La vita rubata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La vita rubata
Paese Italia
Anno 2007
Formato film TV
Genere drammatico
Durata 107 min
Lingua originale italiano
Crediti
Regia Graziano Diana
Soggetto Graziano Diana, Stefano Marcocci, Domenico Tomassetti
Sceneggiatura Graziano Diana, Stefano Marcocci, Domenico Tomassetti
Interpreti e personaggi
Fotografia Blasco Giurato
Montaggio Valentina Mariani
Musiche Pino Donaggio
Scenografia Mariangela Capuano
Costumi Fiamma Bedendo
Produttore Alessandro Jacchia, Maurizio Momi
Casa di produzione Albatross Entertainment, Rai Fiction
Prima visione
Data 10 marzo 2008
Rete televisiva Rai Uno

La vita rubata è un film per la televisione andato in onda su RaiUno per la prima volta il 10 marzo 2008, ispirato all'omicidio di mafia di Graziella Campagna, ragazza di 17 anni impiegata presso una lavanderia, uccisa nel 1985 perché aveva scoperto che la lavanderia era in realtà solo una copertura per attività criminali.

Le indagini portate avanti nonostante i numerosi ostacoli dal fratello Pietro hanno portato nel 2004 alla condanna degli assassini della sorella ed allo smantellamento dell'organizzazione mafiosa.

Questo film doveva andare in onda il martedì 27 novembre 2007, ma l'allora Ministro della giustizia, Clemente Mastella, ha bloccato la messa in onda in vista della sentenza di appello dei sicari per il giorno 13 dicembre 2007.[1]

Il film è stato rimandato in onda il 16 dicembre 2009 e il 18 luglio 2011 su Rai Uno alle 21:10 in prima serata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  • Il film è stato girato nelle cittadine di Letojanni e Savoca.
  • Il luogo dove verrà trovato il corpo della vittima non è quello dove in realtà si sono svolti i fatti.
  • Il luogo del Ritrovamento è Forte Minaia/Crispi invece di Forte Campone

Altre partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Edizioni Musicali - Rai Trade
  • Organizzatore - Vincenzo Cartuccia
  • Produttori RAI - Paola Foffo, Federica Rossi

Ascolti[modifica | modifica wikitesto]

7.604.000 Telespettatori: - 28,49% Share: [senza fonte]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rai: rinviata fiction su vittima di mafia, Corriere della sera.it, 23-11-2007. URL consultato il 23-03-2008.