Juncaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Juncaceae
Luzula sylvatica0.jpg
Luzula sylvatica
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Monocotiledoni
(clade) Commelinidi
Ordine Poales
Famiglia Juncaceae
Juss., 1789
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Juncales
Famiglia Juncaceae
Generi

Le Giuncacee (Juncaceae Juss., 1789) sono una famiglia di piante monocotiledoni dell'ordine Poales[1], che comprende 8 generi con circa 400 specie, tipiche degli ambienti umidi e palustri delle regioni temperate o fredde.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono generalmente piante erbacee annuali o perenni, dotate di rizomi striscianti, fusti eretti cilindrici, foglie lineari guainanti, spesso munite di ligula, e riunite in ciuffi basali.

I fiori ermafroditi sono generalmente piccoli, e raccolti in cime pluriflore, raramente isolati, con 6 tepali membranosi, 6 stami, ovario supero uni-triloculare con 3 carpelli. I fiori sono portati in infiorescenza ad antela terminale (pannocchie con rami laterali più sviluppati dei rami principali). All'ascella dell'antela spesso è presente una brattea (superante o no l'infiorescenza) con aspetto simile a una foglia oppure cilindrica (talvolta rigida e con terminazione spinosa) tanto da sembrare il prolungamento del fusto.

I frutti sono delle capsule.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si riproducono generalmente per impollinazione anemofila, in alcuni casi entomofila.[2]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia comprende i seguenti generi:[3]

In Italia vivono spontanee circa 40 specie raccolte nei generi Juncus (foglie giunchiformi, senza ciglia, capsula triloculare con semi numerosi) e Luzula (foglie con lamina piana - raramente giunchiforme - ciliata sul margine - almeno alla base -, capsula uniloculare con 3 semi).

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Le Giuncacee vengono utilizzate per fare canestri o impagliare sedie (Juncus effusus), per la produzione di cordami (Juncus maritimus), o come piante ornamentali come bordure di specchi d'acqua o in stagni e laghetti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.
  2. ^ (EN) Shuang-Quan Huang, Ying-Ze Xiong and Spencer C. H. Barrett, Experimental Evidence of Insect Pollination in Juncaceae, a Primarily Wind-Pollinated Family, in International Journal of Plant Sciences, vol. 174, n. 9, 2013, pp. 1219-1228.
  3. ^ (EN) Juncaceae, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 30 aprile 2022.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]