K2-18 b

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
K2-18 b
Esa-hubble-k2-18a impression.jpg
Immagine artistica di K2-18 b
Stella madreK2-18
Scoperta2015
ScopritoreMontet et al.
Distanza dal Sole111 a.l.
Parametri orbitali
Semiasse maggiore22 310 000 km
0,1491 UA
Periodo orbitale32,94488 giorni
Eccentricità<0,43
Dati fisici
Raggio medio(2,71 ± 0,07) r
Massa
(8,63 ± 1,35) M
Flusso stellare0,94
Temperatura
superficiale
274 K (media)
Nomenclature alternative
EPIC 201912552 b

K2-18 b, noto anche come EPIC 201912552 b, è un esopianeta che orbita attorno alla stella nana rossa K2-18, situata a circa 111 anni luce dalla Terra.[1]

Il pianeta, scoperto attraverso il telescopio spaziale Kepler, ha circa otto volte la massa della Terra con un'orbita di 33 giorni all'interno della zona abitabile della stella, rendendolo un candidato potenziale per la presenza di vita sul pianeta.

Nel 2019, due studi di ricerca indipendenti[2] hanno concluso, in base all'analisi congiunta dei dati forniti dai telescopi Kepler, Hubble e Spitzer che vi sono quantità significative di vapore acqueo nella sua atmosfera, una scoperta rivoluzionaria, la prima scoperta di questo tipo per un pianeta all'interno della zona abitabile di una stella.[3]

Gli studi hanno, inoltre, analizzato lo spettro luminoso della Super Terra e, in ben otto rilevamenti, è stata osservata una marcata diminuzione delle lunghezze d'onda assorbite[non chiaro] dall'acqua.[4]

Scoperta[modifica | modifica wikitesto]

Il pianeta è stato scoperto con il metodo del transito nell'ambito della seconda parte della missione Kepler nel 2015. La stella madre è una nana rossa di classe M2.6 avente una massa e un raggio rispettivamente 0,36 e 0,41 volte quelli del Sole.[5] Analisi spettroscopiche suggerirono che il pianeta avesse caratteristiche simili a un mininettuno, ossia a una versione più piccola del gigante gassoso. Il pianeta riceve il 94% della radiazione che riceve la Terra dal Sole e la sua temperatura di equilibrio è stata stimata essere di 274 K[6]

Nel 2017 osservazioni col telescopio spaziale Spitzer confermarono che il pianeta orbitava nella zona abitabile di K2-18, indicando un periodo orbitale di 33 giorni circa, e che dato l'interesse che mostrava vennero programmate ulteriori osservazioni in futuro.[7]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Si stima che K2-18 b abbia un raggio di (2,71 ± 0,07) r e una massa di (8,63 ± 1,35) M, a seconda della sua densità potrebbe essere una super Terra o un mininettuno senza superficie solida. Tuttavia secondo studi del 2019 un confronto tra dimensioni, orbita e altre caratteristiche del pianeta con altri esopianeti rilevati ha suggerito che il pianeta potrebbe supportare un'atmosfera che contiene ulteriori specie chimiche oltre all'idrogeno e all'elio,[5] normalmente presenti nei giganti gassosi. Poiché il pianeta orbita all'interno della zona abitabile, è possibile che abbia acqua liquida o ghiaccio sulla sua superficie.[1][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica