L'ultimo Apache

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultimo Apache
L'ultimo Apachе.png
Una scena del film
Titolo originaleApache
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1954
Durata91 min
Rapporto1,85 : 1
Generewestern
RegiaRobert Aldrich
SoggettoPaul Wellman
SceneggiaturaJames R. Webb
ProduttoreHarold Hecht, Burt Lancaster
Casa di produzioneLinden Productions, Hecht-Lancaster Productions
FotografiaErnest Laszlo, Stanley Cortez
MontaggioAlan Crosland Jr.
Effetti specialiLee Zavitz
MusicheDavid Raksin
ScenografiaNicolai Remisoff
CostumiNorma Koch
TruccoHarry Maret, Robert J. Schiffer
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'ultimo Apache (Apache) è un film statunitense del 1954 diretto da Robert Aldrich.

È un film western con protagonisti Burt Lancaster, nel ruolo di Massai, luogotenente del capo degli indiani Apache Geronimo e ultimo guerriero della sua tribù in fuga e contro tutti, Jean Peters e John McIntire. È basato sul romanzo Bronco Apache di Paul Wellman.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti, 1886. Il giovane apache Massai rifiuta di arrendersi - come invece fa il suo capo Geronimo - all'Esercito degli Stati Uniti; viene tuttavia catturato e costretto a salire insieme agli altri indiani sul treno a vapore che li porterà in Florida. Massai però non demorde e alla prima occasione riesce a fuggire, scoprendo così la civiltà dei "bianchi", una volta arrivato nella cittadina più vicina.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, diretto da Robert Aldrich su una sceneggiatura di James R. Webb con il soggetto di Paul Wellman (autore del romanzo),[2] fu prodotto da Harold Hecht e Burt Lancaster (non accreditato come produttore) per la Linden Productions e la Hecht-Lancaster Productions[3] e girato in California, Nuovo Messico e Arizona[4] dal 19 ottobre al 22 novembre del 1953.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Locandina realizzata da Reynold Brown

Il film fu distribuito negli Stati Uniti dal 9 luglio 1954[5] al cinema dalla United Artists.[3]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[5]

  • in Svezia il 25 ottobre 1954 (Apache)
  • in Spagna il 29 novembre 1954 (Apache)
  • in Francia il 22 dicembre 1954 (Bronco Apache)
  • in Germania Ovest il 23 dicembre 1954 (Massai e Der große Apache)
  • in Finlandia il 28 gennaio 1955 (Viimeinen apaashi)
  • in Francia l'11 febbraio 1955 (Parigi)
  • in Austria nel marzo del 1955 (Massai)
  • in Danimarca il 24 ottobre 1955 (Apache)
  • in Portogallo il 4 settembre 1956 (O Último Apache)
  • in Brasile (O Último Apache)
  • in Turchia (Asi cengaver)
  • in Ungheria (Az apacs harcos)
  • in Grecia (O sklavos pou den lygise pote)
  • in Polonia (Ostatnia walka Apacza)
  • in Italia (L'ultimo Apache; una successiva riedizione fu distribuita il 5 luglio 1973)

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il Morandini il film è "forse, il più bello, certamente il più vigoroso" film di Robert Aldrich, "quello in cui il discorso filoindiano è più esplicito". Il film si rivela innovativo e "solido come una roccia" ed "una delle più belle e significative carrellate del cinema hollywoodiano". Il finale del film, che il regista e Lancaster avrebbero voluto meno positivo e ottimista, fu imposto dalla produzione.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda su L'ultimo Apache di AllRovi
  2. ^ L'ultimo Apache - IMDb - Cast e crediti completi, su imdb.it. URL consultato il 14 settembre 2012.
  3. ^ a b L'ultimo Apache - IMDb - Crediti per le compagnie di produzione e distribuzione, su imdb.it. URL consultato il 14 settembre 2012.
  4. ^ L'ultimo Apache - IMDb - Luoghi delle riprese, su imdb.it. URL consultato il 14 settembre 2012.
  5. ^ a b L'ultimo Apache - IMDb - Date di uscita, su imdb.it. URL consultato il 14 settembre 2012.
  6. ^ Scheda di L'ultimo Apache su MYmovies

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema