La guerra di Zakalwe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La guerra di Zakalwe
Titolo originale Use of Weapons
Autore Iain Banks
1ª ed. originale 1990
Genere romanzo
Sottogenere fantascienza
Lingua originale inglese
Altri personaggi Diziet Sma, Skaffen-Amtiskaw
Serie Ciclo della Cultura
Preceduto da L'impero di Azad
Seguito da Lo stato dell'arte

La guerra di Zakalwe (titolo originale Use of Weapons) è un romanzo di fantascienza dello scrittore scozzese Iain M. Banks, pubblicato per la prima volta nel 1990. È il terzo romanzo del Ciclo della Cultura.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1974 Banks scrisse una versione molto più lunga del libro con un'impostazione ancor più complicata (Banks: "Era impossibile comprenderla senza pensare in sei dimensioni"), molto prima che qualunque altro suo libro (di fantascienza o meno) fosse stato pubblicato.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La narrazione assume la forma di una biografia frammentaria di un uomo chiamato Cheradenine Zakalwe, nato fuori dalla Cultura ma reclutato al suo interno dall'agente di Circostanze Speciali Diziet Sma per lavorare come agente operativo intervenendo in civiltà più primitive. Il romanzo racconta alcuni di questi interventi e i tentativi di Zakalwe di fare i conti col proprio passato.

Il libro è costituito da due linee narrative, intessute in capitoli alterni. I numeri dei capitoli indicano a quali linee appartengono: una linea è numerata prima in parole (Uno, Due ...), mentre l'altra è numerata al contrario con i numeri romani (XIII, XII ...). La storia narrata dai primi avvenimenti prosegue cronologicamente (come suggerito dai numeri) e racconta una storia autonoma, mentre i successivi capitoli avanzano a ritroso nella vita di Zakalwe. A complicare ulteriormente quest'impostazione vi sono un prologo ed un epilogo ambientati subito dopo gli avvenimenti riconducibili alla linea narrativa principale, e molti flashback sparsi tra i vari capitoli.

Collegamenti con altre opere dell'autore[modifica | modifica wikitesto]

Questo romanzo ha un prequel: Lo stato dell'arte dove compaiono due dei personaggi: Diziet Sma e il drone Skaffen-Amtiskaw.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]