cui dopo il disastro di Fukushima, gli Yakuza hanno reclutato senzatetto o persone fortemente indebitate per ripulire le aree contaminate, nella serie La zona i poveri e i detenuti in cambio di libertà rischiano la salute per effettuare i lavori di decontaminazione.[7]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono iniziate il 27 marzo 2017 e si prevede che durino 15 settimane.[8] Alberto Sánchez-Cabezudo ha detto a Variety che due squadre stavano lavorando su 170 set diversi.[6] Le riprese della serie si sono svolte in 160 località nelle Asturie (in particolare Gijón, Oviedo, La Felguera e Pravia) e Madrid.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata trasmessa da Starz negli Stati Uniti.[9] In Francia è stato trasmassa da Canal+ e da ZDF in Germania. In America Latin, è disponibile attraverso Movistar Series e Movistar Play.[10]

In Italia la serie è stata interamente pubblicata su Amazon Prime Video il 21 settembre 2018.[4]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Feroz

Anno Categoria Candidato Risultato
2017 Miglior serie drammatica Vincitore/trice
Miglior attore protagonista di una serie Eduard Fernández Candidato/a
Miglior attrice protagonista di una serie Alexandra Jiménez Candidato/a
Miglior attrice non protagonista di una serie Emma Suárez Vincitore/trice

Fotogramas de Plata

Anno Categoria Candidato Risultato
2018 Miglior attore di televisione Eduard Fernández Candidato/a
Miglior serie spagnola Candidato/a

Premio dell'Unione degli Attori Spagnoli

Anno Categoria Candidato Risultato
2018 Miglior protagonista femminile Alexandra Jiménez Candidato/a

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) 'La Zona' tendrá segunda temporada, su El Comercio, 26 ottobre 2017. URL consultato il 21 settembre 2018.
  2. ^ LA ZONA 2 stagione si fa? News sulla serie [VIDEO], su TV Serial, 20 settembre 2018. URL consultato il 21 settembre 2018.
  3. ^ (ES) Movistar cancela 'La zona': la serie no tendrá segunda temporada | Bluper, su www.elespanol.com. URL consultato il 2 giugno 2020.
  4. ^ a b TELEFILM NEWS: servizi streaming, su Antonio Genna. URL consultato il 21 settembre 2018.
  5. ^ (DE) Oliver Jungen, Die Serie „La Zona“ bei ZDFneo: Spielt nicht den mit Zonenkindern, in FAZ.NET. URL consultato il 4 agosto 2020.
  6. ^ a b (EN) Jamie Lang, ‘La Zona’ Jumps Genres for Thrills, su Variety, 15 ottobre 2017. URL consultato il 4 agosto 2020.
  7. ^ (DE) Michael Tokarski, "La Zona: Do not Cross" – bei ZDF NEO, su www.goldenekamera.de. URL consultato il 4 agosto 2020.
  8. ^ (EN) Movistar announces international distribution agreements for 3 of its original series [collegamento interrotto], su SkyVision. URL consultato il 4 agosto 2020.
  9. ^ (EN) Stewart Clarke, MipTV: Starz Moves for Major International Scripted Series Including Spanish Drama ‘La Zona’ (EXCLUSIVE), su Variety, 10 aprile 2018. URL consultato il 24 giugno 2020.
  10. ^ (ES) El País, ‘La zona’, de Movistar +, da el salto a Estados Unidos con el canal Starz, in El País, 10 aprile 2018. URL consultato il 24 giugno 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione