Katja Wirth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Katja Wirth
Nazionalità Austria Austria
Altezza 166 cm
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, combinata
Squadra SC Bezau
Termine carriera 2007
Palmarès
Mondiali juniores 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Katja Wirth (2 aprile 1980) è un'ex sciatrice alpina austriaca.

È sorella di Patrick[1], a sua volta sciatore della nazionale austriaca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1996-2004[modifica | modifica wikitesto]

Originaria di Bezau e attiva in gare FIS dal dicembre del 1995, la Wirth in Coppa Europa esordì il 12 dicembre 1996 a Sankt Sebastian in slalom gigante (21ª) e conquistò la prima vittoria, nonché primo podio, il 7 dicembre 1999 a Haute-Nendaz nella medesima specialità. Fece il suo esordio in Coppa del Mondo il 5 gennaio 2000 nello slalom gigante di Maribor, senza qualificarsi per la seconda manche; sempre nel 2000 ai Mondiali juniores del Québec vinse la medaglia di bronzo nella combinata.

In Coppa del Mondo colse i primi punti il 2 marzo 2002, quando giunse 28ª nella discesa libera di Lenzerheide; nella stessa stagione 2001-2002 in Coppa Europa vinse la classifica di supergigante. Nel massimo circuito internazionale andò una volta a podio, il 1º marzo 2003 quando arrivò 2ª nella discesa libera di Innsbruck dietro alla compagna di squadra Michaela Dorfmeister; nella stessa stagione 2002-2003 in Coppa Europa vinse la classifica di discesa libera.

Stagioni 2005-2008[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 rappresentò l'Austria ai Mondiali di Bormio/Santa Caterina Valfurva, sua unica presenza iridata, senza portare a termine la prova di discesa libera. In Coppa Europa il 3 febbraio 2006 conquistò a Caspoggio in supergigante l'ultima vittoria e il 17 marzo successivo l'ultimo podio, ad Altenmarkt-Zauchensee in discesa libera (2ª); al termine di quella stagione 2005-2006 vinse per la seconda volta la classifica di supergigante nel circuito continentale.

Prese per l'ultima volta il via in Coppa del Mondo il 4 marzo 2007 a Tarvisio in supergigante (37ª), anche se in seguito avrebbe ancora preso parte alle prove delle discese libere di Lake Louise e Aspen dell'inizio della stagione 2007-2008; si ritirò in quello stesso 2007 e la sua ultima gara rimase lo slalom gigante dei Campionati liechtensteinesi 2007, disputato il 6 aprile a Malbun e non completato dalla Wirth.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 31ª nel 2005
  • 1 podio:
    • 1 secondo posto

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 3ª nel 2002
  • Vincitrice della classifica di discesa libera nel 2003
  • Vincitrice della classifica di supergigante nel 2002 e nel 2006
  • 17 podi:
    • 10 vittorie
    • 4 secondi posti
    • 3 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
7 dicembre 1999 Haute-Nendaz Svizzera Svizzera SG
31 gennaio 2001 Pra Loup Francia Francia DH
8 febbraio 2002 Tarvisio Italia Italia SG
7 gennaio 2003 Tignes Francia Francia DH
8 gennaio 2003 Tignes Francia Francia DH
28 gennaio 2003 Megève Francia Francia DH
13 febbraio 2003 Maribor Slovenia Slovenia SG
20 dicembre 2005 Außervillgraten Austria Austria SG
21 dicembre 2005 Außervillgraten Austria Austria SG
3 febbraio 2005 Caspoggio Italia Italia SG

Legenda:
DH = discesa libera
SG = supergigante

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Campionati austriaci juniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 5 medaglie[3]:
    • 1 oro (supergigante nel 1996)
    • 2 argenti (slalom speciale, combinata nel 1996)
    • 2 bronzi (discesa libera, slalom gigante nel 1996)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Katja Wirth, su skiinfo.de. URL consultato il 25 maggio 2021.
  2. ^ (DE) ÖSV-Siegertafel (Österr. Meisterschaften), su oesv.at. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).
  3. ^ (DE) ÖSV-Siegertafel (Österr. Jugendmeisterschaften), su oesv.at. URL consultato il 29 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]