La macchina meravigliosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La macchina meravigliosa
La macchina meravigliosa.png
Paese Italia
Anno 1990
Genere divulgazione scientifica
Durata 60 min
Lingua originale italiano
Crediti
Conduttore Piero Angela
Ideatore Piero Angela, Piero Motta, Italo Burrascano
Regia Rosalba Costantini (documentario) e Giuliano Nicastro (diretta televisiva)
Montaggio Walter Abbondanza
Musiche Roberto Anselmi
Scenografia Eugenio Guglielminetti
Costumi Giuseppe Orlandi
Produttore esecutivo Gianfranco Morbidi, Laura Falavolti, Rosanna Faraglia
Casa di produzione Rai, De Agostini e NDR International
Rete televisiva Rai Uno

La macchina meravigliosa era una serie documentaristica televisiva, composta da otto puntate condotte da Piero Angela, trasmesse ogni giovedì dal 25 ottobre al 13 dicembre 1990. La serie, coprodotta con De Agostini in associazione con NDR International, fu realizzata grazie anche alla collaborazione di Lorenzo Pinna e Marco Visalberghi.

Tecnica espositiva[modifica | modifica wikitesto]

La serie, dedicata al corpo umano, era basata su uno stile di divulgazione completamente nuovo rispetto alle precedenti trasmissioni di Quark. Piero Angela utilizzò infatti una tecnica espositiva molto spettacolare e visivamente accattivante, simile a certi modelli americani, simulando di essere un esploratore microscopico che va in giro dentro il corpo umano a illustrare e spiegare i vari organi, cellule e tessuti. Angela si sdoppiò essendo presente anche in studio come conduttore, fingendo di collegarsi con l'"inviato speciale" (egli stesso), che rispondeva alle domande del suo alter ego. Al termine di ogni filmato (di circa un'ora) seguiva un dibattito in studio con vari esperti ma anche con spettatori comuni, durante il quale furono svolti pure alcuni divertenti esperimenti.

Tecniche di realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

I tessuti e gli organi del corpo umano furono esplorati al microscopio elettronico a scansione, con dettagli molto particolareggiati, sfruttando le nuove tecnologie di rappresentazione grafica tramite computer. In ogni filmato Angela veniva inserito tramite la tecnica del chroma key; durante il documentario sul fegato, ad esempio, Angela appariva su una barca mentre remava sopra la bile.

Gli otto documentari[modifica | modifica wikitesto]

Gli otto argomenti affrontati rispettivamente nelle varie puntate furono:

Credits e distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata co-prodotta da Rai e De Agostini in associazione con NDR International di Amburgo.

Tra i collaboratori figurano: professor Pietro Motta (consulenza scientifica), Eugenio Guglielminetti (scena e scenografia elettronica), Italo Burrascano (animazioni), Lorenzo Pinna e Marco Visalberghi. Le musiche originali erano di Roberto Anselmi. La regia era affidata a Rosalba Costantini.

Al termine della messa in onda del documentario era prevista una diretta televisiva nella quale il pubblico presente in studio e i telespettatori da casa potevano porre i loro interrogativi agli esperti presenti. La regia della diretta era di Giuliano Nicastro.[1]

Il programma, limitatamente alla parte del documentario, è stato successivamente replicato nel 1991 su Rai 1 (alle 18.40), nel 1993 è andato in onda in prima serata sulle emittenti del circuito Cinquestelle e nel 1994 è stato nuovamente ritrasmesso da Rai 1 nel primo pomeriggio (alle 14.55).

I documentari sono poi stati distribuiti in edicola dalla De Agostini in collaborazione con VideoRai. Nelle otto uscite erano presenti una VHS allegata ad un fascicolo integrativo che illustrava i contenuti del programma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Informazioni desunte da Radiocorriere TV del 1990 n. 17 pag. 92

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]