Kevin Kelly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kevin Kelly

Kevin Kelly (Pennsylvania, 1952) è uno scrittore, fotografo e ambientalista statunitense. Studioso di cultura digitale e asiatica, è cofondatore della rivista Wired di cui è stato direttore. I suoi scritti sono apparsi su New York Times, Esquire, The Economist e altri importanti periodici.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Divenne noto soprattutto grazie al suo primo libro Out of Control: The New Biology of Machines, Social Systems, and the Economic World[1] pubblicato nel 1994. Questo libro influenzò il celebre film Matrix dei fratelli Wachowski.[2].

Nel 1994, Wired ha vinto il premio National Magazine Award per l'Eccellenza complessiva del prodotto. Kelly ha anche diretto riviste quali "Whole Earth Review", "CoEvolution Quarterly", "Signal", e alcune delle ultime edizioni del Whole Earth Catalog. Con il fondatore di Whole Earth, Stewart Brand, Kelly ha partecipato alla creazione di WELL, un'importante comunità virtuale. Ha diretto anche la Point Foundation, sponsor della prima conferenza internazionale degli hacker nel 1984 (prima che la parola "hacker" ricevesse una connotazione negativa).

Kelly è noto come partecipante e osservatore della cosiddetta "cybercultura", anche se il suo sguardo si spinge senza dubbio oltre i limiti ristretti della sottocultura attuale. Attualmente Kelly promuove un inventario di tutte le specie viventi, un progetto conosciuto anche come Linnaean enterprise. Il progetto All Species Inventory ha ricevuto un finanziamento di un milione di dollari, per un progetto sottoscritto da molti centri di studio della biologia è considerato un' "idea il cui tempo è maturo". L'obiettivo è di realizzare un catalogo sulla rete di tutte le specie esistenti in una sola generazione (entro 25 anni).

Nel suo libro L'inevitabile descrive le dodici meta-tendenze intrinseche nella tecnologia informatica che ci accompagano e destinate a evolvere significativamente nel prossimo futuro , che porteranno dei cambiamenti sociali per ora imprevedibili : divenire , cognitivizzare , fluire , visualizzare , accedere , condividere , filtrare , rimescolare , interagire , tracciare , interrogare , iniziare .

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Gli scritti di Kelly sono comparsi in molte pubblicazioni americane e internazionali, tra le quali: The New York Times, The Economist, Time, Harper's Magazine, Science, GQ, e Esquire. Le sue foto sono state pubblicate da Life e da altri giornali degli Stati Uniti.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il libro è interamente disponibile sul sito dell'autore: (PDF) Out of Control
  2. ^ Longo Giuseppe O.; Vaccaro Andrea - "Bit Bang. La nascita della filosofia digitale" Apogeo Education, Milano 2013

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  • Digerati; un capitolo del libro è dedicato a Kevin Kelly

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN114458009 · ISNI (EN0000 0001 1006 3564 · LCCN (ENn85063782 · GND (DE115734449 · BNF (FRcb135244060 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie