L'ispettore generale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film del 1949, vedi L'ispettore generale (film).
L'ispettore generale
Commedia
Nikolai Gogol - Revizor cover (1836).jpg
Copertina originale
AutoreNikolaj Gogol'
Titolo originaleРевизор (Revizor)
Lingua originaleRusso
GenereSatira
AmbientazioneRussia
Composto nel1836
Riduzioni cinematografiche
 

L'ispettore generale è un'opera teatrale satirica di Nikolaj Gogol'. Scritta nel 1836, è considerata uno dei capolavori dello scrittore russo.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In una piccola città russa giunge un giorno un giovanotto di ventitré anni, Chlestakov. I funzionari locali, tutti corrotti, si convincono che il giovanotto sia in realtà un ispettore giunto da San Pietroburgo per controllare l'operato degli impiegati del posto. Essi iniziano pertanto a foraggiare il giovane con mance e omaggi che lo inducono a mentire spudoratamente in diverse situazioni. Egli tuttavia prende atto del malinteso solamente dopo un po' di tempo. Appare spesso come un irresponsabile, ma gli abitanti del luogo si convincono che egli agisca in questo modo non perché sprovveduto, bensì perché molto potente, come un ispettore generale. La commedia si conclude con un colpo di scena: il vero ispettore generale giunge in città.[1]

Genere[modifica | modifica wikitesto]

L'opera è una commedia degli equivoci: ciò che emerge nella commedia è la derisione e la mascalzonaggine, l'imbroglio e l'assenza di buona fede, da parte del protagonista, nonché una denuncia della burocrazia corrotta della Russia zarista.[2][3] Nel complesso, i personaggi appaiono tutti corrotti, approfittatori, affaristi, sfruttatori, dipinti ironicamente come grotteschi.

Genesi dell'opera[modifica | modifica wikitesto]

L'opera è stata ispirata da un'idea suggerita da Aleksandr Sergeevič Puškin a Gogol' nel 1835.[1] Nell'opera sono inclusi anche alcuni riferimenti biografici alla vita dello stesso Puškin.[4]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Francobollo dedicato all'opera

A L'ispettore generale si ispirano i film:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Michele Colucci, Storia della civiltà letteraria russa, 1997, pp. 515-516.
  2. ^ (RU) Ревизор, su nikolay.gogol.ru (archiviato dall'url originale il 23 agosto 2009).
  3. ^ (RU) Мережковский. Понимание Гоголя, su anthropology.ru.
  4. ^ (RU) Будыко, Михаил Иванович, in Википедия, 13 giugno 2020. URL consultato il 1º novembre 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4303697-1 · BNF (FRcb13546491z (data)