Juan José Saer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juan José Saer
Premio premio Nadal 1987

Juan José Saer (Serodino, 28 giugno 1937Parigi, 11 giugno 2005) è stato uno scrittore argentino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scrittore e poeta argentino nato a Serodino, piccolo paese della provincia di Santa Fe da genitori siriano-libanesi di origine cattolica, è stato fra i principali scrittori sudamericani della generazione dopo Borges.[1] L'apprezzamento per questo autore è confermata dal fatto che tre dei suoi romanzi —El entenado (L'Arcano), La grande e Glosa— compaiono nell'elenco, redatto da 81 critici letterari e scrittori spagnoli e sudamericani, dei 100 migliori libri in lingua spagnola pubblicati negli ultimi 25 anni anni.[2] A partire dal 1968 si trasferì in Francia, a Rennes, dove insegnò letteratura ispanoamericana.[3] Nei sui scritti si rintracciano elementi di realismo e riferimenti concreti al contesto politico, come nel romanzo "Responsos" (1964), il cui personaggio appare legato alla caduta di Perón. Caratteristica peculiare della sua opera è il ricorso ad una narrazione che concede ampio spazio alla quotidianità dei personaggi, che si intreccia ad una riflessione sul processo di scrittura. Tale caratteristica si ritrova nel racconto "Sombras sobre vidrio esmerilado", contenuto nella raccolta "Unidad de lugar" (1967)[3] e certamente anche nel suo romanzo "L'Arcano". Quest'ultimo, il cui titolo in lingua originale è "El entenado", prende spunto dalla vicenda storica del viaggio di Juan Díaz de Solís alla scoperta del Mar Dulce.

Il suo racconto "La ocasión" vinse il premio Nadal nel 1987. La sua morte fu causata da un tumore del polmone di cui soffriva da tempo.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • En la zona (1960)
  • Responso (1964)
  • Palo y hueso (1965)
  • La vuelta completa (1966)
  • Unidad de lugar (1967)
  • Cicatrices (1969)

Cicatrici, La Nuova Frontiera, Roma, 2012

  • El limonero real (1974)
  • La mayor (1976)
  • El arte de narrar (1977)
  • Nadie nada nunca (1980)
  • El entenado (1983)

L'Arcano, La Nuova Frontiera, 2015

  • Glosa (1986)
  • La ocasión (1987)
  • Lo imborrable (1993)
  • La pesquisa (1994)
  • Las nubes (1997)
  • El concepto de ficción (1997)
  • La narración-objeto (1999)
  • Lugar (2000)
  • La grande (2005)
  • Trabajos (2005)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Quarta di copertina del volume L'Arcano, La Nuova Frontiera, 2015
  2. ^ Las mejores 100 novelas de la lengua española de los últimos 25 años, revista Semana, 24.03.2007
  3. ^ a b Juan José Saer, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN112160347 · LCCN: (ENn80113355 · ISNI: (EN0000 0001 2148 0304 · GND: (DE119037122 · BNF: (FRcb11923266g (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie